Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Politica

L’amministrazione scolastica italiana non è in grado di gestire le condizioni per arrivare a un’intesa con la LUB

Pubblicato

-

Condividi questo articolo




Pubblicità


L’amministrazione scolastica italiana non è in grado di gestire le condizioni per arrivare a un’intesa con la LUB, al fine di attivare i PAS per i docenti della scuola italiana in Alto Adige.

In una interrogazione (N. 2128/22 “Percorsi abilitanti per gli insegnanti della scuola italiana“) presentata dal Consigliere provinciale M5S Diego Nicolini, si chiedeva di sapere i motivi per cui la LUB attualmente si rifiuta di trovare l’intesa per abilitare anche gli insegnanti di lingua italiana e se l’ateneo abbia effettivamente tale facoltà di rifiutarsi.

Nella sua risposta scritta l’Assessore Vettorato ha precisato: “Trattandosi di percorsi abilitanti che ai sensi dall’art. 12/bis, comma 1, del D.P.R. n. 89/1983 hanno validità su tutto il territorio nazionale si ritiene che la suddetta intesa sia imprescindibile al fine di garantire la validità del titolo di abilitazione in tutta Italia”. Ne consegue che i percorsi abilitanti, istituiti ai sensi del succitato articolo 12bis per insegnanti della scuola tedesca e ladina, essendo privi dell’intesa necessaria per legge, non siano validi, anzi non possano affatto essere definiti conformi all’articolo 12bis.

Ci si chiede dunque in virtù di quale disposizione si sia potuto prescindere da un requisito essenziale, previsto da una norma di attuazione. Allo stesso modo si fa presente che le leggi di attuazione devono essere osservate da tutti, non sono facoltative. Pertanto è necessario che il Presidente Kompatscher esiga il rispetto dell’articolo 12bis da parte dell’intendenza italiana e della Lub e revochi al più presto il concorso straordinario  in fase di organizzazione e lo faccia sostituire da un percorso abilitante transitorio uguale a quello bandito per i docenti delle scuole tedesca e ladina con delibera 89/2019.

Gravissima anche l’affermazione dell’assessore Vettorato,  secondo cui l’Amministrazione non conoscerebbe i motivi per cui la LUB si rifiuta di concedere all’intendenza italiana la necessaria intesa per attivare i percorsi abilitanti. Si tratta infatti della stessa LUB che viene finanziata dalla Provincia, di cui l’assessore è anche vicepresidente e che a quanto parrebbe, si rifiuta di ottemperare a una legge dell’Autonomia.

Diego Nicolini: “Da questa risposta non si capisce quale sia stata la risposta della LUB e il motivo della sua presa di posizione. Siamo rimasti molto sconcertati dallo scarno responso dell’Assessore anche perché dopo tutti i nostri sforzi per procedere con l’attivazione dei percorsi abilitanti speciali per i docenti della scuola italiana, questa motivazione non è concepibile poiché non offre nessuna soluzione al problema di molti docenti.
 
La situazione è molto preoccupante perché non si sta ottenendo nessun passo in avanti, anzi ancora peggio, con il bando di un nuovo concorso selettivo per la scuola italiana, che con la delibera odierna si è voluto addirittura inasprire rispetto a quello appena bandito nel resto d’Italia, si sta aumentando la discriminazione tra gli insegnanti delle diverse intendenze.

Dal 2018 quelli di lingua tedesca e ladina, addirittura senza intesa, possono abilitarsi in Alto Adige per poi spendere la propria abilitazione in tutta Italia e i ladini – grazie alle modifiche apportate dal Consiglio Provinciale ai criteri per l’iscrizione nelle graduatorie della scuola italiana possono persino iscriversi nelle graduatorie della scuola di lingua italiana e di qui accedere ai ruoli, grazie a un titolo che l’assessore non ritiene valido“.

La questione deve riguardare tutta la Giunta che continua a deliberare in modo difforme per i diversi gruppi linguistici: due modalità disuguali di reclutamento, creano giocoforza disuguaglianze!  Link risposta interrogazione: http://www2.landtag-bz.org/documenti_pdf/idap_650483.pdf 

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

NEWSLETTER

Bolzano2 settimane fa

Fisioterapista aggredita a Bolzano con una coltellata alla gola

Italia ed estero2 settimane fa

Orrore per una tragedia familiare: uomo uccide moglie e due figli

Trentino4 settimane fa

Frana SS47 in Valsugana, riapertura in vista: si punta a marzo per il senso unico alternato

Alto Adige3 settimane fa

Corte d’appello di Venezia ammette definitivamente class action contro Banca Popolare dell’Alto Adige (Volksbank): le scadenze

Bolzano4 settimane fa

Arrestato a Bolzano latitante per reati familiari e droga dopo sei anni di fuga

Economia e Finanza4 settimane fa

L’AGCM interviene sul trasferimento di clienti da Intesa Sanpaolo a Isybank

Merano3 settimane fa

Straniero dà in escandescenza: guardia giurata aggredita a bottigliate finisce in ospedale

Politica4 settimane fa

La nuova giunta provinciale dell’Alto Adige è stata eletta dal consiglio provinciale

Società2 settimane fa

Edilizia abitativa agevolata: approvato il nuovo programma di interventi

Laives4 settimane fa

A Laives i cittadini sono esasperati dalla situazione rifiuti

Sport4 settimane fa

Sesto Pusteria in festa per il trionfo di Jannik Sinner nel suo primo Slam

Politica3 settimane fa

Philipp Achammer lascia la guida della Svp dopo dieci anni

Politica3 settimane fa

Arno Kompatscher esclude il doppio ruolo di presidente e segretario della Svp

Laives2 settimane fa

Incidente stradale a San Giacomo: ciclista 60enne ferito gravemente

meteo3 settimane fa

In arrivo un lungo weekend di pioggia, ecco dove arriverà la neve

Archivi

Categorie

più letti