Connect with us

A TU PER TU

Veronika Widmann: “Non so se torneremo a gareggiare come prima. A Bolzano strutture inadatte, tanti talenti fanno fatica”

Pubblicato

-


Oggi vi presentiamo un orgoglio tutto altoatesino: Veronika Widmann, classe 1993, nata a Bolzano e campionessa di Downhill, campionessa con la “C” maiuscola, perchè ha vinto di tutto. Tra i suoi successi più importanti vogliamo ricordare che è stata due volte oro al Campionato europeo assoluto, oltre alla conquista del terzo posto in Coppa del mondo generale nel 2019. Widmann ha vinto anche due volte la maglia italiana ma come anticipato prima, i suoi successi sono davvero tanti. Veronika vive in Inghilterra, quindi l’abbiamo raggiunta via email.

Veronika, cosa ti ha portato a praticare questo sport? Quanti anni avevi quando hai iniziato?

Ho iniziato a fare Mountainbike quando avevo 12 anni. Li è nata la mia passione per la bicicletta. La disciplina del downhill ho scoperta successivamente, avevo circa 19 anni. La tecnica , la velocità e la difficoltà, mi hanno affascinato sin da subito“.

Hai mai subito qualche infortunio praticando la tua disciplina?

Per ora niente di grave. Sicuramente nel mio sport gli infortuni sono probabili, ma come in altri. Diciamo che quando si arriva ad un certo livello, tutto è più professionale, quindi anche più sicuro.

Stai vincendo davvero tanto, quanto ti alleni?

Per adesso sono una professionista, quindi vuol dire che  dedico il 100% al mio sport. Mi alleno ogni giorno tra palestra, bici da corsa, downhill e anche BMX nella pista a Bolzano.

Abbiamo visto che i tuoi social sono molto curati, fai tutto da sola? Curiosità per i lettori: preferisci Instagram o Faceboook?

Si faccio tutto da sola. In questo periodo a volte è difficile pubblicare e comunicare le cose giuste, siamo in una situazione di emergenza, una situazione nuova per tutti noi, non sempre si riesce a vedere il lato positivo della medaglia. I social comunque fanno parte del mio lavoro, devo stare attiva anche per gli sponsor. Personalmente preferisco Instagram, secondo me hai piú possibilità per creare contenuti, Facebook lo utilizzo più per l’informazione e per leggere notizie che mi interessano.

Pensi che l’emergenza Covid-19 possa influire in qualche modo anche nel tuo sport?

Certamente.Questa situazione ha influenzato e influenzerà la vita di tutti noi. Nel mio specifico caso è già stata cancellata la metà delle gare stagionali. Nessuno sa che cosa succederà. Io sto cercando di trovare altri soluzioni, progetti da fare e nuove idee. Non so se torneremo a gareggiare come prima di questa pandemia, ma sicuramente voglio continuare a lavorare con la bici.

In Altoadige hai le strutture adatte per allenarti?

In Alto Adige mi alleno quasi sempre con la bici da mountain-bike/Enduro pedalando, percorrendo trail che conosco e dove so che non c’è tanta gente che camina. La pista al Colle di Bolzano dove mi allenavo spesso è stata chiusa e non è ancora stata trovata una soluzione.

Penso che in Altoadige manchino le strutture per la bici .Un esempio lo è anche la pista di BMX di Bolzano,la società ha tantissimi giovani motivati e talentosi.Purtroppo la pista è vecchia e limitata per il loro allenamento, quindi fanno fatica ad esprimersi a livello Nazionale.

So che provano ormai da anni a ricevere l’ok del Comune per rifare la pista ma è stato sempre tutto rimandato.Per fortuna ci sono anche ottimi esempi come  Plan de Corones, Passo Resia o anche Mike’s Bikepark in Val Sarentino, dove le strutture ci sono e funzionano.

Fino a pochi giorni fa non si poteva utilizzare la bicicletta per praticare attività sportiva, come ti allenavi?

Io al momento vivo in Inghilterra, dove è basato il mio team. Qua le uscite sportive non sono mai state limitate . Utilizzo questa libertà per allenarmi in bici da corsa. Le palestre sono chiuse ma il mio preparatore mi ha dato degli esercizi da a fare a casa, quindi la mia routine di allenamento non è cambiata più di tanto.

