Connect with us

Politica

Sgombero bivacco tra Ponte Roma e viale Trento, Massimo Trigolo: “Una vittoria di CasaPound”

Pubblicato

-

Dopo anni di proteste e battaglie per la riqualificazione dell’area, lo sgombero dell’accampamento di viale Trento è cosa fatta. Il bivacco ai piedi dei piloni dell’autostrada è stato smantellato nella giornata di ieri (28 aprile) con l’ausilio di una ruspa. Erano circa una trentina le persone che proprio li avevano trovato dimora e che ora, almeno secondo i programmi del Comune, verranno destinate ad altre sistemazioni più dignitose. Sempre che vogliano essere aiutate, come ha sottolineato l’assessore comunale Juri Andriollo. Secondo quanto da lui riferito si tratterebbe di persone “che rifiutano l’assistenza“.

La zona ora è stata chiusa con una rete. E a questo proposito, con una nota l’ex consigliere della circoscrizione di Oltrisarco, Massimo Trigolo, si dice “soddisfatto per l’intervento che ha visto coinvolte le forze dell’ordine e vari mezzi tra ruspe e camion per sgomberare la nota area tra viale Trento e ponte Roma. Area che era interessata da bivacchi e degrado con numerosi stranieri a fare da padrone“.

Decine erano state infatti le mozioni presentate dal consigliere Trigolo nella scorsa consiliatura. Votate ma mai attuate. Ma limpegno per evitare un ulteriore degrado dell’area cittadina c’è sempre stato. “Mi sono fatto portavoce dei residenti di tutto il quartiere e battuto nelle aule istituzionali per 4 anni, per garantire la tutela di Ordine Pubblico, della sicurezza, del degrado, dell’ambiente, nonché della Salute Pubblica dei cittadini. Finalmente qualcosa si sta muovendo. Meglio tardi che mai“, conclude la nota dell’ex consigliere.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza