Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Politica

Noi cultura dell’imposizione? Urzì: “Basta attentare alla nostra identità”

Pubblicato

-

Ha battagliato a lungo Alessandro Urzì nel corso dei due dibattiti che a distanza di qualche settimana si sono tenuti nell’aula del Consiglio provinciale sull’approvazione o meno degli emendamenti di Sued Tiroler Freiheit per la cancellazione dei termini “altoatesino” e “Alto Adige”.

L’emendamento di Stf discusso venerdì e sostenuto dalla Svp, è passato nonostante i voti contrari di Verdi, Partito Democratico, L’Alto Adige nel cuore/FdI e Lega. Astenuti i consiglieri del Team Koellensperger.

La motivazione per la cancellazione dai documenti ufficiali europei è che la terminologia finora usata per il riconoscimento di un territorio e di un’intera etnia sia espressione di una cultura dell’imposizione, con chiaro riferimento al fascismo.

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Al comma 2 e in altre parti della legge era invece stata lasciata la parola Alto Adige con una sorta di compromesso che mi ha lasciato basito“, ha dichiarato Urzì al blog culturale e di analisi politica La Vedetta d’Italia.

Si è dunque chiesto cosa sarebbe successo se un qualsiasi consigliere di lingua italiana avesse auspicato di non utilizzare più la denominazione Südtirol ma la denominazione “autonome Provinz Bozen”, in quanto “Südtirol” risulta un termine politicamente e culturalmente molesto.

Al nostro giornale, Urzì ha dichiarato: “La denominazione Alto Adige è espressione di identità per gli italiani. Negarla, significa negare il diritto stesso degli italiani di essere parte del nostro territorio, ed è un affronto sul piano anche personale che non trova alcuna giustificazione in alcun ragionamento politico. L’essere rimasti insensibili al monito che avevo posto in Consiglio prima del voto testimonia a maggior ragione una volontà politica che è quella di voler perseguire una estraniazione degli italiani dell’Alto Adige dal diritto a sentirsi parte fondamentale della comunità“.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Kompatscher si sarebbe permesso di dire in aula, davanti all’intera assemblea dei consiglieri presenti e con un chiaro atto personalistico, che il termine Alto Adige non sarebbe da lui prediletto. Urzì conferma questa indiscrezione e aggiunge anche che il Landeshauptmann avrebbe detto: “Io intervengo a titolo personale per affermare che secondo il mio punto di vista dovrebbe essere usata in italiano solo la denominazione Sudtirolo“.

Questo avrebbe provocato in aula un indurimento dei toni, con il rimprovero da parte del consigliere di L’Alto Adige nel cuore che lo avrebbe invitato “in qualità di presidente della Giunta e presidente della Provincia con a fianco i componenti italiani della Giunta provinciale, ad evitare di affermare che il suo intendimento politico sarebbe quello di snaturare gli italiani dell’Alto Adige“.

Come giudica la posizione di eccessiva prudenza della Lega in questa situazione?

Io non credo affatto che questa sia la posizione della Lega sia a livello locale che nazionale – sottolinea Urzì – . Credo altresì che un chiarimento sarà assolutamente necessario con i colleghi. Gli italiani in Giunta provinciale sono presenti non solo come parte politica, ma anche in quanto italiani. E’ dunque fondamentale che essi siano chiamati a rappresentare la posizione di tutti i consiglieri non leghisti e gli interessi di tutti gli italiani dell’Alto Adige, che in provincia non vogliono che si cancelli la loro identità“.

E conclude: “Senza mettere in discussione la possibilità di alleanze future proprio per la stima che ho nei confronti dei consiglieri leghisti, li inviterei a un maggiore impegno di rappresentanza dell’intera comunità. Una verifica su questo, anche in vista dei futuri impegni comuni, sarà assoutamente necessaria con loro“.

 

NEWSLETTER

Bolzano1 settimana fa

Tragico incidente a Bolzano: donna muore investita da un camion

Ambiente Natura3 settimane fa

Zone a rischio: due terzi dei Comuni dotati di un piano valido

Bolzano2 settimane fa

Bolzano: sanzionate due discoteche per irregolarità

Bolzano1 settimana fa

Ennesimo incidente grave in piazza Mazzini: Fratelli d’Italia aveva già segnalato la pericolosità dell’incrocio

Alto Adige5 giorni fa

Il Servizio strade è pronto per le imminenti nevicate

Alto Adige4 settimane fa

Escursioniste incontrano un branco di lupi in Val d’Ultimo: li allontana solo l’arrivo dell’elicottero

Bressanone2 settimane fa

Bressanone: 229 tonnellate di indumenti usati all’anno sono troppe per indumenti di qualità

Alto Adige5 giorni fa

La Provincia cerca ispettori amministrativi, domande entro il 20 dicembre

Bolzano2 settimane fa

Maxi operazione antidroga della Squadra Mobile: 25 arresti -IL VIDEO

Bolzano5 giorni fa

Inquinamento, dal 1 gennaio 2023 a Bolzano scattano i divieti anche per i diesel Euro 3

Bolzano3 giorni fa

Bolzano, individuato il ladro di abiti firmati grazie alle telecamere: espulso un tunisino irregolare

Politica1 settimana fa

Violenza tra minori, revocare gli alloggi sociali in conseguenza di reati che destano allarme sociale, mozione di Galateo (FdI) in Provincia

Valle Isarco2 settimane fa

Il bis dell’Ibis a Vipiteno

Alto Adige2 settimane fa

Bollettino di allerta: attese le prime nevicate in Alto Adige

Politica3 settimane fa

Sicurezza sul lavoro: nominato il nuovo Comitato di coordinamento

Archivi

Categorie

di tendenza