NEWSLETTER

Archivi

  • Coronavirus: Paziente Virtuale evita i test sugli animali
    Grazie alle diverse ricerche ed ai numerosi studi dell’Università di Catania, si rafforza il filo della comunicazione tra il clinico e il laboratorio, dando vita al progetto del Paziente Virtuale. Un progetto completamente italiano che potrebbe finalmente evitare la sperimentazione animale, necessaria per testare farmaci e vaccini anche contro il più recente Coronavirus. Infatti, per […]
  • Sconti e voli gratis ai viaggiatori se bambini piangono o disturbano in aereo, l’idea di una compagnia aerea americana
    Sembra incredibile, ma il binomio aereo – neonato, si posiziona tra i primi posti come motivo di fastidio e disturbo per molti viaggiatori, portando una compagnia area alla decisione di far volare gratis i passeggeri che si trovavano a viaggiare con bambini piangenti a bordo. Ad ovviare questo il problema è JetBlue Airways la compagnia aerea […]
  • Russia registra il primo vaccino al mondo contro il coronavirus
    Dopo mesi di test e di attesa è la Russia a battere tutti e registrare Sputnik il primo vaccino al mondo contro il Coronavirus. Sputnik, il vaccino sviluppato dall’Istituto Gamaleya di Mosca ha ricevuto il via libera dal Ministero della Sanità russo. Citando i media russi, Putin avrebbe rivelato che anche alla figlia è stata […]
  • Piccoli sottomarini privati, il nuovo sogno degli esploratori
    Dalle tranquille avventure sulla superficie dell’acqua all’eccitante esplorazione delle profondità dei fondali marini a bordo dell’ultimo e più sensazionale giocattolo marino: il sottomarino personale. Leggero da trasportare in macchina e comodo da tenere nei garage dei superyatch, il nuovo trend subacqueo prenderà il posto dei numerosi sport d’avventura fin’ora sperimentati. Costruito per esplorare i fondali […]
  • Prima lo adotti poi raccogli i suoi frutti, a Milano nasce la Food Forest, la foresta edibile
    Oltre 2.000 tra piante, ortaggi, piante officinali, alberi, arbusti da frutto e da legno ospitati nel cuore dell’immensa città metropolitana di Milano, con l’obbiettivo di ristabilire il rapporto primitivo tra l’uomo e i prodotti che Madre Natura gentilmente offre. Questo, starà alla base della nuova Food Forest, la foresta edibile  che in autunno prenderà vita all’interno […]
  • Ponte Tibetano e Cascate di Saent: che bella la Val di Rabbi!
    Costruito nel 2016 sopra il torrente Ragaiolo in Val di Rabbi, il ponte tibetano è ormai diventato una tappa fissa per tutti coloro che amano la montagna e la Val di Rabbi. Costruito in ferro e con una pavimentazione di grate di ferro, il ponte tibetano è adatto a grandi e piccini grazie anche alle […]
  • Si allunga la lista delle preziose aree naturali del Pianeta: l’Unesco aggiunge altri 15 Geoparchi da tutelare
    Riconosciuto a livello internazionale come un territorio che possiede un patrimonio geologico particolare e una strategia di sviluppo sostenibile, il Geoparco deve comprendere un certo numero di siti geologici di particolare importanza in termini di rarità, qualità scientifica e rilevanza estetica o valore educativo per essere definito tale. In particolare, si tratta di aree in […]
  • Samsung lancia l’idea: Prevenire gli incidenti grazie ad un camion attrezzato con schermi LCD
    Visibilità azzerata, traffico intenso, grandi mezzi e sorpassi azzardati sono tutti problemi autostradali che potrebbero trovare soluzione grazie ad un “camion trasparente” con grandi schermi LCD: Un‘ idea tanto semplice quanto potenzialmente utile che potrebbe facilitare le manovre di sorpasso dei grandi mezzi riducendo i rischi di incidenti. L’idea è stata presentata da Samsung con […]
  • Trentino Wild Park: il parco avventura più grande d’Italia
    Affrontare situazioni che non appartengono alla vita normale percorrendo una realtà diversa da quella urbana, attraversando ponti tibetani, liane e guardando il bosco tra le chiome degli alberi, sono la base di un intrigante situazione, lontana dalla vita cittadina ma alternativa ad un classico tour. La possibilità di vivere forti emozioni e sentirsi veramente immerso […]
  • Perserverance, la missione Nasa in cerca di vita su Marte
    Fa parte della natura umana esplorare, conoscere e spingersi sempre oltre i limiti terrestri, fino a Marte ad esempio, diventata ormai una delle migliori alternative alla Terra. Trovare tracce di una vita passata o presente sul pianeta rosso, raccogliendo campioni di suolo e studiando la superficie di Marte. Questo è il motivo che ha spinto […]

Categorie

di tendenza