Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Politica

Covid: tornano gli aiuti economici dalla Provincia. Domande a partire dal 10 dicembre

Pubblicato

-

La scorsa primavera la Giunta altoatesina aveva sostenuto finanziariamente numerosi cittadini e famiglie altoatesine con diversi aiuti, contributi e assegni. Per l’assessora provinciale al sociale Waltraud Deeg “ora che nuove restrizioni tornano a essere imposte in molti settori vogliamo riattivare le misure di aiuto immediato“.

Domande dal 10 dicembre ai Distretti sociali

Grazie all’aiuto immediato Covid-19, al contributo straordinario al canone di locazione e per le spese accessorie Covid-19 si intende offrire un aiuto diretto e immediato alla popolazione. L’assegno Covid-19 per minori sarà considerato questa volta una componente dei diversi servizi, soprattutto per mantenere il più basso sforzo amministrativo possibile e quindi per effettuare il pagamento il più rapidamente possibile.

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Il punto di contatto per le prestazioni sarà di nuovo il Distretto sociale di riferimento: sarà possibile presentare domanda a partire dal 10 dicembre. Tutti i dettagli sulle prestazioni richiedibili saranno consultabili online sul sito della Provincia a partire dall’inizio di dicembre, e in loco presso le sedi dei Distretti sociali stessi.

“Utilizzeremo il tempo rimanente per fissare i criteri di accesso e preparare i collaboratori dei Distretti sociali alla fornitura del servizio. Sono questi ultimi infatti il contatto diretto per i cittadini” spiega ancora Deeg. E’ stato già stabilito che l’aiuto arriverà fino a un massimo di 900 euro, somma superiore dunque rispetto a quella di primavera, e la somma verrà erogata in tutto per tre mesi.

Accordo su ulteriori misure di semplificazione

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Oltre al sostegno finanziario diretto, la Giunta provinciale ha concordato anche su ulteriori misure di ammortizzazione e di semplificazione. In questo contesto, sarà di nuovo possibile semplificare le procedure di valutazione della non-autosufficienza, concedere dilazioni di pagamento per Risparmio Casa e affitti delle case Ipes, o ancora offrire misure di compensazione finanziaria per i fornitori di servizi nel settore dell’assistenza all’infanzia, dell’assistenza estiva e pomeridiana o dei servizi sociali. Le singole delibere saranno approvate nelle prossime sedute della Giunta provinciale.

ck/sf

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza