Connect with us

Oltradige e Bassa Atesina

Momenti di paura per una famiglia al Rione Goller, Bronzolo. Vicino di casa denunciato dai Carabinieri

Pubblicato

-

Condividi questo articolo

Verso le 22:30 di ieri una famiglia residente al Rione Goller nell’abitato di Bronzolo ha richiesto l’aiuto del 112, perché un uomo stava insistentemente bussando alla loro porta di casa. L’equipaggio della pattuglia del radiomobile di Egna, giunto tempestivamente sul posto, prende contatti con la richiedente, residente al pian terreno, la quale riferisce di aver problemi con un condomino che abita nell’appartamento al piano superiore.

Nel dettaglio della vicenda, la donna ha fatto notare al vicino di non gradire che lo stesso “sputasse” nel suo giardino ma, per tutta risposta, l’uomo è sceso a bussare con fare minaccioso alla sua porta e la donna si è molto spaventata, anche perché in quel momento aveva in casa i nipotini. Tra l’altro pare che non fosse neanche la prima volta.

I militari, dopo aver verificato che la situazione si fosse calmata, hanno ripreso il servizio. Dopo pochi minuti, però, giunge una nuova richiesta di aiuto da parte della medesima signora e la centrale operativa della Compagnia di Egna dispone all’equipaggio di tornare sul posto, unitamente ad una seconda pattuglia della stazione di Laives.

Pubblicità - La Voce di Bolzano



Attiva/Disattiva audio qui sotto

Pubblicità - La Voce di Bolzano

I carabinieri trovano quindi l’uomo in strada, un bolzanino quarantaseienne residente a Bronzolo che, in evidente stato di alterazione, urlava pesanti insulti all’indirizzo della vicina di casa, disturbando poi tutto il vicinato. I militari hanno cercato di riportare alla calma il soggetto che, con aria di sfida si metteva a pochi centimetri dalla faccia del carabiniere, cercando addirittura di riprendersi il documento dichiarando che non aveva tempo da perdere e che voleva andare a dormire. Nel frattempo è giunto sul posto anche il cugino dell’uomo, che ha provato a calmarlo ma per tutta risposta ha ricevuto un pugno al volto. Con non poca difficoltà i militari sono riusciti a riportare la calma, dopo che l’uomo ha continuato per tutto il tempo a bestemmiare e offendere i militari.

Non nuovo a simili episodi, il quarantaseienne è stato denunciato per oltraggio a pubblico ufficiale, disturbo della quiete pubblica, bestemmia, ubriachezza molesta. La sua posizione, attualmente, è al vaglio della Magistratura bolzanina.

Pubblicità - La Voce di BolzanoPubblicità - La Voce di Bolzano

NEWSLETTER

Oltradige e Bassa Atesina2 settimane fa

Crea caos sull’autobus e poi al Pronto Soccorso, dove sferra una testata al vigilantes. Arrestato dai Carabinieri

Sport2 settimane fa

Podio alla prima stagionale per Manuela Gostner nel Ferrari Challenge Europe

Eventi2 settimane fa

Promosso a pieni voti l’inverno: Movimënt si prepara a un’estate di novità

Trentino2 settimane fa

La sfida lanciata dal modello cooperativo all’industria discografica. Se ne parla al Festival dell’Economia di Trento

Eventi2 settimane fa

Decimo anniversario della campagna di sensibilizzazione MutterNacht 2024. Sabato 11 maggio la giornata d’azione

Alto Adige4 settimane fa

Pronti a “pescare” le offerte dei fedeli con metro a nastro e scotch biadesivo in Chiesa: segnalati alle autorità

Alto Adige4 settimane fa

Proseguono a raffica arresti, denunce e tre decreti di espulsione anche in un 25 aprile “tranquillo”

Alto Adige2 settimane fa

Giustizia riparativa: Kofler: «uno strumento efficace per la nostra comunità»

Consigliati3 settimane fa

Scommesse sportive con deposito minimo basso

Bolzano2 settimane fa

Aggressione a un medico al pronto soccorso: nigeriano con precedenti penali denunciato

Oltradige e Bassa Atesina3 settimane fa

Crede di trovarsi di fronte ad un’occasione imperdibile, ma è tutta una truffa

Società4 settimane fa

Quindici giovani talenti della ricerca scientifica: workshop interdisciplinare Laimburg-Berlino

Laives2 settimane fa

Impianto sportivo Galizia a Laives, con la Provincia aperto il discorso per la riqualificazione totale

Bolzano4 settimane fa

Tentano la rapina e scatta una rissa. Espulsi tre cittadini marocchini

Alto Adige4 settimane fa

Espulsi madre e figlio per violenze sessuali, riti magici, obbligo del velo e lesioni sulla giovane moglie e nuora

Archivi

Categorie

più letti