Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Merano

Nuova sede Alperia a Merano: ecco il progetto

Pubblicato

-

In data odierna è stata presentata la nuova sede Alperia di Merano, che verrà realizzata in via Scuderie, in prossimità dell’ippodromo e della stazione ferroviaria di Maia Bassa.

Pertanto si è concluso il concorso pubblico di progettazione internazionale indetto da Alperia, con il patrocinio di Fondazione Inarcassa, la fondazione della cassa nazionale ingegneri ed architetti.

Il progetto vincitore è quello dell’Associazione temporanea di Imprese composta dallo Studio Cecchetto di Mestre, per la parte progettuale edile, lo Studio di ingegneria Von Pföstl & Helfer Srl di Lana (BZ) per la progettazione statica, Steam Srl di Padova per la progettazione d’impianti e lo studio associato CZ di Paolo Ceccon Laura Zampieri Architetti per la progettazione paesaggistica.

Pubblicità - La Voce di Bolzano



Attiva/Disattiva audio qui sotto

Pubblicità - La Voce di Bolzano

L’edificio ospiterà circa 300 collaboratori di varie società del Gruppo Alperia, nonché uffici, aree tecniche e magazzini di Edyna, la società di distribuzione del gruppo.

Il budget approvato per l’intera opera è di circa 25 milioni di Euro (IVA esclusa). Alla fase di concorso segue ora la fase di progettazione definitiva ed esecutiva che si svilupperà nel 2020.

Successivamente nel corso del prossimo anno verranno indette le gare di appalto per la costruzione. Il cantiere partirà quindi nel 2021 e l’opera sarà terminata nel corso del 2023.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

In sede di concorso, al quale hanno partecipato più di 50 team locali, nazionali ed internazionali, è stata posta particolare attenzione all’efficienza energetica dell’edificio che punterà alle più qualificanti certificazioni energetiche esistenti (secondo gli standard internazionali come LEED Platinum o Gold e nazionali come CasaClima) oltre alle certificazioni volte al benessere dei collaboratori che lavoreranno nella nuova sede (certificazioni internazionale WELL e CasaClima Work and Life), nonché ad aspetti quali la sostenibilità dell’edificio, la domotica e soluzioni di Smart living, la flessibilità degli spazi e l’integrazione della nuova struttura nel contesto urbanistico esistente e futuro della città di Merano, con ampi spazi dedicati al verde.

Architettura e paesaggio

Per la nuova sede di Alperia si è proposta un’architettura che nasce dal paesaggio e ne riprende gli elementi essenziali quali l’acqua e gli spazi verdi.

Entrambi fonti di benessere ed energia, questi sono elementi costitutivi della composizione architettonica, e parte fondamentale della filosofia aziendale di Alperia, che mette la tecnologia e l’energia a servizio dell’ambiente.

Quella che si propone inoltre, come richiesto dal bando, è anche un’architettura iconica, riconoscibile e in qualche modo replicabile, nei suoi elementi essenziali, acqua e giardino pensile.

Un prototipo sperimentale, la prima tessera di un “parco urbano”, che può ridisegnare, dare ordine all’area circostante, dove caserme, rive del fiume, stazione, ippodromo, stalle ed edifici residenziali ed industriali non riescono a dialogare, creando un luogo confuso “non ancora finito”, alla ricerca della propria identità, ma di grande valore strategico per il futuro di Merano.

Merano Verde

La nuova sede di Alperia ed Edyna è concepita come un primo tassello di una città di nuova concezione, una “Merano Verde” ad esclusivo uso pedonale e ciclabile, dove spazi ricreativi, percorsi pedonali e aree di sosta, architetture residenziali, attrezzature collettive e commerciali si integrano con il verde attorno e il paesaggio circostante.

Un tessuto verde capace di connettere l’area con il centro città.

La nuova sede di Alperia e di Edyna

Come richiesto gli edifici di Alperia ed Edyna sono separati anche se comunicano tra loro nel piano interrato destinato a parcheggio. Questo sostiene una grande vasca d’acqua, poco profonda, dove gli edifici si specchiano e sembrano “galleggiare”.

Gli uffici di Alperia sono posti al centro, in un edificio alto 22 metri con pianta ellittica, che fa da perno a tutta la composizione mediante una passerella che attraversa lo specchio d’acqua.

L’edificio di Edyna è invece molto più basso e parzialmente interrato, con entrata pedonale dalla “strada parco”. Questo ha una copertura “a verde”, un giardino pensile ad uso collettivo, con i tipici arbusti della fascia subalpina, come il ginepro e il pino mugo, alternati alla prateria e al giardino roccioso.

Un giardino botanicosospeso” che permette di apprezzare la ricchezza della vegetazione alpina.

NEWSLETTER

Benessere e Salute11 minuti fa

Posti vacanti in medicina generale e per pediatri di libera scelta

Alto Adige17 minuti fa

Servizio meteo provinciale: mese di settembre più caldo della media

Valle Isarco2 ore fa

Controlli nelle malghe: individuate diverse inadempienze, sanzioni per 31mila euro

Alto Adige2 ore fa

Furti di e-bike, deferiti in stato di libertà 3 giovani cittadini stranieri per ricettazione

Bolzano4 ore fa

Latitante condannato a Bolzano per ricettazione, arrestato a Napoli

Scienza e Cultura5 ore fa

Museo di Scienze Naturali dell’Alto Adige: escursione micologica gratuita a Castelvecchio

Sport5 ore fa

Sabato 7 ottobre la seconda Beyond Challenge: il percorso fitness a ostacoli per tutti

Ambiente Natura5 ore fa

Gestione rifiuti organici: l’Alto Adige illustra le buone pratiche

Benessere e Salute5 ore fa

Due giornate sulla Depressione: il primo e il 21 ottobre 2023 con il Primario Roger Pycha su cause, trattamenti e possibilità di aiuto

Scienza e Cultura6 ore fa

Lupi & altri: un ambiente, molti protagonisti

Merano6 ore fa

Merano: elezioni Consulta giovani, candidature entro il 15 ottobre

Arte e Cultura7 ore fa

La Lunga Notte dei Musei di Bolzano il 6 ottobre

Benessere e Salute7 ore fa

«Una buona giornata è quando nessuno si è fatto male»: la storia di Emanuel Plaickner, affetto dalla malattia “ossa fragili”

Alto Adige7 ore fa

Incontro di “Alto Adige sociale“ con il Governatore Kompatscher

Merano8 ore fa

Merano: a fuoco un’autovettura in un garage interrato

Bolzano2 settimane fa

Bolzano, all’aeroporto arriva Brad Pitt: vacanza o viaggio di lavoro?

Alto Adige3 settimane fa

Tragico incidente in moto sulla Mebo, morto un moticiclista

Merano3 giorni fa

Rapina al Centro Commerciale e aggressione, arrestati due magrebini pregiudicati e senza fissa dimora

Alto Adige4 settimane fa

Trovato il corpo del sub residente in provincia di Bolzano: era scomparso nel Garda

Bolzano3 settimane fa

Bollini colorati per la sosta: attenzione alla scadenza

Alto Adige4 settimane fa

Mendola: schianto moto bici, un morto e un ferito grave

Bolzano2 settimane fa

Bolzanoinbici 2023: domenica 24 settembre la 27a edizione, città chiusa al traffico motorizzato dalle 9.30 alle 16.30

Alto Adige3 settimane fa

Muore dopo il lancio con la tuta alare: in corso l’identificazione del giovane

Oltradige e Bassa Atesina4 giorni fa

Scontro tra auto e moto sulla SS. 12, grave un ristoratore 53 enne

Alto Adige2 settimane fa

Processo Benno Neumair: lui non è in aula, ma fuori dal Tribunale due borse abbandonate, ora in corso di accertamento

Merano3 settimane fa

Biciclette all’asta al centro sportivo e ricreativo di Sinigo

Bolzano3 settimane fa

Laura Battisti è la nuova Primaria di Pediatria dell’ospedale di Bolzano

Bolzano4 settimane fa

Bolzano: arrestato per rapina un cittadino kosovaro

Bolzano3 settimane fa

Bolzano: arrestato per furto un extracomunitario in flagranza di reato

Bressanone1 settimana fa

«Ascolta, sta piangendo!»: la storia dell’infermiera Claudia Costanzo e della piccola Lorena

Archivi

Categorie

più letti