Connect with us

Italia ed estero

Coronavirus, da domani comincia la serrata dei benzinai: “Non ce la facciamo più”. Il garante pronto alla revoca

Pubblicato

-

Arriva la serrata dei benzinai: da domani (25 marzo) cominciano progressivamente a fermarsi le pompe di benzina. I sindacati di categoria Faib, Fegica e Figisc/Anisa affermano che gli operatori del settore non sarebbero più in condizioni di assicurare il livello minimo di sicurezza sanitaria ma nemmeno la sostenibilità economica del servizio.

Da mercoledì notte si fermano quelli della rete autostradale, compresi raccordi e tangenziali. Successivamente anche quelli lungo la viabilità ordinaria.

C’è una categoria di persone, oltre 100.000 in tutta Italia – sottolineano i sindacati – che senza alcuna menzione, ha finora assicurato il pubblico servizio essenziale di distribuzione di energia e carburanti senza alcun sostegno economico e sanitario. Per il governo siamo invisibili“.

Pubblicità
Pubblicità

Una presa di posizione, quella dei benzinai, che ora rischia di bloccare completamente il Paese. La paura ora è per il trasporto delle merci e il rifornimento di supermercati e negozi di prima necessità.

Sulla questione interviene anche il vicepresidente di Confcommercio e Conftrasporto Paolo Uggè, che invita il Governo ad intervenire fornendo risposte adeguate ai gestori delle pompe di benzina.

Dice Uggè: “Il rischio è quello di una sospensione dei servizi essenziali garantiti oggi dell’autotrasportoper ospedali, farmacie, negozi di generi di prima necessità e altre attività produttive“.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza