Connect with us

Italia ed estero

1°maggio di rabbia: a Trieste scontri violenti tra manifestanti e forze dell’ordine. Proteste fermate anche a Roma

Pubblicato

-

Primo maggio a Trieste (San Giacomo) con violenti scontri tra forze dell’Ordine e manifestanti che chiedono di poter presenziare in sicurezza alle proteste contro la misura di lockdown imposta da Conte.

Ma tentativi di manifestazione ci sono stati anche a Roma, dove commercianti e cittadini da tutta Italia si erano dati appuntamento per le 15 in piazza San Giovanni.

Molti di loro sono stati bloccati dalle forze dell’ordine e identificati all’arrivo in piazza San Giovanni e nelle aree circostanti. Dalle prime informazioni erano centinaia.

Pubblicità
Pubblicità

Date le misure restrittive sugli spostamenti, le celebrazioni per il primo maggio quest’anno erano state annunciate iniziative da attuare unicamente online. Ma è un primo maggio di rabbia quello che non si può celebrare in questo 2020. 

Nonostante il confinamento sui social, sono state comunque numerose le iniziative di dissenso in Italia contro l’immobilità del governo sugli aiuti economici alle partite Iva. “Noi esistiamo, ridateci il presente per poter continuare ad avere un futuro” era lo slogan della protesta, tra le tante, dei commercianti di Conegliano che hanno deciso di far sentire la loro voce pacificamente.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza