Connect with us

Alto Adige

Recupero F-gas senza inquinare, formati gli impiantisti

Pubblicato

-

Il recupero degli F-gas (Gas Fluorurati ad effetto serra), altamente inquinanti per l’ambiente, deve avvenire senza dispersione nell’ambiente.

Una procedura complessa, che gli installatori e impiantisti – in particolare frigoristi, termoidraulici ed elettricisti – hanno potuto seguire sia per la parte normativa sia per la parte pratica grazie al seminario organizzato ieri (5 dicembre 2018) da CNA-SHV, in collaborazione con Apave Itapia CPM (ente di certificazione) con l’azienda 3S SuperSamaStore.

Apave Italia è l’ente che si occupa di rilasciare i patentini obbligatori agli impiantisti (circa 65.000 in Italia) e le certificazioni alle aziende del settore (circa 25.000).

Pubblicità
Pubblicità

Gli aspetti principali sono due – ha spiegato Giuliana Galeotti di Apave Italia CPM -.

Il primo è l’aggiornamento normativo con ricadute pratiche sul lavoro degli installatori. I regolamenti europei, recepiti in Italia, sono molto rigidi e gli operatori tecnici devono sapere non solo come effettuare le procedure di recupero degli F-gas, ma anche quale documentazione rilasciare ai proprietari. La parte teorica, e qui siamo nel secondo aspetto del seminario, non è sufficiente.

Occorre vedere dal vivo quali operazioni effettuare, quali controlli eseguire, quali sono gli errori possibili ed i rischi di dispersione nell’aria degli F-gas, assolutamente da evitare perché l’Europa ci impone l’applicazione a tappe forzate di procedure di assoluta sicurezza”.

Attualmente gli F-gas vengono utilizzati in tutti gli impianti di climatizzazione, anche quelli di casa, e nei sistemi di refrigerazione commerciale o industriale.

Come CNA-SHV – ha aggiunto il direttore Günther Schwienbacherci stiamo battendo affinché l’applicazione dei regolamenti europei non ricada interamente sugli installatori e impiantisti, affidando ad essi non solo gli interventi tecnici, ma anche tutti i controlli e le certificazioni relative ai proprietari degli impianti.

Siamo in prima linea per la tutela dell’ambiente, come dimostra il seminario pratico per affinare le tecniche di recupero degli F-gas, ma non possiamo nemmeno rimanere schiacciati dalla burocrazia e dall’obbligo dei controlli. La normativa nazionale deve essere più ponderata e a misura di piccola e media impresa”.

Alto Adige

Italo-inglese ricercato è stato fermato a Brennero: deve scontare 1 anno e 8 mesi

Pubblicato

-

Nella serata di ieri, 21 gennaio, gli agenti della Polizia di Brennero durante un controllo su un treno EC proveniente da Monaco, ha fermato e arrestato un cittadino italo-inglese, di 48 anni.

Le attività di verifica hanno fatto emergere come a suo carico ci fosse un ordine di carcerazione della Procura di Rimini, per un cumulo di pene di un anno e 8 mesi di reclusione.

L’uomo è riconosciuto colpevole di diversi reati, fra i quali anche alcune rapine ai danni di istituti bancari, armato di coltello.

Pubblicità
Pubblicità

L’uomo è stato portato in carcere a Bolzano.

Continua a leggere

Alto Adige

Corvara, turista serbo ubriaco finisce con l’auto contro un muretto: denunciato

Pubblicato

-

I Carabinieri di Corvara in Badia sono intervenuti ieri pomeriggio a seguito di un incidente, avvenuto sulla strada Pecei, dove una BMW 530 dnera con alla guida un uomo di 46 anni di nazionalità serba, turista in vacanza, ha prima centrato un muro a bordo strada, per poi proseguire la corsa per una cinquantina di metri, sino a quando si è fermato in mezzo alla corsia di transito.

Il conducente non si è accorto di aver urtato il muretto a bordo strada ed all’arrivo dei militari è parso visibilmente in stato di alterazione alcolica.

Sottoposto all’alcol test è risultato avere un tasso alcolico che nelle due prove si è attestato sopra ai due grammi di alcol per litro di sangue.

Pubblicità
Pubblicità

Fortunatamente nella zona non stava transitando alcun pedone né altri veicoli e il tempestivo intervento dei Carabinieri ha consentito di bloccare ogni ulteriore tentativo di allontanarsi dalla zona da parte dell’uomo.

Inevitabile la denuncia per guida in stato di ebbrezza, con immediato il ritiro della patente di guida e sequestro del veicolo per la sua successiva confisca.

Continua a leggere

Merano

Merano: tenta di uccidere la vicina di letto in psichiatria. Arrestata 23enne

Pubblicato

-

Mattinata movimentata quella di ieri per i Carabinieri di Merano, che a seguito di una richiesta d’intervento si sono precipitati in gran numero presso il reparto di psichiatria dell’ospedale Tappeiner dove una donna di 23 anni in forte stato di agitazione,stava minacciando di morte con un coltello sia la sua vicina di letto, sia il personale sanitario.

I militari dell’Arma sono intervenuti frapponendosi fra le due donne e dopo aver riportato alla calma la ragazza, l’hanno disarmata del coltello da cucina e quindi arrestata, con un ricovero presso la medesima struttura psichiatrica, dove sarà adeguatamente curata e sorvegliata a vista.

La donna è accusata di tentato omicidio e porto di armi atti ad offendere.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza