Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Benessere e Salute

Running Amok, aggredire dal nulla: sindrome etnopsichica o semplice esplosione di violenza criminale?

Pubblicato

-

Ciclicamente tornano all’attenzione delle cronache casi di soggetti che apparentemente dal nulla perdono il controllo di sé stessi aggredendo in maniera indiscriminata incolpevoli passanti o danneggiando proprietà altrui (vedi link a fondo pagina). Abbiamo chiesto al Dr Michele Piccolin, psicologo forense e referente dell’Associazione Italiana di Psicologia Giuridica per il Trentino Alto Adige, quali sono i meccanismi, le peculiarità e le conseguenze di questo particolare fenomeno.

Gentile dr Piccolin, alla luce del recente episodio di immotivata esplosione di aggressività e violenza avvenuta in provincia cosa si sente di commentare?

Di fronte a tali accadimenti un processo adeguato di valutazione e comprensione caldeggerebbe l’analisi delle peculiarità del singolo caso da parte di un esperto psicoforense, onde ottimamente determinare la presenza o l’assenza di volontarietà e di consapevolezza delle azioni compiute. Rimane infatti oltremodo importante distinguere con efficacia i casi di franco disturbo mentale da quelli condannabili e punibili come comuni aggressioni.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Ma cosa accade a tali soggetti? Esiste una condizione patologica che può realmente innescare tale tipo di comportamenti?

Nella letteratura psicopatologica ed etnologica i soggetti colpiti da furia indiscriminata e transitoria non sono affatto una novità, al punto da aver meritato anche un nome: Amok. Tale peculiare sindrome etnopsichiatrica trova una sua collocazione anche nel DSM V, il manuale occidentale di classificazione dei disturbi psichici. Essa si presenta solitamente come un episodio dissociativo, caratterizzato da un periodo di incubazione spesso caratterizzato da ritiro sociale e destrutturazione comportamentale, precipitato da un evento stressante e a cui fa seguito una esplosione di comportamento violento, aggressivo, o anche omicida, diretto verso persone e oggetti.

Quali sono dunque le caratteristiche più frequenti di chi mostra tale particolare condizione?

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

In diversi casi i soggetti, quasi sempre uomini e più frequentemente nella fascia tra i 30 e i 40 anni, hanno recentemente subito una perdita traumatica o hanno ricevuto quelle che ritengono essere delle gravi offese alla loro persona. Spesso sono stati dimessi da una istituzione, la loro istruzione è scarsa e provengono da un basso contesto socioeconomico. Circa il movente, paiono spinti dall’impressione di essere vittima di ingiustizie e sono spesso accompagnati da idee persecutorie e automatismi comportamentali, terminando di norma le loro azioni con amnesie lacunari ed importante esaurimento psicofisico.

Qual è l’interpretazione che le scienze psicoforensi forniscono del fenomeno?

Nelle culture di origine detti fenomeni erano in passato attribuiti all’influenza di spiriti malevoli o ad azioni di stregoneria, quindi con il passare del tempo l’interpretazione psicopatologica storicamente prevalente si orientò variamente verso il delirio febbrile, la schizofrenia, il delirio alcolico o altri aspetti di demenza cronica. Interpretazioni più attuali chiamano invece in causa l’ambito dei disturbi dell’umore, dei disturbi psicotici deliranti o particolari evoluzioni di disturbi post traumatici in associazione ad utilizzo di sostanze e a tratti di personalità peculiari.

Ma una condizione di tale tipo si può prevenire?

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Può risultare tranquillizzante considerare come la sindrome di Amok sia statisticamente poco comune, tuttavia, i danni a livello psichico ed emotivo che provoca alle vittime, alle famiglie e alle comunità sono importanti e hanno un effetto duraturo. Poiché è spesso assai arduo fermare un attacco da una di queste persone senza rischiare la propria incolumità, la prevenzione è l’unico metodo per evitare il danno che provoca: una prevenzione che garantisca assistenza psicologica agli individui maggiormente a rischio, potendo al contempo monitorare celermente l’insorgere di condizioni critiche e permettendo interventi a protezione della popolazione.

Si ringrazia per la disponibilità il dr Michele Piccolin, psicologo forense e Referente regionale dell’Associazione Italiana Psicologia Giuridica, consigliere dell’Ordine degli Psicologi della Provincia di Bolzano.

Laives, nigeriano fuori controllo aggredisce i passanti e una barista: nove feriti

Bolzanino aggredito sotto casa da un africano, ragazza presa a sprangate ai Piani. Segnalati altri casi

Pugni in faccia sotto casa: parla il bolzanino aggredito senza motivo da un africano

 

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Alto Adige5 ore fa

Incendio del camion in A22, a prendere fuoco è stato anche un camper: una persona è rimasta ferita

Bolzano6 ore fa

Scivola e sbatte contro i tronchi, ferito operaio 29 enne di Appiano

Alto Adige6 ore fa

La Provincia è al lavoro per identificare le strategie volte a garantire in futuro l’assistenza a lungo termine

Merano7 ore fa

Bonaldi incontra Dal Medico: «Mercato prioritario e l’idea di un Four you Meranese»

Politica7 ore fa

Il presidente Kompatscher invita gli aventi diritto al voto a partecipare al referendum di domenica

Alto Adige8 ore fa

Auto nuove per persone con disabilità, in Alto Adige le immatricolazioni non sono possibili

Politica8 ore fa

La presidente del Consiglio: “Partecipate al referendum di domenica”

Arte e Cultura8 ore fa

Archeoart: il fondo librario passa alla “Claudia Augusta”

Politica8 ore fa

Bolzano, servizio pubblico carente in orario serale e notturno, Urzì interroga la Provincia

Alto Adige8 ore fa

Trattore si ribalta tra Termeno e Sella: una persona rimane gravemente ferita

Bressanone9 ore fa

A22, camion prende fuoco sulla corsia sud dopo l’uscita di Varna – IL VIDEO

Alto Adige9 ore fa

Coronavirus: 16 casi positivi da PCR e 167 test antigenici positivi

Bressanone11 ore fa

Piano di Mobilità: oggi si parte a Bressanone

Val Venosta11 ore fa

Val Venosta, violento tamponamento fra un’auto e un autobus: intervengono i vigili del fuoco

Bolzano12 ore fa

Convitto provinciale “Damiano Chiesa”: ieri a Bolzano la festa per i 90 anni dalla sua istituzione

Bolzano3 settimane fa

Bolzano, alla fermata dell’autobus trovato il corpo senza vita di un 60enne

Alto Adige3 settimane fa

Coronavirus: 8 casi positivi da PCR e 124 test antigenici positivi

Alto Adige3 settimane fa

Coronavirus: 45 casi positivi da PCR e 496 test antigenici positivi

Bolzano3 settimane fa

Il Lido di Bolzano riapre al pubblico sabato 21 maggio: tariffe invariate

Sport3 settimane fa

Biglietti FC Südtirol – Modena. Le modalità di acquisto dei ticket per gara-3 della Supercoppa di Serie C 2022

Bolzano2 settimane fa

Eroina e kit per lo spaccio: coppia arrestata a Don Bosco dalla Polizia

Merano3 settimane fa

Referendum abrogativi popolari del 12 giugno 2022

Alto Adige2 settimane fa

Bolzano: controlli della Polizia di Stato nel capoluogo, un denunciato per detenzione di cocaina e due espulsioni

Bolzano3 settimane fa

Bolzano, sgomberato uno stabile in disuso: tunisino aggredisce 4 agenti, arrestato

Musica4 settimane fa

Bolzano Festival Bozen 2022 «Musica senza confini»

Alto Adige2 settimane fa

Coronavirus: tre i nuovi decessi, inoltre14 casi positivi da PCR e 536 test antigenici positivi

Benessere e Salute3 settimane fa

Come avviene un richiamo di prodotti alimentari? Mangiare, bere ed altre delizie: lo sapevate che…?

Società4 settimane fa

Anziani: Deeg ha incontrato il direttivo dell’Associazione pensionati

Vita & Famiglia3 settimane fa

DDL Zan. Coghe, Pro Vita Famiglia: emergenza omofobia è fake news

Italia ed estero3 settimane fa

Politica energetica: energia solare invece di armamenti militari

Archivi

Categorie

di tendenza