Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Società

Gioco legale, la Spagna segue l’Italia sul divieto di pubblicità

Pubblicato

-

“Tra pochi giorni il divieto pubblicità al gioco d’azzardo, vedrà annullati tutti i contratti di sponsorizzazione”. Parlava in questi termini il Ministro dei consumi spagnolo, Alberto Garzon, che in una lettera a oltre 25 società sportive comunicava le decisioni prese dal Consiglio dei Ministri sulla pubblicità del gioco.

Era l’ottobre del 2020 e la Spagna decideva di seguire l’esempio italiano, dove da anni è ormai attivo il Decreto Dignità, che cancellava qualsiasi possibilità di comunicazione legata al gioco. Il problema è che le nuove misure varate dal governo iberico si vanno ad innestare in un panorama che vanta un tasso di gioco problematico tra i più bassi d’Europa. Lo riportano i dati dell’associazione CeJuego, che cura gli interessi di gran parte del settore del gioco privato.

La svolta in negativo, in questo senso, è arrivata proprio nell’anno di approvazione della Legge Garzon, che avrebbe avuto come conseguenza la limitazione della pubblicità legata al gambling. A questa si sono aggiunte poi altre norme proibizioniste che hanno imposto limitazioni graduali al gioco privato, che non trovano riscontro in quello pubblico. Leggi che guardano proprio al caso italiano: l’Italia è infatti il primo tra i paesi dell’Unione Europea a varare leggi di questo tipo.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Ma quindi il nostro sistema di gioco è un modello a cui fare riferimento, un esempio virtuoso da seguire, oppure è uno specchietto per le allodole? In molti, all’estero, pensano che le conseguenze di una limitazione della pubblicità siano più negative che positive. In Italia, ad esempio, dal 2018 non hanno assolto il loro compito principale di risoluzione o abbassamento del gioco patologico, anzi, hanno portato all’esatto opposto. Senza una comunicazione chiara ed efficace, senza informazioni all’utente, sono in molti a finire nella rete del gioco illegale o del gioco problematico, come conferma questo articolo di Repubblica.

L’esempio dell’Italia, quindi, non appare di certo come un modello da seguire, anzi è la dimostrazione di come alcune misure proibizioniste non facciano altro che portare problemi, rischi e passi indietro. Passi indietro che un settore florido come quello del gioco non può di certo permettersi. Soprattutto nel periodo storico in cui ci troviamo a vivere.

Per questo la Spagna, forse, ha commesso un grave errore. Un errore che non sarà ripetuto in altri paesi, Regno Unito e Germania su tutti, che hanno ben chiaro come la comunicazione e l’informazione siano le armi principali per contrastare il gioco illegale e quello patologico.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

NEWSLETTER

Alto Adige3 settimane fa

Caldo torrido previsto in Alto Adige: da venerdì allerta rossa

Alto Adige4 settimane fa

Ancora un altro grande incendio boschivo in Alto Adige: oltre 150 vigili del fuoco impegnati nelle operazioni

Bolzano4 settimane fa

Malasanità: l’azienda sanitaria condannata a risarcire un milione di euro

Alto Adige3 settimane fa

Alto Adige, il fuoco non da tregua: scatta l’allarme per due nuovi incendi

Politica3 settimane fa

Mattarella accetta le dimissioni, finisce l’era del Governo Draghi: esecutivo in carica solo per gli affari correnti

Alto Adige2 settimane fa

Fiamme sull’Alpe di Siusi, attivato anche un elicottero per le operazioni di spegnimento

Alto Adige3 settimane fa

Fiamme e siccità: nuovi roghi sulle strade del Guncina e a Naz Sciaves

Politica4 settimane fa

Naz Sciaves, un invaso al posto delle installazioni dell’ex base Nato, Urzì: «Uno scempio, la Provincia ponga il veto»

Alto Adige2 settimane fa

Maltempo in Alto Adige, smottamenti, allagamenti e frane: oltre 100 gli interventi dei Vigili del Fuoco

Val Pusteria2 settimane fa

Auto sbanda sulla strada della val Pusteria e finisce ribaltata: una persona all’ospedale

Italia ed estero3 settimane fa

Codici: nuova vittoria in Tribunale contro Costa, ammessa la class action per la crociera “Le perle del Caribe” sulla Pacifica

Alto Adige4 settimane fa

Perde il controllo del trattore e finisce nel torrente: morto un contadino in Valle Aurina

Sport3 settimane fa

F.C. Südtirol saluta Alessandro Malomo che torna in Serie C con il Foggia

Italia ed estero4 settimane fa

Codici: attenzione ai finanziamenti e alle offerte delle carte revolving, numerosi i casi di decreti ingiuntivi nei confronti dei consumatori

Alto Adige2 settimane fa

La giungla dei bonus: sono 35 e vanno richiesti entro la fine del 2022

Archivi

Categorie

di tendenza