Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Bolzano

Comuni di confine, valorizzazione per valli del Boite e di Landro

Pubblicato

-

Il presidente della Provincia di Bolzano ha sottoscritto oggi (18 ottobre) a Dobbiaco l’intesa per la valorizzazione turistico-culturale delle valli del Boite e di Landro al confine tra la Val Pusteria ed il Cadore.

Oltre alla Provincia di Bolzano l’intesa è stata sottoscritta dalla Provincia di Belluno e dai sindaci dei Comuni di Dobbiaco e di Cortina. Al centro dell’intesa l’ampliamento e la valorizzazione della pista ciclabile dolomitica Dobbiaco – Cortina.

Si tratta del primo passo verso l’attuazione di una serie di misure finanziate attraverso il Fondo comuni confinanti, il prossimo sarà rappresentato dall’elaborazione di uno studio di fattibilità del progetto complessivo nel quale saranno definiti nel dettaglio i costi ed i tempi di realizzazione.

Il presidente della Provincia, nel corso del suo intervento presso il Centro culturale Euregio a Dobbiaco, ha sottolineato che “l’autonomia è uno strumento di sviluppo che favorisce tutte le popolazioni residenti nel territorio in uno spirito europeo improntato alla solidarietà ed alla responsabilità. L’intesa rappresenta in primo luogo un investimento nel futuro per le prossime generazioni”.

Il tracciato della pista ciclabile percorre le valli del Boite e di Landro, al confine fra la Val Pusteria e il Cadore e collega Cortina a Dobbiaco ricalcando quella che  un tempo era una direttrice fondamentale degli scambi e delle comunicazioni tra la Repubblica di Venezia e l’Impero austro-ungarico; una direttrice strategica per i commerci medievali e in tempi più recenti uno dei principali teatri della Grande guerra, fino ad essere diventata oggi una via del turismo.

La pista è lunga 31 chilometri ed è frequentata oggi da appassionati e sportivi che d’estate la percorrono in bicicletta e d’inverno con gli sci da fondo.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Il tracciato ha un valore storico ed economico, una valenza simbolica e un rilievo che l’hanno segnalato al momento delle scelte sull’orientamento delle risorse del progetto di valorizzazione turistico-culturale della zona da parte dei 2 Comuni.

L’idea progettuale prevede da un lato l’ammodernamento della pista ciclabile con la realizzazione di un nuovo sottofondo, la creazione di una rete di assistenza e soccorso e di punti di ristoro lungo il percorso.

Un secondo intervento prevede la realizzazione di un impianto di innevamento artificiale per il tracciato della pista da fondo (coincidente con quello della ciclabile), così da renderla fruibile anche nei periodi dell’inverno in cui le precipitazioni dovessero scarseggiare.

Questo intervento prevede anche l’installazione di punti automatizzati per il pronto soccorso attrezzati con un collegamento fisso alla banda larga, di illuminazione nei punti strategici e di un’adeguata segnaletica (la struttura potrebbe essere utilizzata in futuro per eventi collaterali, come ad esempio in caso di aggiudicazione all’Italia delle Olimpiadi invernali 2026).

Sull’aspetto culturale e storico si concentreranno invece gli interventi di valorizzazione degli scavi archeologici del sito di Botestagno a nord di Cortina e l’apertura di una struttura museale dedicata alle due valli come via di transito.

L’Intesa prevede che il finanziamento di questo studio avvenga attraverso le risorse del Fondo comuni confinanti destinate alla programmazione dei progetti di area vasta per le annualità 2013-2018 inserite nel programma della Provincia di Belluno.

Il Fondo, che ha una dotazione annua di 80 milioni di euro erogata dalle Province di Bolzano e Trento, è stato creato nel 2010 in accordo tra il Ministero delle Finanze, le Regioni Lombardia e Veneto, per sostenere gli enti territoriali che si trovano in aree confinanti con l’Alto Adige ed il Trentino.

Si tratta complessivamente di 48 Comuni, 42 dei quali confinano con il Trentino e 6 con l’Alto Adige. Dalla sua creazione le Province di Bolzano e Trento hanno versato complessivamente nel Fondo 550 milioni di euro. Ai seguenti link la possibilità di scaricare video e interviste in alta risoluzione.

NEWSLETTER

Benessere e Salute4 settimane fa

Sanità, dal 1 gennaio 2023 nuove regole per l’accesso agli ospedali

Alto Adige3 settimane fa

Partirà una class action contro la Volksbank (Banca Popolare dell’Alto Adige)

Bolzano4 settimane fa

Muore a 42 anni Chiara Cantaloni, ricercatrice senior all’Eurac di Bolzano

Politica2 giorni fa

La moneta regionale dell’Alto Adige è sempre più vicina

Alto Adige4 settimane fa

Morta Paola Zani, commissario capo della Questura di Bolzano

Alto Adige3 settimane fa

Pedone investito da scooter in via Palermo, Repetto: «Giunta litiga invece di trovare soluzioni»

Bressanone4 settimane fa

Bressanone: corteo storico per l’Epifania

Alto Adige4 settimane fa

Capodanno, i Vigili del Fuoco avvisano: “Festeggiamo senza rischiare, usiamo correttamente i fuochi d’artificio”

Alto Adige3 settimane fa

Valanga in Val Gardena, gravissimo un carabiniere

Alto Adige3 settimane fa

Resoconto attività 2022 della Polizia Postale e delle Comunicazioni e dei Centri Operativi Sicurezza Cibernetica

Merano2 settimane fa

Nuova raccolta dell’umido, falsa partenza, Zampieri (FdI): sulla gestione rifiuti Comune imbarazzante

Bolzano2 settimane fa

Sono ancora gravissime le condizioni di Giovanni Andriano, il 49 enne travolto ieri da una valanga il Val Gardena

Alto Adige4 settimane fa

Termeno, crolla un pezzo dell’autolavaggio sulla macchina: intervengono i vigili del fuoco

Laives3 settimane fa

Laives, auto ibrida prende fuoco mentre è in carica: i vigili del fuoco evitano il peggio

Politica1 settimana fa

Parcheggio Cimitero sud a Oltrisarco, approvata la proposta di privatizzazione dell’area sosta camper

Archivi

Categorie

di tendenza