Connect with us

Bolzano

Bus Bolzano, perdono pezzi e d’estate sono forni. SASA: “Anzianità critica del parco mezzi”

Pubblicato

-

Mancano pezzi e aria condizionata. Ma non solo. E sono molti gli interrogativi, posti soprattutto dai cittadini, sullo stato reale del parco mezzi pubblici che circolano per il capoluogo.

Ci si chiede se non altro, se siano, oltre che sicuri, anche positivamente fruibili, ovvero se garantiscano all’utenza il minimo sindacale del trasporto confortevole.

Vetture che mancano di diverse parti di carrozzeria, con sporgenze metalliche che possono arrecare danno all’utenza, ma anche agli stessi conducenti dei mezzi: questo emerge da un’osservazione attenta di alcuni autobus cittadini.

Pubblicità
Pubblicità

A chiedere spiegazioni alla SASA, ci ha pensato questa volta il consigliere della circoscrizione di Oltrisarco Massimo Trigolo (CPI), il quale pochi giorni fa ha avanzato la richiesta di un intervento da parte della società concessionaria del trasporto pubblico a Bolzano, che miri a sanare la situazione attuale.

E nel frattempo, con l’arrivo dell’estate la criticità si sposta inevitabilmente anche sulle temperature.

Sulla maggiore parte dei bus cittadini infatti, l’aria condizionata sembra non funzionare, con conseguenti situazioni di disagio per i passeggeri, quando non si parla di veri casi di malori e mancamenti.

E non serve aprire le finestre per cercare quel poco di sollievo all’interno dell’abitacolo: quasi tutte sono sigillate.

I conducenti lo sanno e raccolgono le lamentele della gente, stremata dal caldo e dal persistere degli effluvi “naturali” tipici dei luoghi chiusi e troppo affollati durante la stagione estiva.

Attualmente l’anzianità del parco mezzi a noi in dotazione è piuttosto critica, ma la situazione migliorerà a partire dall’autunno 2019, con l’arrivo dei nuovi mezzi che miglioreranno la situazione generale e l’accessibilità da parte dei passeggeri“, si legge in una nota emanata da SASA in risposta alla richiesta di Trigolo.

Pubblicità
Pubblicità

Bolzano

Al casello di Bolzano Sud con cocaina ed eroina: fermati madre e figlio

Pubblicato

-

Nel pomeriggio di domenica 15 settembre gli agenti della Squadra mobile hanno arrestato due bolzanini al casello di Bolzano Sud per detenzione illegale di stupefacenti.

Si tratta di una donna di 47 anni e di suo figlio di 26, che all’interno della loro auto, nascondevano 285 grammi di cocaina e 55 grammi di eroina occultati sotto il sedile, lato guidatore, all’interno di un beauty-case.

I due avevano tentato di eludere il controllo delle forze dell’ordine ma sono stati prontamente fermati.

Pubblicità
Pubblicità

La 47enne, da un controllo della Banca Dati nazionale è risultata essere stata denunciata per oltraggio a pubblico ufficiale.

Da una successiva perquisizione dell’abitazione della donna sono stati stati ritrovati due bilancini di precisione mentre a casa del giovane, anch’essa perquisita, non è stato trovato nulla.

La madre è stata quindi portata in carcere a Trento mentre il figlio è stato destinato agli arresti domiciliari.

Le relative analisi sulle sostanze stupefacenti hanno permesso di accertare l’ottima “qualità” della cocaina che si presentava con un principio attivo superiore al 70%, da cui si potevano ricavare circa 250 dosi mentre dall’eroina sequestrata sarebbero state possibili ricavare circa 400 dosi  tutte destinate a consumatori locali.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Bolzano

Bolzano, fermato per spaccio ed espulso 26enne tunisino. Era già fuggito dalla Polizia ferendo due agenti

Pubblicato

-

Nel corso di alcuni controlli in zona Stazione gli agenti della questura di Bolzano hanno fermato e denunciato un 26enne tunisino senza permesso di soggiorno e con precedenti per spaccio e resistenza a pubblico ufficiale.

Lo straniero era noto agli Uffici per essere fuggito ad un controllo di polizia nel luglio scorso causando il ferimento di due operatori della Squadra Volante.

Accompagnato in Questura, ha consegnato spontaneamente  ai poliziotti un sacchetto con all’interno quattro involucri di cocaina per un peso di circa 3.10 grammi.

Pubblicità
Pubblicità

Per questo è stato nuovamente denunciato a piede libero per detenzione ai fini di spaccio. Lo stupefacente è stato sequestrato.

Il Questore ha inoltre immediatamente provveduto ad emettere nei suoi confronti un provvedimento di espulsione con accompagnamento al Centro per il Rimpatrio di Roma.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Bolzano

Lavori sul verde dello Stadio Europa

Pubblicato

-

Mercoledì 18 settembre partiranno i lavori di sistemazione delle aiuole prospicienti lo stadio Europa in via Resia. I lavori costeranno circa 60.000 Euro.

Il progetto nasce dalla necessità di rifare la pavimentazione del parcheggio e di risistemare il verde.

E’ prevista la demolizione delle cordonate in calcestruzzo che delimitano le aiuole esistenti, la demolizione della pavimentazione in asfalto del parcheggio, la delimitazione delle nuove aiuole degli alberi  con nuovi cordoni in granito, la realizzazione della nuova pavimentazione in conglomerato bituminoso del parcheggio.

Pubblicità
Pubblicità

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza