Connect with us

Ambiente Natura

Radon: disponibili gli ultimi kit di misura, prenotazioni online

Pubblicato

-

Grande interesse dei cittadini sulla tematica del radon durante le serate informative organizzate dall’Agenzia provinciale per l’ambiente e la tutela del clima nell’ambito dell’iniziativa “Misura il radon a casa tua.

Molte le persone che al termine delle serate hanno aderito all’iniziativa prenotando il kit per la misurazione gratuita del radon nella propria abitazione.

Ad oggi risultano ancora disponibili numerosi kit di misura suddivisi per i 4 comprensori di Bolzano, Merano, Brunico e Bressanone.

Prenotazione online del kit di misura

Chi è interessato e vuole aderire a questa iniziativa di scienza collaborativa – spiega Daniela Ceccon del Laboratorio analisi aria e radioprotezione – può prenotare online un kit di misura. Sul portale web della Provincia dedicato al tema dell’ambiente, nella sezione radon sono disponibili tutte le informazioni utili su come prenotare online il kit, tra cui anche un breve video tutorial.”

Misurare il radon in ambienti chiusi

Il radon – spiega Luca Verdi, direttore del Laboratorio analisi aria e radioprotezione  – è un gas radioattivo presente in modo naturale nel sottosuolo e nelle rocce; non può essere percepito, perché è incolore e inodore, ma è pericoloso per la salute perché può entrare e accumularsi in abitazioni e altri ambienti chiusi ed essere quindi inalato.”

È necessario quindi misurare la sua concentrazione negli ambienti di vita al chiuso

Prima iniziativa di citizen science

“Misura il radon a casa tua – sottolinea l’assessore all’ambiente, Giuliano Vettorato – è la prima iniziativa di scienza collaborativa, o citizen science, organizzate dall’Agenzia provinciale per l’ambiente e la tutela del clima, e siamo molto contenti che sia stata apprezzata dalla popolazione altoatesina.

Gli obiettivi che ci siamo posti, ovvero informare i cittadini su come affrontare l’eventuale presenza di questo gas radioattivo nella propria abitazione e raccogliere dati ambientali rappresentativi sull’esposizione della popolazione altoatesina al radon riferiti all’intero territorio provinciale, sono stati ampiamente raggiunti.

Info: Clicca QUI

Ambiente Natura

I lupi in Alto Adige: conferenza al Museo di scienze di Bolzano

Pubblicato

-

Da alcuni anni i lupi sono tornati ad abitare le Alpi centro-orientali, e dal 2010 anche alcune zone tra il Trentino e l’Alto Adige.

Fin ora si sono stabiliti due branchi, uno nell’Alta Val di Non al confine con l’Alto Adige e recentemente un altro in Val di Luson.

La presenza di questi grandi predatori solleva questioni relative alla convivenza con l’uomo e le sue attività economiche.

Ma cosa sappiamo sui lupi nell’area centro-alpina?
Quali tecniche di monitoraggio ha messo in atto la Provincia autonoma di Bolzano?
Cosa si sa oggi dell’uso del territorio dei lupi in Regione?

Ne parla Davide Righetti dell’Ufficio provinciale Caccia e pesca in una conferenza dal titolo I lupi in Alto Adige e nei territori confinanti, in programma martedì 10 dicembre, alle ore 18, al Museo di Scienze Naturali dell’Alto Adige.

Righetti approfondirà la biologia e l’ecologia dei lupi nelle Alpi centrali dove si incontrano più sottospecie di “Canis lupus.

Tecnico di interventi faunistico-ambientali, specializzato in mammiferi selvatici, Davide Righetti collabora da 10 anni al monitoraggio di orsi e lupi per la Provincia di Bolzano e con altre amministrazioni nazionali.

L’ingresso è libero.

Info: Museo di Scienze Naturali dell’Alto Adige, via Bottai 1, Bolzano, tel. 0471 412964, www.museonatura.it

Continua a leggere

BIDONZOLO

Alfabeto Ecologico: L di Leonardo Di Caprio

Pubblicato

-

Il nostro alfabeto ecologico oggi arriva alla lettera “L” come Leonardo. E il Leonardo di cui vi voglio parlare oggi è un attore, diventato famoso per il cinema e molto seguito anche per i suoi notevoli impegni in favore dell’ambiente.

Per me è stato grande quando alla premiazione per la vittoria del suo Oscar ha dato voce all’importantissimo tema dei cambiamenti climatici.

Il cambiamento climatico è reale. Sta accadendo in questo momento. E’ la minaccia più urgente per tutta la nostra specie, e abbiamo bisogno di lavorare collettivamente insieme e smettere di rimandare”.

Già da qualche tempo Leonardo è un convinto ambientalista.

Nel 2013 aveva supportato il WWF nella lotta contro il commercio di avorio, diventando “l’uomo che salvava gli elefanti”.

Qualche anno prima aveva donato una grossa somma per salvare le tigri, poi altrettanto soldi in questa lotta contro i cambiamenti climatici, che ormai è come diventata la sua battaglia personale per salvare il mondo.

Bellissimo!
Leonardo di Caprio è senza dubbio la star più green del pianeta!

Il suo sogno è proteggere il pianeta e regalare alle future generazioni un mondo migliore.

Ecco perché da quasi 10 anni ha creato Leonardo Di Caprio Foundation per finanziare tanti progetti ambientali.

Con questi fondi sono stati realizzati diversi lavori: “L’undicesima ora;
 Cospiracy” è un documentario che racconta le condizioni di vita degli animali negli allevamenti; “Giù le mani dal mio corpo” è un’iniziativa per “smascherare” la grossa rete di commercio illegale di fauna selvatica.

Poi, ha finanziato uno dei documentari più attesi degli ultimi mesi, girato in collaborazione con il National Geographic: Before the flood“, che contiene interviste a scienziati, imprenditori e personaggi politici, dall’Ex Presidente degli Stati Uniti Barrack Obama al CEO dell’azienda Tesla (quelli delle macchine elettriche!), fino a Papa Francesco.

Punto di non ritorno è il suo titolo italiano e lo possiamo può guardare gratuitamente in streaming.

Tre anni di duro lavoro in cui Leonardo Di Caprio ha girato il mondo per raccontare come il surriscaldamento del Pianeta sia vero e quali sono le cause, che cosa si può fare per ridurne gli effetti.

Lui come molti di noi è convinto “che ci siano molti leader nel mondo che parlano all’umanità, in favore delle popolazioni indigene, per i miliardi e miliardi di persone svantaggiate, per i figli dei nostri figli e per quelle persone là fuori la cui voce è stata soffocata da una politica di avidità… Cerchiamo di non dare questo Pianeta per scontato”.

Che dire? Io ci sto. Noi stiamo con Leo.

#LeonardoDiCaprio #ClimateChange #Earth #ActOnClimate

Alla prossima, Bidonzolo.

Continua a leggere

Ambiente Natura

Tutelare l’acqua e innovare nel rispetto della natura

Pubblicato

-

Proseguono le conferenze collaterali che parlano di ricerca e innovazione oggi, nello spirito originale e straordinario di Leonardo: due gli incontri in programma la settimana prossima nell’ambito di LEONARDO500 – L’innovazione geniale, entrambi ospitati presso l’Academy Sparkasse in via Cassa di Risparmio 16 a Bolzano.

Protagonista del primo sarà l’acqua, un tema oggi sempre più importante, mentre in quello successivo parleremo di come si può innovare nel segno della natura.
L’ingresso è libero.

  • martedì 3 dicembre, ore 18.00:

Lo scorrere dell’acqua: bellezza e importanza di una risorsa da tutelare

Intervengono Roberta Bottarin, ricercatrice e biologa dell’acqua presso Eurac research e Laur Burzilleri, direttore generale, architetto, Consorzio Est Ticino Villoresi, Milano.

Nel corso della serata sono illustrati lo studio, la gestione e il monitoraggio scientifico dei corsi d’acqua e dei bacini idrografici.

Si parlerà anche di clima e delle emergenze legate alla meteorologia.

L’incontro sarà preceduto da un breve video a cura di Antonella Bersani, Elena Casoli, Matteo Pennese e Walter Prati, che presenta un lavoro di videoarte ispirato a Leonardo da Vinci e al Codice Atlantico.

Modera Ferruccio Dendena (Anthelios Comunicazione, Milano).

  • mercoledì 4 dicembre, ore 18.00

L’innovazione che rispetta la natura

Tecnologie e metodi sostenibili reinventano il mondo dell’industria.

Intervengono Federico Giudiceandrea, imprenditore, presidente dell’Associazione Industriali dell’Alto Adige e titolare della ditta Microtec Bressanone e Michael Atzwanger, co-fondatore della startup HiWeiss Bolzano, NOI Techpark.

Modera Marisa Giurdanella, direttrice Ufficio Cultura, Provincia Autonoma di Bolzano-Alto Adige.

Ricordiamo che fino all’11 dicembre sarà possibile visitare la mostra LEONARDO500 – L’innovazione geniale negli spazi dell’Università di Bolzano in piazza Università 1 a Bolzano (lun-sab ore 10.00-19.00, ingresso libero – visite guidate mar ore 13, gio dalle 20 alle 22 o su prenotazione: impronta.del.digitale@gmail.com), organizzata dall’Ufficio Cultura della Provincia Autonoma di Bolzano-Alto Adige, dalla Società Dante Alighieri Comitato di Bolzano, da Anthelios Comunicazione Milano, con il patrocinio da parte del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo MiBACT e del Comitato nazionale per le celebrazioni leonardesche a cinquecento anni dalla morte.

APPROFONDIMENTI

Lo scorrere dell’acqua: bellezza ed importanza di una risorsa da tutelare

L’acqua può far anche molta paura, basta pensare a quanto è successo recentemente a causa di gravi perturbazioni atmosferiche che hanno flagellato l’Italia e che hanno causato l’allagamento nella laguna veneta, lo straripamento di alcuni fiumi minori, il rischio di esondazione di importanti fiumi quali il Po e l’Arno e la trasformazione di strade di città artistiche come Matera in minacciosi torrenti.

L’acqua può assumere forme mostruose scatenandosi in maniera inaudita contro le città, le campagne e le coltivazioni, gli abitanti delle zone interessate, causando inoltre danni economici enormi.

Ma l’acqua è anche e soprattutto vita, refrigerio, piacevole compagna durante il nostro tempo libero, con il suo leggero scroscio dei ruscelli e dei laghetti, con il suono ritmico delle onde.

Noi ci aspettiamo, quando apriamo il rubinetto, di vederla scorrere limpida, fresca a gradevole al gusto, particolarmente a Bolzano, che è servita da parecchie sorgenti locali e non pensiamo mai , noi che spesso la sprechiamo, agli innumerevoli sacrifici per procurarsela di intere popolazioni laddove essa scarseggia e sempre più scarseggerà.

Non dimentichiamo che già sono state preconizzate addirittura guerre tra popoli per il dominio dell’acqua dolce e che verrà un tempo in cui il problema della sua scarsità interesserà il mondo intero con gravi ripercussioni sulle popolazioni, sull’agricoltura e su lavorazioni industriali e così via.

Per questa ragione la conferenza, programmata nell’ambito degli eventi connessi alla mostra Leonardo500 promossa dall’Ufficio Cultura della Provincia, l’EURAC Research e la Società Dante Alighieri, assume una grande importanza come si evince dal titolo stesso: “Lo scorrere dell’acqua: bellezza ed importanza di una risorsa da tutelare”.

La dott.ssa Roberta Bottarin, ricercatrice e biologa, nonché Vicedirettrice dell’Eurac Research, non potrà esimersi dal commentare ed illustrare insieme a due collaboratori la situazione climatica di emergenza che si è venuta a determinare in questo periodo prima di affrontare I temi della sua conferenza.

