Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Bolzano

Mufloni in Ato Adige: avvistati greggi che minaccerebbero fauna e flora locali

Pubblicato

-

Una guardia forestale dell’Ufficio caccia e pesca la scorsa settimana ha avvistato 13 esemplari di muflone nella riserva di Andriano e ha effettuato un prelievo.

È da circa un anno, ovvero dal tardo inverno 2018, che nella zona di Appiano e dintorni stanziano più greggi di mufloni“, fanno presente il direttore e il vicedirettore dell’Ufficio caccia e pesca, Luigi Spagnolli e Andreas Agreiter sottolineando che “è escluso che gli animali siano giunti in modo naturale in territorio altoatesino dalla confinante provincia di Trento. Fattori contrari a questa ipotesi sono il fatto che i mufloni sono animali stanziali e che uno spostamento spontaneo attraverso la Mendola sarebbe stato difficile a causa della neve, elemento non adatto per il muflone“.

Il muflone, (ovis musimon) appartenente alla famiglia dei bovidi, vive in greggi sui pascoli montani e negli arbusteti d’alta quota dove bruca graminacee e altre erbe. I maschi adulti hanno corna a spirale e un mantello marrone rossastro con due grosse macchie chiare sui fianchi, mentre le femmine sono di taglia inferiore con corna piccole o assenti.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Originario del territorio dell’Asia Minore e del Caucaso, in Italia fu introdotto nell’antichità in Corsica e in Sardegna, e in epoca più recente sul continente, come anche in altre aree dell’Europa centrale per scopi venatori.

Si tratta pertanto di una specie non autoctona che non solo va ad occupare gli habitat degli ungulati locali, quali cervo, camoscio e capriolo ponendosi in concorrenza con loro, ma che inoltre, è incline a scortecciare le piante giovani in misura maggiore.

Per ragioni ecologiche la diffusione di specie di animali selvatici non autoctone, e quindi del muflone, in Alto Adige non è vista di buon occhio e viene contrastata“, affermano Spagnolli e Agreiter.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Il prelievo del muflone, a cura esclusiva degli organi di tutela della caccia, è previsto e autorizzato dal decreto dell’assessore provinciale alle foreste del 1997.

Facendo riferimento a questo decreto è avvenuto il recente prelievo del muflone ad Andriano. In modo analogo si opera già da anni nell’area dello Sciliar e del Catinaccio dove giungono esemplari di muflone dalla vicina val di Fassa.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

NEWSLETTER

Alto Adige3 settimane fa

Caldo torrido previsto in Alto Adige: da venerdì allerta rossa

Alto Adige4 settimane fa

Ancora un altro grande incendio boschivo in Alto Adige: oltre 150 vigili del fuoco impegnati nelle operazioni

Alto Adige3 settimane fa

Alto Adige, il fuoco non da tregua: scatta l’allarme per due nuovi incendi

Politica3 settimane fa

Mattarella accetta le dimissioni, finisce l’era del Governo Draghi: esecutivo in carica solo per gli affari correnti

Alto Adige2 settimane fa

Fiamme sull’Alpe di Siusi, attivato anche un elicottero per le operazioni di spegnimento

Alto Adige3 settimane fa

Fiamme e siccità: nuovi roghi sulle strade del Guncina e a Naz Sciaves

Val Pusteria2 settimane fa

Auto sbanda sulla strada della val Pusteria e finisce ribaltata: una persona all’ospedale

Alto Adige2 settimane fa

Maltempo in Alto Adige, smottamenti, allagamenti e frane: oltre 100 gli interventi dei Vigili del Fuoco

Italia ed estero3 settimane fa

Codici: nuova vittoria in Tribunale contro Costa, ammessa la class action per la crociera “Le perle del Caribe” sulla Pacifica

Sport3 settimane fa

F.C. Südtirol saluta Alessandro Malomo che torna in Serie C con il Foggia

Alto Adige4 settimane fa

Perde il controllo del trattore e finisce nel torrente: morto un contadino in Valle Aurina

Italia ed estero4 settimane fa

Codici: attenzione ai finanziamenti e alle offerte delle carte revolving, numerosi i casi di decreti ingiuntivi nei confronti dei consumatori

Alto Adige2 settimane fa

La giungla dei bonus: sono 35 e vanno richiesti entro la fine del 2022

Società3 settimane fa

Top 5: ecco le caratteristiche dei migliori casinò online italiani

Alto Adige4 settimane fa

Codici: dalla truffa alla contraffazione, attenzione agli acquisti di pellet

Archivi

Categorie

di tendenza