Connect with us

BIDONZOLO

Alfabeto Ecologico: R di recupero

Pubblicato

-

È la volta della lettera “R” per il nostro alfabeto ecologico e non poteva arrivare in un periodo migliore!

Oggi parleremo di recupero.
Le feste portano con sé un sacco di appuntamenti importanti: pranzi, cene, aperitivi e la quantità di prodotti e cibi aumenta.

Purtroppo però il loro recupero ancora non è del tutto perfetto!
Per intenderci, se ormai la differenziata è un punto di forza nelle case di tutti noi, la raccolta corretta non sempre lo è, soprattutto in cucina!

Tutti separiamo gli scarti alimentari e siamo convinti di fare attenzione ogni volta, ma una corretta raccolta differenziata è l’unica strada possibile per il recupero degli avanzi e il loro riciclo.

Gli scarti alimentari, che siano cotti o crudi non cambia, per diventare combustibili rinnovabili o semplicemente compost non solo devono essere divisi bene, ma devono essere anche puliti!

Nel nostro sacchetto dell’umido non devono assolutamente esserci altri materiali come la plastica o la carta, tantomeno le lattine o il vetro.

Nel nostro cestello possiamo mettere tutti i tipi di scarti alimentari, possiamo anche raccogliere gli avanzi dei pasti ancora buoni da mangiare: anche se sarebbe meglio finire tutto quello che abbiamo nel piatto!

Attenzione però: per un buon recupero dell’umido è molto importante anche il sacchetto.

Fateci caso, i nostri Comuni hanno iniziato a distribuire i sacchetti per il recupero dell’organico insieme all’avvio della raccolta differenziata. E da sempre questi sacchetti sono di carta oppure in bioplastica certificata.

Neanche i microorganismi che trasformano l’umido in compost digeriscono il nylon!

Fare attenzione a tutti questi aspetti, legati alle azioni che compiamo ogni giorno, ci aiuta davvero per la raccolta e il recupero degli scarti.

Tante piccole attenzioni che fanno davvero una grande differenza per la salvaguardi del nostro pianeta.

Alla prossima, Bidonzolo.

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza