Connect with us

Sport

FC Südtirol: in viaggio con tanta voglia di riscatto

Pubblicato

-

Dopo due inopinate battute d’arresto, rispettivamente in casa della Triestina e domenica scorsa al Druso, contro la capolista Vicenza, caratterizzate entrambe da prestazioni positive, l’FC Südtirol, affronta il Ravenna in trasferta nella 18esima e penultima giornata del girone d’andata del raggruppamento B.

Domenica 8 dicembre, con calcio d’inizio alle ore 15.00, i biancorossi saranno impegnati sul terreno del “Bruno Benelli” contro la formazione romagnola, reduce dal successo esterno in rimonta (1-2) conquistato in casa del Rimini nel posticipo di lunedì, dopo il pareggio interno con tre reti per parte con il Gubbio.

Lontano dal “Druso” la squadra di Stefani Vecchi ha raccolto ha raccolto 17 dei 32 punti che vanta in classifica e che equivalgono al quarto posto in classifica, in condominio con la Reggio Audace, ad un punto dal Padova, a tre dal Carpi e a sette dalla capolista Vicenza.

Pubblicità
Pubblicità

Il ruolino di marcia dell’FCS in trasferta è di 5 vittorie, segnatamente a Pesaro, a Fano, in casa dell’Arzignano, a Cesena e a Padova, 2 (pareggi a Rimini e sul campo dell’Imolese) e due sconfitte, in casa della Feralpisalò e a Trieste.

Il Ravenna occupa il 13esimo posto in classifica con 18 punti, frutto di 5 vittorie e tre pareggi (9 le sconfitte), di cui 8 nelle 8 gare interne (due successi, altrettanti pareggi, 4 sconfitte).

IN CAMPO

In casa biancorossa, il difensore Kevin Vinetot, assente domenica scorsa per squalifica, si è allenato a parte per un problema al ginocchio.

Si spera di recuperarlo per la trasferta in casa romagnola.

Dei lungodegenti biancorossi, Marco Crocchianti, dopo il recupero per i postumi dell’infortunio alla clavicola, ha iniziato ad allenarsi con la squadra.

Resta indisponibile Hannes Fink, a causa della ricaduta dall’infortunio (lieve e parziale lesione del tendine d’Achille) che lo tormenta ormai da diversi mesi. Il capitano sta lavorando ogni giorno, seguendo un apposito programma di recupero, per tornare in campo ad inizio 2020.

I NOSTRI AVVERSARI

Fondata nel 1913 come Unione Sportiva Ravenna, con il motto “Iterum rudent leones”, dopo numerose stagioni tra Promozione, Terza Divisione, Seconda Divisione e Prima Divisione, il club fece la sua prima apparizione nel mondo professionistico del calcio nel 1957/1958 con la prima partecipazione al campionato di Serie C, sfiorando la promozione. Il massimo livello mai raggiunto dal sodalizio romagnolo è la Serie B, conquistata per la prima volta in seguito alla vittoria del campionato di Serie C1 1992/1993. Nella stagione in B il d.s è Beppe Marotta, gli allenatori Claudio Onofri prima e Pierluigi Frosio poi, il bomber un giovane Bobo Vieri (12 gol). L’anno dopo, in C1, Marotta in cabina di regia con Rino Foschi, allenatore Alberto Cavasin prima e Adriano Buffoni poi, in difesa, tra gli altri William Viali, già allenatore dell’FCS, in regia Gadda a supportare Zauli. Ai playoff l’eliminazione da parte della Pistoiese. 1995/1996 il ritorno in B con l’esperto Giorgio Rumignani in panchina e Zauli ad ispirare il bomber bolzanino Stefan Schwoch (arrivato dal Livorno) che, con 21 reti, è tra gli artefici della promozione conquistata con largo anticipo. In panchina un emergente Walter Novellino, in rosa giocatori di esperienza, come Iachini e Luppi, centrando così la miglior stagione in serie cadetta: ottavo posto, nonostante tre punti di penalizzazione.

Nel 1997/98 in panchina parte Sandreani e chiude Santarini, conquistando salvezza e la riconferma, con il decimo posto nel 1999.

Nel 1999/2000 con Attilio Perotti alla guida tecnica, il Ravenna che si conferma ancora a metà classifica. Retrocessione l’anno dopo.

Poi una serie di vicissitudini societarie, fino al ritorno in B, coinciso con un campionato non particolarmente positivo.

La stagione 2007/2008 (ultima in B), con mister Dino Pagliari, timoniere della promozione avvicendato due volte da Franco Varrella, inizia bene ma finisce con il ritorno in Lega Pro Prima Divisione, finito al terzo posto con Gianluca Atzori alla guida, dietro al Cesena e Pro Patria, ma terminando, a sorpresa, i play-off promozione 2009 in semifinale contro la quarta classificata, il Padova. Ravenna vanta sette presenze tra i cadetti e 46 stagioni in terza divisione nazionale.

La vecchia società è fallita nel 2001 ed è stata rifondata come Ravenna Calcio.

Il 29 giugno 2012 è stata anch’essa dichiarata fallita e, di conseguenza, radiata dalla Figc.

E’ nata quindi una nuova associazione chiamata provvisoriamente Ravenna Sport 2019, ammessa in Promozione.

Il 9 agosto 2013, cambia denominazione diventando Ravenna Football Club, trasformandosi in Ravenna Football Club 1913 S.p.A. quando approda in terza divisione, nel 2017. Lo stadio di casa è il “Bruno Benelli” (poco più di 12mila posti) e i colori sociali sono il giallo ed il rosso. Settimo lo scorso anno, con uscita di scena al secondo turno dei playoff e 12esimo l’anno prima, a ritorno tra i professionisti con Mauro Antonioli al timone. Dal 2018 il tecnico è Luciano Foschi.

IL CAMMINO IN CAMPIONATO

Nelle prime 17 giornate del campionato in corso, la società romagnola, 13esima in classifica (settima l’anno scorso nel girone B) ha conquistato 18 punti (8 in casa, in 8 gare) con 19 reti realizzate e 29 subite, frutto di 5 vittore e 3 pareggi, 9 le sconfitte (19 reti all’attivo, 29 al passivo), di cui 2 vittorie (Vis Pesaro e Imolese a settembre), 2 pareggi (Cesena e Gubbio) e 4 sconfitte interne (Reggio Audace, Sambenedettese, Arzignano e Feralpisalò) con 10 reti realizzate e 13 subite al “Benelli”. Il miglior realizzatore è Manuel Nocciolini, seguito da Giuseppe Giovinco (5) e Michael D’Eramo (4). Il Ravenna proviene dal successo esterno (1-2) nel posticipo di lunedì sera in casa del Rimini, in rimonta: al 30’ Zamparo per i padroni di casa, nella ripresa al 25’ Giovinco e al 26’ D’Eramo.

 

EX DI TURNO

Non ci si sono ex tra i padroni di casa, mentre sono due i biancorossi con un trascorso a Ravenna. Mario Ierardi ha vestito la casacca giallorossa nella stagione 2017/2018 con 14 presenze in serie C, proveniente dalla Primavera del Genoa. Giordano Trovade, invece, nel Ravenna ha giocato lo scorso anno, totalizzando 23 presenze, con una rete, dopo l’esperienza fatta a Malta (Mosta) da gennaio a giugno 2018.

 

I PRECEDENTI IN CAMPIONATO

Sono otto i precedenti: 4 vittorie biancorosse, 2 pareggi e 2 successi dei romagnoli. Nel 2010/2011, in campionato, il 26 settembre successo biancorosso a Ravenna per 1-0 e, nel ritorno, vittoria romagnola 1-2 al “Druso”. Playout: FCs-Ravenna 1-0 a Bolzano all’andata il 29 maggio, 2-1 per i padroni di casa nel match di ritorno il 5 giugno. Campionato 2017/2018: andata 0-0 al “Druso” il 9 dicembre, ritorno il 28 aprile Ravenna-FCS 1-2 (17’ e 40’ Candellone, 48’ Marzeglia). Nel 20198/2019, il 28 settembre Ravenna-FCS 0-1 (30’ Fink), nel ritorno il 19 gennaio scorso FCS-Ravenna 1-1 (79’ Papa, 83’ Berardocco).

 

L’ARBITRO DELL’INCONTRO

Marco Monaldi di Macerata (Andrea Bianchini di Perugia e Andrea Cravotta di Città di Castello)

IL PROGRAMMA

Serie C Girone B – 18. Giornata (7-8-9.12.2019)

Sabato                                        07.12          20:45   Cesena – AJ Fano

Domenica                                   08.12          15:00   Padova – Imolese

Domenica                                   08.12          15:00   Piacenza – Rimini

Domenica                                   08.12          15:00   Ravenna – Südtirol

Domenica                                   08.12          17:30   Fermana – ArzignanoChiampo

Domenica                                   08.12          17:30   L.R. Vicenza – FeralpiSalò

Domenica                                   08.12          17:30   Triestina – Modena

Domenica                                   08.12          17:30   Virtus Verona – Reggio Audace

Domenica                                   08.12          17:30   Vis Pesaro – Carpi

Lunedì                                        09.12          20:45   Sambenedettese – Gubbio

 

Sport

Berretti, sconfitta in casa contro l’Albinoleffe. Un pareggio e una sconfitta per U17 e U15

Pubblicato

-

Nel weekend, sabato 18 e domenica 19 gennaio le formazioni Berretti, Allievi Under 17 e Giovanissimi Under 15 nazionali dell’FC Südtirol sono scese in campo per i rispettivi impegni.

La massima formazione giovanile ha ospitato l’Albinoleffe, subendo una sconfitta, pur disputando una buona gara, mentre le altre due compagini nazionali sono state impegnate sul campo del Carpi. In terra emiliana. Gli Allievi hanno pareggiato per 2-2, mentre i Giovanissimi hanno perso per 3-1. 

BERRETTI

Pubblicità
Pubblicità

Il campionato si è rimesso in moto, dopo poco più di un mese di sosta, con la 12esima giornata. I biancorossi di Giampaolo Morabito hanno affrontato in casa l’Albinoleffe, perdendo 0-2. La sfida, sul campo dell’FCS Center, è stata equilibrata e decisa da episodi a favore dei bergamaschi, tra i primi del girone e mediamente di un anno più “anziani” dei biancorossi.

Ospiti in vantaggio al 10’ con Fondi. Il raddoppio al 67’, quando il direttore di gara ha punito un intervento sulla palla di un biancorosso con il calcio di rigore che Berbenni ha trasformato, chiudendo di fatto una gara caratterizzata anche da un episodio da chiarire, ovvero le sostituzioni ospiti, avvenute in quattro soste.

FC SÜDTIROL – ALBINOLEFFE 0-2 (0-1)

FC SÜDTIROL: Grbic, Ronci (46’ Gambato), Colucci, Gabrieli, Sade, Jamai (78’ Simonetta), Calabrese, Truzzi (63’ Ghiotti), Bertuolo, Grezzani, Giocondo. (Pircher, Brunialti, Cernetti, Catino, Saad, Adi). All. Giampaolo Morabito.

ALBINOLEFFE: Carlini, Maffi (66’ Micheli), Bonazzi, Rodolfi, Bertocchi, Ghezzi, Regantini (80’ Cattaneo), Piccoli, Fondi (56’ Njie), Poma (63’ Baggetta), Berbenni. (Paganessi, Viganò, Giunta, Zoma, Muzio, Toure). All. Biava

ARBITRO: Tonini di Bolzano (Picca di Merano e Macri di Bolzano)

GOL: 10’ Fondi (A); 67’ rig. Berbenni (A).

UNDER 17 

L’under 17 di mister Paolo Goisis, dopo 3 vittorie consecutive, pareggia per 2-2 in casa del Carpi. Apre le marcature Forchigioni, pareggia a dieci dalla fine del fine primo tempo Sartori. Nella ripresa passano avanti i biancorossi con Margoni ma il Carpi pareggia con Sassi per il definitivo 2-2. 

CARPI – FC SÜDTIROL 2-2 (1-1)

CARPI: Ferretti, Malavasi, Mazzali, Deratti, Castorri, Dall’Asta, De Siati (90’ Rrushi), Macario, Mengoli (46’Albertini), Forchigione (90’ Libonati), Sassi (75’ Arcopinto). (De Prisco, Vitiello, Grassi, Grazia)

All. Alessandro Bertoni

FC SÜDTIROL: Pircher, Bacher, Sinn (84’ Bazzanella), Heinz, Sonnenburger, Bussi, Sartori, Cominelli (63’ Salaris), Violino (63’ Lohoff), Margoni (75’ Vasilico), Vinciguerra. (Marano, Hannachi)

All. Paolo Goisis

ARBITRO: Mozzillo Pasquale di Reggio Emilia 

GOL: 14’ Forchigioni (CAR), 35’ Sartori (FCS), 55’ Margoni (FCS), 59’ Sassi (CAR)

UNDER 15 

La squadra di mister Davide Reffatto perde per 3-1 in casa del Carpi. I padroni di casa passano in vantaggio con Parraccino, i biancorossi pareggiano su rigore con Rottensteiner ma gli emiliani tornano avanti, sempre dagli 11 metri, con Caligiuri a due minuti dalla fine del primo tempo. Nel finale di match il neo entrato Sollini sigla il definitivo 3-1.  

CARPI – FC SÜDTIROL 3-1 (2-1)

CARPI: Castellani, Amedei (64’ Caruso), Corradini, Carnevali, Jaouadi, Valentini, Sternieri (64’ Colistra), Caputo (64’ Bellinati), Parracino (49’Frazzoni), Caligiuri (70’ Marinelli), Ferrari (49’ Sollini) (Mantovan, Diazzi, Borsari)

All. Gian Loris Rossi

FC SÜDTIROL: Harrasser, Jakomet (66’ Theiner), Tschigg (49’ Giacomin Slemmer), Buccella, Rottensteiner, Prosch (49’Obexer), Loncini, Bruni (58’ Arman), Messner (58’ Reale), Uez (66’ Deporta), Straudi (36’ Guarnaccia) (Dregan, Villgrater)

All. Paolo Goisis

ARBITRO: Albrizio Amedeo di Bologna

GOL: 13’ Parracino (CAR), 30’ Rottensteiner (FCS), 33’ Caligiuri (CAR), 73’ Sollini (CAR)

Continua a leggere

Sport

Biathlon, Wierer torna sul podio: “La mia? Una passione tutta italiana”

Pubblicato

-

Dorothea Wierer riesce a conquistare il terzo posto per la 7.5 Km sprint della Coppa del Mondo di Biathlon di Ruhpolding, in Germania.

L’atleta altoatesina è riuscita a non commettere alcun errore al poligono, e come lei stessa ha ammesso “… è stato importante, sapevo che per fare il podio non avrei dovuto sbagliare“.

Vittoriosa della gara è stata invece  la 29enne norvegese Tiril Eckhoff, che è riuscita a concludere la gara quasi perfetta. Seconda invece la svedese Hanna Oeberg, arrivata con un distacco di 29”7. Wierer invece ha raggiunto il traguardo con un distacco di 36”8.

Pubblicità
Pubblicità

In questo momento Eckhoff è l’avversaria più pericolosa, ha commentato “però la storia del biathlon insegna che chi rincorre ha spesso la possibilità di recuperare. Adesso c’è il bisogno che si rimanga tutti concentrati, la norvegese è fortissima e si merita tutti i risultati che sta ottenendo”.

La mia gara sta andando bene, anche perché ho in questo periodo mi sta tornando un po’ di mal di schiena, ci sto lavorando con degli esercizi specifici”.

Insomma, l’atleta altoatesina riesce a riconquistare il podio a quasi un mese di distanza dal suo secondo posto ad Annecy del 22 dicembre.

Wierer ha sempre sottolineato il suo forte legame con l’Italia, recentemente in una intervista aveva detto:“La erre moscia è l’unica cosa forse non italiana. La mia passione è tutta italiana, sin dal cuore tricolore che ho messo sul fucile. Non vorrei essere mai rigida come una tedesca. Molti pensano che noi altoatesini non ci sentiamo italiani. Macché. E poi io adesso vivo a Predazzo, mi sono trasferita nel paese di mio marito.”

Continua a leggere

Sport

Südtirol, poker al Druso nella prima del nuovo anno

Pubblicato

-

L’FC Südtirol inizia il nuovo anno in casa conquistando i tre punti. Nella terza giornata del girone di ritorno del campionato di serie C girone B (22esimo turno) e nella prima gara interna del 2020, i biancorossi di Stefano Vecchi ospitano il Rimini, nel primo di due incontri casalinghi consecutivi ravvicinati e si impongono con un perentorio 4-1.

Dopo 7’ la prima rete: Tait avanza per vie centrali e, poco prima del limite dell’area ospite, imbecca sulla destra Mazzocchi, pronto a calibrare un perfetto rasoterra che si insacca sul palo più lontano per il vantaggio dei padroni di casa. Uno-due dei biancorossi di casa.

Al 10’ cross dalla sinistra di Fabbri, la palla, deviata, arriva sul destro di Simone Mazzocchi che insacca da un paio di metri e firma il decimo centro personale. Al 25’ accorciano i romagnoli: batti e ribatti in area Südtirol, la palla arriva sui piedi di Letizia in diagonale da distanza ravvicinata fa partire una conclusione dal basso in alto che finisce in rete.

Pubblicità
Pubblicità

Il tris dopo 18” dall’inizio della ripresa: è Marco Beccaro a raccogliere il cross di Tait e ad infilare di piatto alle spalle di Sala. Prima rete in biancorosso per il neo acquisto, in campo per la prima volta dall’inizio. Poker al 27’: Silvestro atterra in area Daniele Casiraghi: calcio di rigore. Dal dischetto batte lo stesso Casiraghi, destro potente e centrale, portiere spiazzato: 4-1.

Mercoledì 22 gennaio, al “Druso”, è in programma il recupero della prima giornata di ritorno (20esima) con la Vis Pesaro (calcio d’inizio alle ore 16.00).

MATCH PREVIEW

Ancora indisponibili in casa biancorossa capitan Fink e Crocchianti, entrambi vicino ormai al completo recupero. All’ultimo momento l’indisponibilità di Romero, che non va in panchina in quanto indisposto. Nel Rimini turno di squalifica per il neo acquisto Remedi.

Mister Vecchi presenta il 4-3-1-2 con tra i pali Taliento; in difesa Fabbri, Polak,Vinetot, Ierardi; Tait, Beccaro, Gatto, con Casiraghi dietro le punti Mazzocchi e  Petrella.

Giovanni Colella presenta il Rimini con il suo 3-4-2-1: Sala; Ambrosini, De Vito, Paramatti; Silvestro, Montanari, Agnello, Finizio; Letizia, Palma; Mendicino.

FC SÜDTIROL – RIMINI 4-1 (2-1)

FC SÜDTIROL (4-3-1-2): Taliento; Fabbri, Polak,Vinetot, Ierardi; Tait, Beccaro (32’ st Berardocco), Gatto (39’ st Gigli); Casiraghi (39’ st Trovade); Mazzocchi (39’ st Toci), Petrella (20’ st Rover).
A disposizione: Cucchietti, Grbic, Gabrieli, Turchetta, Davi, Alari.
Allenatore: Stefano Vecchi

RIMINI (3-4-2-1): Sala; Ambrosini (16’ st Ventola), De Vito, Paramatti; Silvestro, Montanari, Agnello (40’ pt Cigliano), Finizio (6’ st Messina); Letizia (6’ st Gerardi), Palma; Mendicino (16’ st Arlotti).
A disposizione: Santopadre, Picascia, Mancini, Pari, Lionetti.
Allenatore: Giovanni Colella

ARBITRO: Eugenio Scarpa di Collegno (Gabriele Bertelli di Busto Arsizio e Mattia Segat di Pordenone)

RETI: 7’pt 1:0 Mazzocchi (FCS), 10’ pt 2:0 Mazzocchi (FCS); 25’ pt 2:1 Letizia (R): 1’ st Beccaro (FCS), 27’ st rig. Casiraghi (FCS).

NOTE: cielo sereno, pomeriggio freddo, campo in discrete condizioni.
Ammoniti: 37’ pt Tait (FCS), 38’ pt Agnello (R), 43’ pt Ambrosini (R), 44’ pt Gatto (FCS); 9’ st Messina (R), 26’ Silvestro (R), 29’ Paramatti (R).
Angoli: 4-1 (2-0). Recupero: 1’ + 3’

Continua a leggere

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza