Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Alto Adige

Sostegno familiare precoce, Giunta approva modello organizzativo

Pubblicato

-

Su iniziativa dell’assessora al sociale e alla famiglia Waltruad Deeg in collaborazione con l’assessore alla sanità Thomas Widmann la Giunta provinciale oggi (8 giugno) ha approvato il “Modello organizzativo” del Sostegno familiare precoce Alto Adige che sarà esteso a livello provinciale e applicato gradualmente nei prossimi anni. Già se ne avvalgono grazie a progetti pilota le famiglie dei territori di Bolzano e val Pusteria.

Con il Sostegno familiare precoce viene creata un’importante offerta per le famiglie in Alto Adige che, grazie ad un lavoro in rete, ottengono un aiuto competente e diretto per gestire meglio la loro vita familiare”, afferma l’assessora Waltraud Deeg. “Quest’offerta deve sostenere lo sviluppo sano dei bambini e migliorare le condizioni di vita dei bimbi piccoli e dei loro genitori”, aggiunge l’assessore Thomas Widmann che ricorda come lo sviluppo dell’offerta avvenga in concordanza con il progetto “Percorso nascita” con il quale si offre un aiuto concreto alle famiglie giovani.

Sostegno preventivo per famiglie

Tramite il progetto di ricerca Sostegno familiare precoce Alto Adige , svolto in collaborazione tra la Ripartizione Politiche sociali, l’Azienda sanitaria, il Forum Prevenzione, con il coinvolgimento della Libera Università di Bolzano e il Centro ricerche della Scuola provinciale superiore di sanità Claudiana, e la sperimentazione dell’offerta tramite due progetti pilota, sono state create le basi per questo modello organizzativo. L’obiettivo è raggiungere e sostenere in modo mirato e tempestivo le famiglie con figli fino ai tre anni, in una fase precoce, con attenzione alla situazione individuale della singola famiglia e tenendo sempre conto delle risorse della famiglia stessa.

Il Sostegno familiare precoce Alto Adige è un approccio di prevenzione innovativo a bassa soglia che si integra con i servizi e le prestazioni già esistenti a livello provinciale. “Il riconoscimento precoce di situazioni critiche e l’accompagnamento delle famiglie costituisce uno strumento efficace di prevenzione ed è posto alla base del Sostegno familiare precoce ed è il punto di riferimento delle politiche sociali e della famiglia”, fa presente l’assessora Deeg che ricorda la rilevanza della collaborazione in rete fra i vari servizi. È, infatti, necessario sostenere le famiglie ancora prima che le difficoltà diventino di portata tale da mettere a repentaglio la tutela del minore.

Operare in rete

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Dei team di professionisti dell’ambito sociale e sanitario, si occupano, in rete con i servizi e le offerte del territorio, delle richieste delle famiglie che si rivolgono a loro. Nei prossimi anni il modello verrà esteso, creando una rete e un sistema provinciale del Sostegno familiare precoce in Alto Adige. Preparativi in tal senso sono già in corso in val Venosta e nel territorio dello Salto-Sciliar. A livello provinciale se ne occupano l’Ufficio per la Tutela dei minori e l’inclusione sociale della Ripartizione Politiche sociali, la Direzione Tecnico-assistenziale dell’Azienda Sanitaria dell’Alto Adige in cooperazione con l’Agenzia per la Famiglia e la Ripartizione Salute.

NEWSLETTER

Benessere e Salute4 settimane fa

Sanità, dal 1 gennaio 2023 nuove regole per l’accesso agli ospedali

Alto Adige3 settimane fa

Partirà una class action contro la Volksbank (Banca Popolare dell’Alto Adige)

Bolzano4 settimane fa

Muore a 42 anni Chiara Cantaloni, ricercatrice senior all’Eurac di Bolzano

Politica3 giorni fa

La moneta regionale dell’Alto Adige è sempre più vicina

Alto Adige4 settimane fa

Morta Paola Zani, commissario capo della Questura di Bolzano

Alto Adige4 settimane fa

Pedone investito da scooter in via Palermo, Repetto: «Giunta litiga invece di trovare soluzioni»

Bressanone4 settimane fa

Bressanone: corteo storico per l’Epifania

Alto Adige4 settimane fa

Capodanno, i Vigili del Fuoco avvisano: “Festeggiamo senza rischiare, usiamo correttamente i fuochi d’artificio”

Alto Adige3 settimane fa

Valanga in Val Gardena, gravissimo un carabiniere

Alto Adige3 settimane fa

Resoconto attività 2022 della Polizia Postale e delle Comunicazioni e dei Centri Operativi Sicurezza Cibernetica

Merano2 settimane fa

Nuova raccolta dell’umido, falsa partenza, Zampieri (FdI): sulla gestione rifiuti Comune imbarazzante

Bolzano3 settimane fa

Sono ancora gravissime le condizioni di Giovanni Andriano, il 49 enne travolto ieri da una valanga il Val Gardena

Laives3 settimane fa

Laives, auto ibrida prende fuoco mentre è in carica: i vigili del fuoco evitano il peggio

Alto Adige4 settimane fa

Termeno, crolla un pezzo dell’autolavaggio sulla macchina: intervengono i vigili del fuoco

Politica1 settimana fa

Parcheggio Cimitero sud a Oltrisarco, approvata la proposta di privatizzazione dell’area sosta camper

Archivi

Categorie

di tendenza