Connect with us

Società

I ricordi degli studi a Innsbruck: la mostra al Forte di Fortezza fino al 29 dicembre

Pubblicato

-

Studiato a Innsbruck. Ricordi di studentesse e studenti altoatesini” s’intitola la mostra temporanea inaugurata ieri mattina al Forte di Fortezza. L’esposizione, un omaggio all’Università di Innsbruck in occasione dei 350 anni dalla sua fondazione, approfondisce attraverso storie personali e oggetti-ricordo il forte legame tra l’ateneo e l’Alto Adige.

L’esposizione rimarrà allestita fino al 29 dicembre 2019 a riconoscimento della grande popolarità di cui l’Università di Innsbruck gode fra le studentesse e gli studenti altoatesini di ieri e di oggi.

Dei complessivi 12.500 che attualmente studiano in Italia e in Austria, infatti, circa 3.600, pertanto un terzo abbondante, studiano all’Università di Innsbruck.

Pubblicità
Pubblicità

Nell’arco di sei mesi, anche con l’ausilio di riprese audio e video, sono stati raccolti moltissimi oggetti e ricordi personali. Fra le tante risposte all’appello sono stati alla fine selezionati 40 “oggetti” che con la loro storia rappresentano in modo speciale la vita di tutti coloro che hanno studiato a Innsbruck.

Oggetti, storie e riflessioni sono suddivisi in 15 sezioni tematiche. Particolare attenzione è riservata a eventi determinanti della storia che lega l’Alto Adige all’Università di Innsbruck. I temi vanno da Valicare il confine, ad Abitare diversamente, Superare gli esami e Potere alle donne, fino ad Impegnarsi per gli altri e Una degna conclusione.

Dalle memorie e dalle soffitte è emerso il materiale più svariato: dalla fotografia dei coinquilini dell’appartamento condiviso intenti al lavaggio settimanale dei piatti, alla dichiarazione del proprio impegno politico in veste di presidente dell’Associazione Universitaria Sudtirolese, alla borsa con cui si facevano passare di nascosto i viveri attraverso il Brennero, fino al preparato per una specie ladina di ragni o all’ascia a margini rialzati risalente all’età del Bronzo in prestito dal Museo di Fließ (due scoperte avvenute durante gli studi), o ancora al diario di una spedizione archeologica in Iraq. 

Il documento più vecchio di tutta la mostra è il diploma di Maria Huber di Fundres, che concluse la sua formazione in ostetricia nel 1897 presso la facoltà di medicina dell’Università di Innsbruck. Ania Viero di Bolzano, classe 1996, campionessa provinciale di Poetry Slam 2018, al quarto anno di studi a Innsbruck, è invece la più giovane studentessa ad aver contribuito alla mostra.

È la sua coinvolgente video-performance, Kinderabhängige Eltern, visibile nella prima sala, a dare il via a questa mostra che prosegue ammiccante e nostalgica, invitando visitatori e visitatrici a ricordare con un sorriso i propri anni di studio all’università e i racconti e cliché sulla vita da studenti.

 

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

  • Illuminazione stradale accesa dal vento delle auto con l’innovativa di Turbine Light
    Con l’aumento di strade, autostrade e di reti viarie che necessitano di essere illuminate l’intera giornata, il fabbisogno energetico risulta essere in continuo aumento, costringendo a cercare diverse alternative per soddisfare e integrare le mutevoli esigenze di mercato. Uno dei problemi principali nel coprire la gestione territoriale urbana di reti periferiche e di grandi autostrade, […]
  • Auto elettriche, ricarica rapida: arriva la batteria del futuro che “fa il pieno” in cinque minuti
    I veicoli elettrici con tutti i loro vantaggi legati ai livelli di prestazioni e di emissioni, stanno diventando una componente essenziale per affrontare la crisi climatica internazionale. Un passo da compiere quasi inevitabile e già avviato in molti Paesi con l‘avvio di sussidi per l’acquisto di veicoli elettrici, ma ancora scoraggiato dai lunghi tempi di […]
  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]
  • Thun: l’atelier creativo simbolo di Bolzano e dell’Alto Adige
    La storia di THUN ha inizio nel 1950 con la nascita del primo Angelo di Bolzano, la dolce figura ceramica che Lene Thun modellò guardando i figli che dormivano. Oggi l’Angelo è universalmente riconosciuto come simbolo dell’Alto Adige e della città di Bolzano, ed è presente in moltissime case italiane ma non solo. Negli anni […]
  • “ Kalabria Coast to Coast”: un cammino di 55 km per vivere la vera essenza della Calabria
    La Calabria è la regione dove mare e montagna sono così vicini da poter essere vissuti nella stessa giornata: caratteristica unica e particolare che ha spinto la nascita di “Kalabria Coast to Coast”, un percorso naturalistico di 55 km da assaporare a passo lento tra filari di vite, distese di ulivi, boschi e piccoli caratteristici […]

Categorie

di tendenza