Connect with us

Politica

Alperia e Green Power, M5S: “Acquisizione da 7,9 a 27 milioni. Depositata interrogazione per gli esiti dell’indagine”

Pubblicato

-

Si è tenuta oggi la conferenza stampa del MoVimento 5 Stelle altoatesino per fare il punto della situazione sull’acquisizione da parte di Alperia del Gruppo GreenPower. Una tematica cara ai pentastellati che a più riprese nel corso degli ultimi mesi hanno invitato le istituzioni ad un monitoraggio più approfondito della situazione.

L’acquisizione si è rivelata più costosa del previsto e ad oggi le operazioni complessive sono passate dai 7,9 milioni ai 27 milioni in un solo anno – afferma il consigliere provinciale Diego Nicolini – . Ricordiamo che Alperia non è una comune azienda elettrica, ma risponde agli azionisti di maggioranza che sono in cittadini dell’Alto Adige attraverso la partecipazione degli enti pubblici.

Se Alperia fa un investimento sbagliato, i cittadini ci rimettono i denari delle loro tasse, semplice. Abbiamo già chiesto nel passato all’azienda maggiore trasparenza su quanto stava avvenendo mettendola in guardia circa i rumors, poi trasformati in cause civili, a cui andava incontro la società acquistata sotto il nome di Green Power”.

Pubblicità
Pubblicità

E ancora: “Un anno fa avevamo depositato un’interrogazione per comprendere le ragioni di tale acquisizione e l’assessorato ci aveva assicurato che era stata avviata un’indagine interna all’azienda, oggi ne abbiamo depositata un’altra per comprendere gli esiti di quella indagine”.

Dalla documentazione consegnata da GreenPower per l’acquisizione da parte di Alperia si apprende che la stessa nel primo semestre 2019 mostrava un utile di circa 358.000 euro. Dopo soli 6 mesi, cioè a chiusura del bilancio 2019 l’utile era diventato una perdita pari a 3,2 milioni di euro. È chiaro che qualcosa non torna”, conclude Nicolini.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza