Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Economia e Finanza

Cna: “Stop all’onere dei controlli fiscali demandati alle aziende”

Pubblicato

-

Il Governo anche se non ha accettato in pieno la proposta di CNA Costruzioni per abolire l’articolo 4 del Decreto fiscale che prevede l’obbligo per i committenti di versare le ritenute operate dalle imprese appaltatrici e subappaltatrici, ha comunque considerato le nostre ragioni circoscrivendo in maniera significativa l’ambito di applicazione del citato articolo nell’ambito del settore costruzioni”.

Lo rende noto CNA Costruzioni Trentino Alto Adige. Cna aveva contestato “il ribaltamento sulle imprese degli oneri dei controlli fiscali”.

Ora, per far scattare le nuove regole devono ricorrere contemporaneamente 4 diverse condizioni: appalto, subappalto o rapporto negoziale superiore a 200mila euro; utilizzo prevalente di manodopera; svolgimento presso la sede del committente; utilizzo di beni strumentali di proprietà o messi a disposizione dal committente.

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Se manca anche solo uno dei requisiti la misura non è applicabile.

Con il testo del nuovo articolo 4 del DL Fisco collegato alla legge di Bilancio – spiega CNA Costruzioni Trentino Alto Adige – i cantieri pubblici e non solo sarebbero esclusi dalla stretta sulle ritenute fiscali degli appalti.

La versione finale del decreto avrebbe un’applicazione residuale nelle costruzioni, circoscritta alle ipotesi di manutenzioni in aree di proprietà dei committenti, con beni strumentali messi a disposizione da quest’ultimo, almeno del valore annuale di 200mila euro.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Con l’obiettivo di contrastare l’evasione delle ritenute fiscali da parte dei datori di lavoro, la norma introduce un sistema di controllo da parte del committente sulla correttezza dei versamenti operati dai suoi fornitori. La novità riguarda sia i committenti pubblici che privati, dunque gli imprenditori nel caso dei subappalti”.

CNA Costruzioni ha chiesto al Ministro Patuanelli la proroga di almeno 6 mesi dell’entrata in vigore del Decreto Fisco, perché è impossibile applicare da subito queste misure, permanendo l’incertezza interpretativa del testo.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

NEWSLETTER

Bolzano1 settimana fa

Tragico incidente a Bolzano: donna muore investita da un camion

Ambiente Natura3 settimane fa

Zone a rischio: due terzi dei Comuni dotati di un piano valido

Bolzano2 settimane fa

Bolzano: sanzionate due discoteche per irregolarità

Bolzano1 settimana fa

Ennesimo incidente grave in piazza Mazzini: Fratelli d’Italia aveva già segnalato la pericolosità dell’incrocio

Alto Adige5 giorni fa

Il Servizio strade è pronto per le imminenti nevicate

Alto Adige3 settimane fa

Escursioniste incontrano un branco di lupi in Val d’Ultimo: li allontana solo l’arrivo dell’elicottero

Bressanone2 settimane fa

Bressanone: 229 tonnellate di indumenti usati all’anno sono troppe per indumenti di qualità

Alto Adige5 giorni fa

La Provincia cerca ispettori amministrativi, domande entro il 20 dicembre

Bolzano2 settimane fa

Maxi operazione antidroga della Squadra Mobile: 25 arresti -IL VIDEO

Bolzano5 giorni fa

Inquinamento, dal 1 gennaio 2023 a Bolzano scattano i divieti anche per i diesel Euro 3

Bolzano3 giorni fa

Bolzano, individuato il ladro di abiti firmati grazie alle telecamere: espulso un tunisino irregolare

Politica1 settimana fa

Violenza tra minori, revocare gli alloggi sociali in conseguenza di reati che destano allarme sociale, mozione di Galateo (FdI) in Provincia

Valle Isarco2 settimane fa

Il bis dell’Ibis a Vipiteno

Alto Adige2 settimane fa

Bollettino di allerta: attese le prime nevicate in Alto Adige

Politica3 settimane fa

Sicurezza sul lavoro: nominato il nuovo Comitato di coordinamento

Archivi

Categorie

di tendenza