Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Valle Isarco

Palestra di roccia, nuove vie grazie agli Alpini

Pubblicato

-


Sta diventando una, anzilapalestra di roccia più amata della provincia. Sia per la varietà delle sue vie, sia per essere adatta ai grandi, ma anche ai bambini che la frequentano numerosi al seguito dei vari gruppi del Cai della provincia, dell’Avs e delle diversissime offerte estive di educatori, esperti del settore.

È la palestra di roccia prospiciente al forte di Fortezza, Forte Alto per la precisione, che oltre al granito offre anche un’ampia area di sosta e intrattenimento. Solo un passante distratto però, può non sapere che dietro, in linea retta, superando una scalinata realizzata dal Cai di Fortezza, raggiungibile comunque anche da sud per una strada semisterrata, si apre un grande anfiteatro roccioso sul quale da tempo si aprono due vie (facili, intorno al 4. grado) e nelle intenzioni della dirigenza Cai del paese vi era quella di ripulire il resto per farne diverse vie.

Va detto che la palestraopen airè frequentata non solo da privati cittadini e gruppi, ma anche dai militari (alpini, Alpenjäger austriaci e germanici da Garmisch Partenkirchen, che vi affinano grazie a propri istruttori, le tecniche di arrampicata e di soccorso. Ebbene, stante la parete rocciosascoperta” da Giorgio Fontana, maestro di sci e membro del Soccorso alpino, fortezzino da sempre, agli inizi del nuovo millennio e realizzata “in casacon l’aiuto di amici e guide professioniste per i collaudi di rito, per quella retrostante, l’anfiteatro, dove nel 2018 anche il “jazz festival” fece tappa, le operazioni di pulizia e disgaggio se l’è accollate il 5. Reggimento alpini di Vipiteno.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Questi “alpieri” (si chiameranno ancora così?) sono di casa sui graniti fortezzini e ci vengono sia per le esercitazioni di rito, quelle ufficiali, che prevedono anche prove di caduta e recupero, che privatamente. Per tenersi in allenamento. Ebbene, con nella mente e nel cuore un commilitone caduto e deceduto in falesia qualche mese fa a cui la nuova parte sarà dedicata, hanno iniziato da un paio di settimane il lavoro.

Difficile per la natura del terreno, per la quantità di materiale da asportare, per le complicazioni, non ultima la garanzia di sicurezza che le pareti dovranno offrire. Si procederà, stando alle stime, almeno ancora per tre settimane.

Poi, seguirà la tracciatura delle vie e la chiodatura. Ancora una volta, Cai e Alpini lavorano per la gente. Gratuitamente. Per dare la possibilità a tutti di avvicinarsi allo sport dell’arrampicata. E gratuitamente!

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Alto Adige4 settimane fa

Referendum sulla democrazia diretta: il no stravince con il 76% dei voti

Alto Adige4 settimane fa

Incidente sul lavoro, travolto dal suo trattore: è morto Remo Rossi a 64 anni

Italia ed estero4 settimane fa

Codici: al fianco dell’Antitrust nei procedimenti su Fastweb, Tim, Vodafone e Wind per presunte fatturazioni post recesso

Bolzano3 settimane fa

Tamponamento nella notte in A22: più veicoli coinvolti

Politica4 settimane fa

Referendum, Urzì: sopravvive anche la clausola di garanzia per Bolzano e Laives voluta da Fdi, sconfitta di Svp/Lega/FI

Bolzano2 settimane fa

Incendio in centro a Bolzano: rogo causato dal malfunzionamento di una lavatrice

Bolzano4 settimane fa

Appiano, incidente tra due veicoli all’uscita della Mebo: una donna incastrata tra le lamiere

Bolzano2 settimane fa

Tragico scontro frontale in A 22, muore una donna bolzanina 77 enne. Gravi il marito e un bambino di 10 anni

Alto Adige3 settimane fa

Gli ospedali dell’Alto Adige sono ora cliniche universitarie

Alto Adige2 settimane fa

Rimorchio si stacca dal camion e blocca la strada del Renon

Bressanone4 settimane fa

A22, camion prende fuoco sulla corsia sud dopo l’uscita di Varna – IL VIDEO

Bolzano4 settimane fa

Drammatico incidente in A22, muore 36 enne residente a Bolzano

Alto Adige3 settimane fa

Auto esce di strada e finisce in una scarpata: una persona viene trasportata in ospedale

Alto Adige2 settimane fa

Ponte di Pentecoste: arrestati due stranieri, una denuncia e centinaia di verifiche durante i controlli del Commissariato di P.S. di Brennero

Italia ed estero3 settimane fa

Codici: dietrofront di Costa sulle regole di imbarco, ora proceda anche a risarcire i crocieristi

Archivi

Categorie

di tendenza