Non mancherà quindi di ricordare la connessione del suo intervento con lo spirito di Leonardo da Vinci, soprannominato “Maestro dell’acqua” per i suoi importanti studi sull’acqua gestiti con grande creatività, ma riferirà soprattutto sugli studi personali condotti sugli ecosistemi acquatici che richiedono un approccio trasversale, visto che l’acqua congiunge tutti I settori tra cui ambiente, agricoltura, energia, trasporti, sanità ecc.

Di qui l’importanza dello studio e monitoraggio scientifico dei corsi d’acqua e dei suoi bacini idrografici curando i vari aspetti qualitativi e quantitativi dei torrenti e fiumi altoatesini. Come all’Eurac si fa già da anni.

L’architetto Laura Burzilleri, Direttore generale del Consorzio Est Ticino Villoresi Lombardia, nel suo intervento dal titolo “Canali irrigui e le nuove funzioni”, a sua volta non potrà non fare riferimento a Leonardo e agli studi che il grande genio sviluppò osservando ed intervenendo sui fiumi, laghi, e canali della Lombardia fino a diventare un vero esperto di idrologia, ma in riferimento a quelli che sono i suoi compiti parlerà di come paesaggi apparentemente naturali siano stati in realtà modificati dall’uomo attraverso le pratiche agricole e le necessità di irrigare i campi creando una fitta rete di canali artificiali.

Questi ultimi sono diventati anche occasione di svago e sviluppo turistico, di trasporto e di sfruttamento energetico. Funzioni molto diverse che vanno raccordate e che richiedono un’accurata gestione perché l’acqua è un bene prezioso.

L’innovazione che rispetta la natura

 Leonardo fu indubbiamente un grande innovatore; oggi noi vediamo realizzate concretamente tante delle sue idee rappresentate in disegni spesso dettagliati, altre volte solo accennati: il paracadute, l’elicottero, la bicicletta, gli scafandri dei palombari insieme purtroppo ad armi da guerra quali la mitragliatrice e il carro armato tanto per citare quelle che ci vengono più frequentemente alla mente.

Allo stesso tempo Leonardo fu un cultore dell’equilibrio della natura e dell’attenta osservazione dell’ambiente, fu insomma un ecologista ante litteram.

Quale modo migliore per onorarlo che proporre una conferenza in cui presentare tecnologie moderne ed innovative oltre che sostenibili che reinventano il mondo dell’industria all’insegna del rispetto dell’ambiente?

Hanno risposto positivamente all’invito l’ing. Federico Giudiceandrea, fondatore e CEO della ditta Microtec di Bressanone e presidente dell’Associazione Industriali dell’Alto Adige e Michael Atzwanger, cofondatore della startup HiWeiss Bolzano, Noi Techpark, a significare questa ormai consolidata attenzione alla sostenibilità da parte dell’industria.

La Microtec sta esponendo alla mostra LEONARDO500 – L’innovazione geniale, organizzata dall’Ufficio Cultura della Provincia, dalla Società Dante Alighieri e dall’Eurac Research alcuni modelli di apparati usati nel campo del rilevamento intelligente delle proprietà del legno, settore in cui è leader mondiale per l’ottimizzazione della sua lavorazione.

Sentiremo dalla viva voce dell’ing. Giudiceandrea come la sua azienda, sempre impegnata nella ricerca, sia leader globale per l’innovazione grazie agli scanner biometrici nel settore del legno e come cominci ad occuparsi anche nel settore del food.

HiWeiss GmbH/srl invece è una start up innovativa che, per specifico oggetto sociale, svolge attività di ricerca applicata al fine di sviluppare, produrre e commercializzare nuovi prodotti proteici, isolati e concentrati, provenienti da materia prima vegetale, prodotta anche in filiera controllata, ove l’innovazione, di processo e di prodotto, include anche il recupero energetico in un contesto di bio-economia circolare.

Sentiremo dal cofondatore Michael Atzwanger come la mission della startup sia quella di realizzare isolati proteici sani, di qualità, nel rispetto dell’ambiente, dell’agricoltore e del consumatore finale, per contribuire a migliorare la salute delle persone fornendo un prodotto sano e di qualità, capace di valorizzare il lavoro dell’agricoltore.

La startup utilizza le piante (erba medica, pisello, germe di mais, soia e grano saraceno) per ricavare polveri e isolati ad alta concentrazione proteica da usare nell’industria agroalimentare per sostituire le sostanze di origine animale.

Continua a leggere

NEWSLETTER

Archivi

  • Cantina Sociale di Avio e il suo vino, un viaggio nei sapori del Trentino
    La bontà del clima, la grande varietà di vitigni e la comprovata bravura nella cura e nella dedizione delle uve, fanno dell’Italia una vera e propria terra d’eccellenza per quello che una volta veniva chiamo “il nettare di Bacco”. Da secoli infatti, il vino è parte essenziale della cultura eno-gastronomica e della storia italiana, tanto […]
  • Gioielli Mastro 7: la perfetta unione tra arte e bellezza
    I gioielli rappresentano da sempre il regalo più gradito sia dalle donne che dagli uomini. Mastro 7 è una oreficeria di Trento che dal 1970 realizza preziose opere d’arte perfette per rendere uniche e indimenticabili le occasioni importanti. Il nome di questa piccola azienda a conduzione famigliare si riferisce a Settimo Tamanini, in arte “Mastro […]
  • “Climate Change Calendar 2020”, Un calendario per capire e vedere un mondo che sta cambiando
    Venti afosi, glaciazioni improvvise e tempeste tropicali comunicano chiaramente che il nostro mondo si sta velocemente e irrimediabilmente trasformando. Questa fase di cambiamento, è stata meravigliosamente riassunta e interpretata in 12 scatti ispirati ed interamente dedicati ai cambiamenti climatici. Immagini originali e suggestive, una per ogni mese, nate per essere le protagoniste assolute del calendario: […]
  • Moda Green: dai jeans biodegradabili alle piume riciclate
    L’industria della moda negli ultimi anni si sta affacciando sempre di più al mondo dell’ecosostenibilità. Il settore dell’abbigliamento, secondo i recenti dati statistici, sfrutta il 20% delle risorse idriche mondiali ed è causa di elevate emissioni di anidride carbonica. Per contrastare il grande impatto ambientale, i grandi marchi di moda (e non solo) stanno adottando […]
  • Cantina Sociale di Trento, dove la tradizione si fonde con l’innovazione
    Il Trentino è una regione famosa in tutto il mondo per i suoi vini di altissima qualità. Il clima, la natura e le materie prime genuine donate dal territorio permettono di coltivare e produrre vini apprezzati anche dai palati più sopraffini. Il luogo simbolo di questa eccellente proposta enogastronomica trentina è la Cantina Sociale di […]
  • Visita dei cinque sensi alla Distilleria Marzadro: un’esperienza enogastronomica indimenticabile
    Il Trentino è una regione famosa per il suo turismo enogastronomico unico al mondo. Tra i prodotti tipici del territorio occupano un posto speciale nel cuore dei trentini e dei turisti, i distillati. A tal proposito, l’antica Distilleria Marzadro, presente in Trentino dal 1949, propone ai propri visitatori la visita dei “Cinque sensi”, un tour […]
  • Le proprietà benefiche dei fiori
    I fiori sono perfetti per adornare gli ambienti di casa, le loro essenze vengono spesso utilizzate nei prodotti di cosmetica e rappresentano un regalo molto apprezzato, soprattutto dalle donne. Forse però, non tutti sanno che i fiori presentano importanti proprietà benefiche per l’organismo. Qui di seguito, andremo ad elencare alcuni fiori in grado di apportare […]
  • Antica Birreria Pedavena: l’arte della birra artigianale
    Dal 1921 l’Antica Birreria Pedavena è il punto di ritrovo preferito degli amanti della birra in Trentino. Si tratta di un locale grande e accogliente situato nel centro di Trento, caratterizzato da un’ampia proposta di birre artigianali di alta qualità accompagnate da pietanze ricercate e deliziose. L’Antica Birreria Pedavena è un luogo perfetto per organizzare […]

Categorie

di tendenza