Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Sport

Triplete Inter, in tanti restano fuori: «Organizzazione che lascia a desiderare»

Pubblicato

-

Non c’è posto per tutti al Festival dello Sport.

L’Auditorium Santa Chiara, il teatro più grande della città, può contenere 700 persone e ospita i più importanti eventi, almeno quelli calcistici.

Così è stato per l’Inter del Triplete e così sarà per Paolo Maldini e per Sacchi, Ancelotti, Guardiola.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Tanti tifosi delusi, ma anche giornalisti che non hanno potuto lavorare poiché i posti sono limitati e le liste di richiesta di partecipazione sono lunghissime.

In alcuni eventi non riescono ad entrare giornalisti di testate sportive nazionali, come La Gazzetta dello Sport che organizza l’evento (per discrezione non riveliamo il nome).

In particolare, all’evento che metteva sul palcoscenico l’Inter del Triplete col presidente Moratti, capitan Zanetti, Milito e gli altri eroi del 2010, la delusione si è fatta strada in parecchi cuori.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Già alle 13, mentre era in corso l’evento con Moser e Wiggins, alcuni tifosi nerazzurri erano in fila per prendere il biglietto, teoricamente distribuito due ore prima dell’evento (con inizio 17:30).

Mentre nella vicina Piazza Fiera c’era l’Aquila Basket, all’aperto, la fila dei tifosi del calcio è cresciuta a dismisura, tanto da necessitare una certa security.

Naturalmente, gran parte delle persone è andata via delusa, alcuni dopo aver percorso parecchia strada pensando di poter vedere da vicino i loro idoli.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Qualche signore, visibilmente contrariato, ha raccontato ai giornalisti (pure loro rimasti fuori) di essere arrivato da Padova o da altre città del nord.

Qualche persona ha addirittura affrontato 1000 km dalla Puglia per restare con un palmo di naso. 

“Avevo mandato una mail, ci hanno detto che bastava arrivare qui due ore prima. Ce ne andiamo ma l’organizzazione lascia a desiderare dopo che un evento del genere è stato pubblicizzato su un quotidiano nazionale”.

Qualcuno suggerisce se non era il caso di fare certi eventi all’aperto o in strutture più grandi come il palazzetto dello sport.

Ad onor della cronaca, gli stessi disagi si sono registrati in altri eventi.

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza