Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Merano

Merano: trasporto pubblico, il futuro è elettrico

Pubblicato

-

Condividi questo articolo




Pubblicità

In questi giorni SASA sta sperimentando a Merano un altro bus elettrico per poter preparare il bando di gara finalizzato all’acquisto di mezzi pubblici con questo sistema di propulsione.

L’obiettivo è utilizzare i minibus elettrici in città già nel 2020.

Il Piano urbano del traffico di Merano, ma soprattutto il Piano provinciale della mobilità, prevede la progressiva elettrificazione dei mezzi del trasporto pubblico.

I bus a idrogeno e a motore elettrico contribuiranno a diminuire l’inquinamento atmosferico e tutelare il clima.

Allo stesso tempo questi mezzi renderanno il trasporto pubblico più attraente.

Un passo indispensabile perché anche a Merano, come in tanti altri Comuni altotaesini, i valori limite di NO2 vengono superati.

Nelle cosiddette strade-canyon, ovvero lungo le vie densamente edificate e trafficate, i mezzi motorizzati possono produrre fino al 70% del biossido di azoto presente nell’aria che respiriamo.

In riva al Passirio gli sforamenti nella concentrazione di NO2 si verificano fra l’altro in piazza Teatro, in via Laurin e in via Rezia.

È quindi necessario un salto di qualità nel servizio di trasporto pubblico che consenta di evitare l’introduzione di divieti di circolazione per i mezzi diesel.

Un provvedimento altrimenti irrinunciabile per salvaguardare la salute pubblica.

Merano intende svolgere un ruolo pionieristico nel settore della mobilità sostenibile. Ci impegneremo affinché i bus in servizio sulle linee linee pubbliche vengano al più presto convertiti a motorizzazioni ecologiche“, ha ribadito il sindaco Paul Rösch.

A questo scopo SASA sta testando diversi veicoli innovativi: nel mese di maggio il bus elettrico Aptis è stato sperimentato nel tratto fra la stazione e il centro. A fine novembre oltre 2.600 persone hanno avuto modo di provare, per la prima volta in Italia, un bus elettrico a guida autonoma.

Da diversi mesi è in servizio, sulla linea Lana-Merano, un autobus elettrico di diciotto metri.

In questi giorni SASA sta invece testando un minibus elettrico impiegato anche a Genova.

Nel corso delle prove vengono verificate le prestazioni del mezzo e nelle prossime settimane lungo le strade meranesi sarà possibile vedere circolare altri modelli di bus del futuro.

L’obiettivo dei test – ha spiegato Alex Pennati, responsabile delle linee SASA – è stabilire i requisiti che i mezzi devono avere per poter svolgere un servizio efficiente a Merano e prevederli nel bando di gara“.

I primi mininus a batterie dovrebbero circolare in riva al Passirio già nel corso del 2020.

Il Piano urbano del traffico prevede che questi minibus elettrici transitino – in via sperimentale per un anno – lungo corso Libertà. Al termine della fase di prova si deciderà come collegare i portici e il rione Steinach al sistema del trasporto pubblico“, ha precisato l’assessora alla mobilità Madeleine Rohrer.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

NEWSLETTER

Trentino5 ore fa

Orsi: approvato il DDL, potranno essere abbattuti fino a otto esemplari l’anno.

Alto Adige9 ore fa

Giovane sciatore 16enne perde la vita in una valanga a Plan in val Passiria

Trentino14 ore fa

Scontri alla protesta Stop Casteller: tensioni in Consiglio provinciale

Bolzano14 ore fa

Due arresti per rapina e aggressione: stranieri in possesso di droga saranno espulsi

Bolzano14 ore fa

Bolzano: sette espulsioni di stranieri e altre operazioni di contrasto alla criminalità

Politica16 ore fa

Arno Kompatscher pronto a guidare la Südtiroler Volkspartei in un momento critico

Alto Adige19 ore fa

Nuova perizia del sonno richiesta per il pizzaiolo accusato di omicidio

Bolzano19 ore fa

Furti seriali nei garage di via Alessandria, svaligiate le cantine delle palazzine Ipes

Val Pusteria20 ore fa

Ambientalisti si oppongono al progetto della nuova rotatoria a Valdaora-Anterselva

Trentino20 ore fa

Dibattito acceso a Trento sul destino degli orsi: la proposta di legge che fa discutere

Consigliati1 giorno fa

Cosa mettere nel beautycase di Primavera? Tutti i consigli per una pelle idratata e glow, pronta per l’arrivo della nuova stagione!

Sport1 giorno fa

Il Bolzano conquista la prima vittoria nei quarti di finale superando il VSV per 5 a 2

Alto Adige1 giorno fa

Polizia di Stato e Corpo Forestale insieme per la sicurezza sulle piste di sci

Trentino2 giorni fa

Nuovi gravissimi insulti agli abitanti del Trentino dall’estremismo animalista

Italia ed estero2 giorni fa

Chico Forti in Italia: attesa potrebbe durare ancora settimane o più di due mesi

Bolzano3 settimane fa

Fisioterapista aggredita a Bolzano con una coltellata alla gola

Italia ed estero3 settimane fa

Orrore per una tragedia familiare: uomo uccide moglie e due figli

Alto Adige4 settimane fa

Corte d’appello di Venezia ammette definitivamente class action contro Banca Popolare dell’Alto Adige (Volksbank): le scadenze

Società3 settimane fa

Edilizia abitativa agevolata: approvato il nuovo programma di interventi

Politica4 settimane fa

Arno Kompatscher esclude il doppio ruolo di presidente e segretario della Svp

Merano4 settimane fa

Straniero dà in escandescenza: guardia giurata aggredita a bottigliate finisce in ospedale

Politica4 settimane fa

Philipp Achammer lascia la guida della Svp dopo dieci anni

Alto Adige2 settimane fa

Albert Stocker, 73 anni, è morto: sospetto attacco di un cane o di un lupo

Società4 settimane fa

Protezione Civile: allerta per i rischi dei laghi ghiacciati e il caldo anomalo

meteo4 settimane fa

In arrivo un lungo weekend di pioggia, ecco dove arriverà la neve

Politica4 settimane fa

Fondi per l’agricoltura salgono a 8 miliardi con l’annuncio di Giorgia Meloni

Laives3 settimane fa

Incidente stradale a San Giacomo: ciclista 60enne ferito gravemente

Merano4 settimane fa

La tragedia al San Rossore: il fantino Dominik Pastuszka perde la vita dopo una caduta

Trentino4 settimane fa

ISPRA: via libera all’uccisione dell’orso confidente, ecco il motivo

Alto Adige4 settimane fa

L’interminabile attesa nei corridoi della sanità altoatesina

Archivi

Categorie

più letti