Connect with us

Politica

Scandalo 600 euro, in Alto Adige spuntano i quattro moschettieri del Bonus

Pubblicato

-

Distratti, ‘donatori’, addolorati. Anche a livello locale abbiamo dei vincitori. Lo scandalo del bonus da 600 euro approda infatti in Alto Adige e lo fa in grande stile: sono infatti ben quattro gli esponenti politici locali pizzicati dopo avere effettuato la richiesta della misura di sostegno governativa destinata alle partite iva e alle piccole aziende.

Beninteso, i personaggi in questione ne hanno di proprie e quindi, nella pratica, quasi tutti sarebbero titolati. Rimane la questione etica, sulla quale certo non abbiamo intenzione di esprimere opinioni di sorta.

Si parte dall’opposizione per arrivare alla maggioranza. Il primo a scusarsi pubblicamente per l’accaduto è il consigliere Paul Koellensperger, leader dell’omonimo Team, che in una ‘missiva’ alla stampa locale spiega la dinamica, del tutto involontaria, della sua adesione. Una sorta di umiliazione di Canossa che però rischia ora di trasformarsi in un boomerang politico (Bonus 600 euro, Koellensperger confessa: “L’ho richiesto anche io. Un errore grossolano”).

Pubblicità
Pubblicità

Meno creativo di taluni ma certamente più con i piedi per terra il buon Paul, che ha dichiarato: “Non voglio cercare scuse e anzi lo voglio dire con chiarezza. Ho fatto un grave erroreSemplicemente non ho riflettuto, sono stato superficiale a non considerare e valutare tutti gli aspetti di questa vicenda. Questo non doveva succedere, e per questo chiedo scusa. Ho già restituito alla fonte il bonus, ma questo non cancella quanto accaduto, ne sono consapevole“.

Ci sono poi i due consiglieri provinciali Helmut Tauber e Gert Lanz e l’assessore all’agricoltura Arnold Schuler. Tutti della Svp. A differenza di Tauber e Koellensperger tuttavia, Lanz e Schuler non avrebbero incassato la somma.

Anche Helmut Tauber ha parlato di un errore annunciando di voler restituire i soldi. Schuler, dal canto suo, prova a sostenere la propria credibilità affermando di avere sempre tenuto, nel corso della sua carriera politica, un comportamento irreprensibile.

Nei miei 24 anni come sindaco non ho mai addebitato un centesimo per spese, viaggi o altre voci – afferma –  non ho ricevuto pagamenti aggiuntivi oltre al mio stipendio di 9 milioni di lire (circa 4.500 euro), non uso un cellulare da lavoro, ma quello privato e pago di tasca mia le conversazioni telefoniche da consigliere provinciale. In conclusione, pur avendo richiesto il bonus, non l’ho ricevuto e non me lo sarei mai messo in tasca“.

Perché allora richiederlo? “Non per intascarlo ma per donarlo a una buona causa dopo averlo ricevuto. Con questo volevo dare un segnale contro questa misura inefficiente e nel contempo fare una buona azione“, si difende l’assessore provinciale all’agricoltura.

Idea davvero poco originale quella di Schuler, seppure nobile, dato che anche altri esponenti politici italiani avrebbero avuto, dopo averne fatto richiesta, la stessa intenzione di impiego del bonus. E’ il caso del coordinatore di Firenze e consigliere comunale della Lega Ubaldo Bocci, che afferma di aver pensato di chiederlo “per donarlo a chi ne aveva bisogno davvero” o dei due consiglieri leghisti veneti Alessandro Montagnoli e Riccardo Barbisan. Anche loro hanno detto di aver devoluto in beneficenza i 600 euro.

Ma non serve andare troppo lontano. A  fare concorrenza all’imbarazzante situazione altoatesina ci hanno pensato infatti i trentini Ivano Job, consigliere regionale, insieme ad Alessandro Olivi e Lorenzo Ossanna.

In particolare Job, titolare dell’hotel Job a Presson di Dimaro-Folgarida risulta essere anche socio di un’attività di noleggio di attrezzatura sportiva, la Skirent val di Sole snc. Quest’ultima appunto risulta beneficiaria del contributo della Provincia di 5.200 euro. Inoltre Job ha chiesto e ricevuto anche due bonus da 600 euro per i mesi di aprile e maggio che molti imprenditori trentino in difficoltà devono ancora ricevere. Lorenzo Ossanna (Patt) ha ricevuto invece 4.200 euro mentre Alessandro Olivi (Pd)  3.600.

A livello nazionale la polemica, partita dal quotidiano Repubblica, ha scoperchiato dunque un piccolo vaso di Pandora. Ai cinque parlamentari che avrebbero richiesto il bonus si sono aggiunti, per l’appunto, anche diversi esponenti della politica locale sparsi un po’ per tutta la penisola.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

  • Un solo tavolo al ristorante stellato, l’elegante genialità della ristorazione
    Il meglio delle esperienze che Venezia possa offrire è racchiuso in un luogo dove la declinazione dell’esperienza sarà il miglior servizio. Un posto non convenzionale che può essere scelto solo da coloro che accettano di non porre condizioni. Con geniale eleganza, Il Ristorante “Oro” dell’hotel Cipriani a Venezia rinasce mettendo in luce un dettaglio unico […]
  • A Bologna l’economia circolare in edilizia diventa realtà: arriva il nuovo asfalto 100% riciclato
    Un’edilizia circolare sempre più sostenibile dal punto di vista ambientale risulta una strada imprescindibile per il futuro dello sviluppo economico. Il riciclo dei materiali promette infatti oltre ad una sensibile riduzione dei rifiuti e dell’inquinamento, anche un’ottima soluzione per ottimizzare costi e ricavi. In un simile contesto risulta fondamentale lavorare sulla ridefinizione del ciclo produttivo […]
  • Una notte tra le Dolomiti e le stelle a 2055 metri di quota
    A pochi chilometri da Cortina tra cieli sconfinati e cattedrali rocciose esiste una camera che regala l’insolita emozione di ritrovarsi a dormire avvolti dall’affascinante magia di un paesaggio unico al mondo. La starlight Room, inclusa tra i dieci hotel più spettacolari del mondo, si trova infatti sopra al rifugio Col Gallina a 2055 metri in […]
  • “Vuoi costruire una piscina di pregio ma non sai bene da dove iniziare?” Comincia da qui
    Immagina un angolo di vacanza nel tuo giardino o terrazza, uno spazio accogliente e riservato dove poter dimenticare i problemi quotidiani e immergerti in momenti di benessere e relax da solo o con i tuoi cari. Magari è da un po’ che ci pensi ma qualcosa ti frena. Domande del tipo: “Da dove inizio? Mi […]
  • L’idea di rifugio si evolve in sostenibilità, design e tradizione
    Il giusto equilibrio tra sostenibilità, design e tradizione prende forma grazie all’innovativo progetto di due architetti italiani che, reinterpretando l’idea tradizionale di rifugio hanno progettato e realizzato “ The Mountain Refuge”. Si tratta di una piccola capanna modulare dalla forma semplice e minimale che vuole rievocare l’archetipo tradizionale mediante composizioni innovative e contemporanee. La struttura […]
  • Lindt realizza il sogno di ogni bambino: apre in Svizzera la Home of Chocolate
    La Lindt Home of Chocolate, in italiano “Casa del Cioccolato“, avrebbe dovuto aprire le porte al pubblico lo scorso maggio ma, a causa della pandemia di Covid-19 che sta ancora affliggendo la popolazione mondiale, Lindt ha dovuto rimandare questo dolce e atteso appuntamento al 10 settembre 2020. Questa Casa del Cioccolato, situata nella sede di Lindt& Sprüngli […]
  • Internet supera i confini del deserto con 30 palloni aerostatici
    Dal mondo della tecnologia arriva il primo passo verso una società più equa. Il 4G supera i confini del deserto e arriva in Kenya grazie a 30 palloni aerostatici alimentati ad energia solare per garantire una copertura di rete a 14 contee keniote altrimenti isolate. L’iniziativa è frutto di un accordo tra la compagnia telefonica […]
  • Percorso Kneipp: concludere le vacanze in Trentino in totale relax
    La strana e tanto discussa estate 2020 sta per giungere al termine. E, se ci si trova in Trentino Alto-Adige, cosa si può fare per concludere al meglio la propria vacanza? Una delle tappe da non perdere è sicuramente il Percorso Kneipp, Centro situato in Val di Rabbi, per la precisione nella Frazione S. Bernardo. Il […]
  • In Giappone trionfano le vacanze covid – Free, di girare il mondo su un aereo ma con la realtà virtuale
    Per ottemperare alle rigide restrizioni imposte per abbattere la pandemia da Coronavirus garantendo contemporaneamente l’emozione del viaggio in aereo, una compagnia aerea giapponese ha riconvertito la propria offerta proponendo ai clienti  eccentriche vacanze virtuali a bordo di aerei finti con occhiali per la realtà virtuale. L’ideatrice di questo stravagante progetto è la Tokyo First Airlines, che permette […]
  • Si viaggerà ad idrogeno anche in Italia: dal 2021 al via i nuovi treni
    Negli ultimi anni, le soluzioni green per il trasporto pubblico si sono moltiplicate e concretizzate sempre di più attraverso la produzione di treni riciclabili a basse emissione oppure con l’entrata in servizio di Bus ibridi. A questo si aggiunge l’ultimissimo accordo siglato tra uno dei maggiori colossi di infrastrutture energetiche, Slam e una delle più […]

Categorie

di tendenza