Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Alto Adige

Televisione: passaggio progressivo al nuovo standard dal 20 ottobre

Pubblicato

-

Per permettere l’introduzione del nuovo standard di telefonia mobile 5G entro il 2022, in tutta Europa, dovranno essere liberate alcune frequenze fino ad ora utilizzate per la trasmissione televisiva terrestre.

Per rendere possibile la trasmissione di tutti i programmi televisivi sulle frequenze che resteranno disponibili, in tutta Italia verrà introdotto un nuovo standard televisivo altamente efficiente. Il passaggio al nuovo standard DVB-T2 con la codifica HEVC avverrà in varie fasi entro il 2023.

Il 20 ottobre 2021 avrà luogo il passaggio di molti programmi allo standard qualitativo HD-High Definition con la codifica MPEG4. Da tale data la RAS trasmetterà tutti i propri programmi in qualità HD mentre la diffusione dei programmi RAS in SD-Standard Definition è sospesa.

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Ai programmi RAS si aggiunge ORF Sport+, inoltre ZDFneo verrà trasmesso tutto il giorno. Anche la RAI dopo il 20 ottobre diffonderà i programmi Rai 4, Rai 5, Rai Movie, Rai Yoyo, Rai Sport+ HD, Rai Storia, Rai Gulp, Rai Premium e Rai Scuola esclusivamente in qualità HD.

Mediaset convertirà in HD i programmi TGCOM24, Mediaset Italia 2, Boing Plus, Radio 105, R101 TV e Virgin Radio TV. I restanti programmi RAI e Mediaset (Rai 1, Rai 2, Rai 3, Rai Alto Adige, RaiNews24, Rete 4, Canale 5 e Italia 1) saranno visibili in qualità standard fino a marzo 2022.

Chi già ora riceve i programmi in HD (es. ORF1 HD, ZDF HD o SF1 HD) potrà continuare ad utilizzare il proprio televisore. In caso contrario, per continuare a vedere tutti i programmi è necessario acquistare un decoder o un nuovo televisore. In ogni caso, la sera del 20 ottobre è necessario eseguire la ricerca canali sul proprio apparecchio televisivo per sintonizzare tutti i programmi in HD.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Dal 19 ottobre al 4 novembre la RAS sintonizza tutti i propri trasmettitori sui nuovi canali assegnati all’Alto Adige dal Ministero: si tratta dei canali 21, 34 e 42 (in Alta Val Venosta canale 35). Il passaggio avviene progressivamente su tutto il territorio provinciale presso tutti gli impianti ricetrasmittenti secondo il calendario seguente:

19 ottobre 2021: Montoni/Alta Val Venosta, Malles, Solda, Trafoi, Slingia, Planol, Mazia, Curon, Vallelunga, Melago

20 ottobre 2021: Monte Cavallo, Campo di Trens, Brennero, Colle Isarco, Caminata, Fleres, Racines, Ridanna, Val di Giovo, Prati/Vizze, Flanes

21 ottobre 2021: Campo Tures, Luttago, Predoi, Rio Bianco, Riva di Tures, Acereto, Selva dei Molini, Anterselva di Mezzo

25 ottobre 2021: Plan de Corones, S. Lorenzo, Valdaora, Valle di Braies, Monguelfo, Dobbiaco, San Candido, Prato alla Drava, Sesto, Val Casies, Versell/Casies

26 ottobre 2021: Val Sarentino, Boscoriva, Valdurna, Sonvigo, Cima Capra, S. Giovanni, Laste, Prati, Castelrotto, S. Costantino, Renon, Cardano, Val d’Ega, Tires

27 ottobre 2021: Plose, Luson, S. Nicola/Luson, Maranza, Vallarga, Fundres, Fortezza, Mezzaselva, Scaleres, Albes, Funes, S. Maddalena/Funes, Barbiano

28 ottobre 2021: Val Gardena, Bulla, Selva di Val Gardena, Passo Gardena, Corvara, Col Alto, Badia, Longiarù, La Valle, Tolpeit, Marebbe, Rina

2 novembre 2021: Naturno, S. Martino di Laces, Martello, Martello di Dentro, Lasa, Certosa, Madonna di Senales, Certosa

3 novembre 2021: Muta, Venosta, S. Leonardo i.P., Moso, Plan, Corvara in Passiria, S. Pancrazio, Val d‘Ultimo, Santa Valburga, San Nicolò Ultimo, Santa Gertrude

4 novembre 2021: Penegal, Paganella, Predonico, San Vigilio di Lana, Meltina, Monticolo, Senale, Lauregno, Proves, Olmi, Trodena, Laghetti, Corno di Trodena, Favogna, Nova Levante, Novale

In seguito al passaggio dei programmi sui nuovi canali televisivi è necessario eseguire una nuova ricerca canali sul proprio televisore. La ricerca dei canali deve essere fatta di sera, dopo aver verificato che i programmi non siano più visibili.

A partire da gennaio 2022 tutti i programmi nazionali verranno sintonizzati sui nuovi canali.

Infine, dal 1 gennaio 2023 verrà introdotto in tutta Italia il nuovo standard televisivo DVB-T2 con la codifica HEVC Main 10. La maggior parte dei televisori acquistati prima del 2018 non saranno idonei a supportare questo nuovo standard. Sarà quindi necessario procurarsi un nuovo apparecchio oppure un decoder.

Contributi statali per decoder o televisore

Lo Stato mette a disposizione un “Bonus TV Rottamazione”, che arriva ad un massimo di 100 euro per chi rottamerà il suo vecchio televisore acquistandone uno nuovo. In aggiunta, solo per le famiglie con ISEE inferiore ai 20.000 euro, è disponibile un ulteriore “Bonus TV-Decoder” che ammonta a 30 euro.

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito web https://nuovatvdigitale.mise.gov.it.

Quando avrò bisogno di un nuovo televisore?

Il passaggio al nuovo standard televisivo DVB-T2 avviene in diverse fasi. Per valutare se e quando sarà necessario avere un televisore di nuova generazione, ecco una breve descrizione delle varie fasi:

20 ottobre 2021: passaggio di numerosi programmi alla codifica MPEG4. Chi già adesso riceve i programmi in HD (es. ORF1 HD, ZDF HD, o SF HD) può continuare ad usare il proprio televisore. In caso contrario, per continuare a ricevere tutti i programmi sarà necessario munirsi di decoder o di un nuovo apparecchio televisivo. In entrambi i casi sarà necessario eseguire la ricerca dei canali sul proprio televisore per sintonizzare i programmi HD.

Dal 19 ottobre al 4 novembre: trasferimento dei segnali sui nuovi canali. La sera del giorno in cui nella propria zona i programmi vengono trasferiti ai nuovi canali è necessario verificare se effettivamente i programmi non sono più visibili e successivamente eseguire una ricerca canali sul proprio televisore per sintonizzare i programmi sui nuovi canali.

Dopo il 1° gennaio 2023: verrà introdotto il nuovo standard DVB-T2 con codifica HEVC Main10. Gli apparecchi televisivi acquistati prima del 2018 non supportano il nuovo standard. Sarà quindi necessario acquistare un nuovo televisore o un decoder.

NEWSLETTER

Bolzano2 settimane fa

Tragico incidente a Bolzano: donna muore investita da un camion

Ambiente Natura3 settimane fa

Zone a rischio: due terzi dei Comuni dotati di un piano valido

Bolzano3 settimane fa

Bolzano: sanzionate due discoteche per irregolarità

Bolzano2 settimane fa

Ennesimo incidente grave in piazza Mazzini: Fratelli d’Italia aveva già segnalato la pericolosità dell’incrocio

Alto Adige1 settimana fa

Il Servizio strade è pronto per le imminenti nevicate

Alto Adige4 settimane fa

Escursioniste incontrano un branco di lupi in Val d’Ultimo: li allontana solo l’arrivo dell’elicottero

Bressanone3 settimane fa

Bressanone: 229 tonnellate di indumenti usati all’anno sono troppe per indumenti di qualità

Alto Adige1 settimana fa

La Provincia cerca ispettori amministrativi, domande entro il 20 dicembre

Alto Adige1 giorno fa

Ponte dell’Immacolata, traffico e neve: appello dell’assessore Schuler

Bolzano2 settimane fa

Maxi operazione antidroga della Squadra Mobile: 25 arresti -IL VIDEO

Bolzano1 settimana fa

Inquinamento, dal 1 gennaio 2023 a Bolzano scattano i divieti anche per i diesel Euro 3

Bolzano5 giorni fa

Bolzano: arrestato sul treno un giovane per furto aggravato

Alto Adige1 settimana fa

Bonus bollette: domande dal 1° dicembre 2022 sino al 31 marzo 2023

Bolzano1 settimana fa

Bolzano, individuato il ladro di abiti firmati grazie alle telecamere: espulso un tunisino irregolare

Bolzano4 giorni fa

Bolzano: arrestati un moldavo e un italiano per spaccio di stupefacenti

Archivi

Categorie

di tendenza