Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Alto Adige

Dichiarazione congiunta: per un libero trasporto merci lungo l’asse del Brennero

Pubblicato

-

Il mercato unico europeo funziona solo se funziona il libero scambio di merci.

A questo servono le reti di collegamento trans-europee.

L’asse del Brennero è strategico per il trasporto in Europa.

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Tuttavia, il concetto stesso di corridoi transeuropei e l’importanza strategica della libertà di circolazione di merci e prodotti in Europa vengono oggi pesantemente limitati.

Le misure contro la circolazione di mezzi pesanti come il progettato ampliamento dei divieti di transito settoriale, il “dosaggio” dei TIR in Tirolo e la prevista estensione del divieto di transito notturno anche ai Tir con motore Euro 6 penalizzano non solo l’economia della Baviera e dell’Alto Adige, ma il trasporto merci dell’intero continente.

Assoimprenditori Alto Adige e le associazioni datoriali bavaresi vbw bayme vbm si impegnano a favore di una soluzione sostenibile.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

È per noi evidente che il continuo aumento del traffico attraverso le Alpi rappresenta una grande sfida, vista anche la topografia delle regioni alpine interessate.

Concordiamo anche sul fatto che la tutela dell’ambiente, del clima e della salute sono di importanza strategica in Europa.

Siamo però convinti che soluzioni unilaterali da parte di singoli Stati non siano abbastanza efficaci.

Una politica orientata all’ambiente e al clima che garantisca risultati efficienti può essere realizzata solamente in accordo con tutti i partner europei ed internazionali.

Le misure ad essa collegate non possono prescindere dal rispetto di una delle libertà fondamentali dell’Unione Europea, ovvero la libera circolazione delle merci.

Le misure devono altresì garantire una riduzione a lungo termine delle emissioni.

Il semplice spostamento del traffico, diretta conseguenza dei divieti di transito, aumenta le emissioni di sostanze nocive e le trasferisce verso i territori vicini, senza contribuire a ridurle complessivamente. Inoltre, manca al momento un’adeguata capacità di trasporto lungo la ferrovia.

Dobbiamo come prima cosa aumentare la capacità dei collegamenti ferroviari e dei relativi terminal: va realizzato al più presto l’accesso nord del tunnel di base del Brennero, devono essere migliorati i collegamenti ai terminal in Germania, Italia e Austria e ampliate le loro capacità.

Negli ultimi anni lo sviluppo tecnologico dei veicoli commerciali ha contribuito ad una notevole riduzione delle emissioni.

L’economia e le imprese della logistica forniscono quindi già oggi un contributo determinante alla riduzione della concentrazione di sostanze nocive nell’aria.

Le emissioni caleranno ulteriormente se verranno garantite condizioni – in particolare attraverso infrastrutture adeguate per il rifornimento di combustibili alternativi e la ricarica elettrica – che orientino anche il trasporto su strada verso tecnologie alternative.

Accogliamo favorevolmente i 10 punti del piano nato dall’accordo sottoscritto il 29 settembre scorso tra il ministro ai Trasporti tedesco Andreas Scheuer e il ministro ai Trasporti bavarese Hans Reichhart con il ministro ai Trasporti austriaco Andreas Reichhardt e il capitano del Tirolo Günther Platter.

Tutti i punti vanno nella giusta direzione per affrontare il problema a medio termine e i Paesi interessati, così come le regioni alpine, sono chiamati ad occuparsene il prima possibile.

A prescindere da questo, non possiamo però accettare oltre le attuali limitazioni al traffico. Facciamo appello al Tirolo, affinché non vengano messe in atto le modifiche al divieto di trasporto settoriale.

Anche riguardo agli altri numerosi divieti già in vigore in Tirolo, siamo convinti sia necessario trovare delle alternative migliori, attraverso le quali sia possibile raggiungere gli obiettivi condivisi senza per questo penalizzare l’economia.

Germania, Austria e Italia sono chiamate a collaborare per trovare e implementare soluzioni comuni.

Federico Giudiceandrea Wolfram Hatz Presidente Presidente Assoimprenditori Alto Adige vbw bayme vbm

NEWSLETTER

Politica6 ore fa

Il Comune di Bressanone si affida incondizionatamente a Heller, nonostante lo scandalo che lo ha coinvolto

Arte e Cultura9 ore fa

Nuova mostra permanente sulla storia regionale e contemporanea dell’Alto Adige: presentato il progetto di massima

Bolzano9 ore fa

Bolzano: arrestati un moldavo e un italiano per spaccio di stupefacenti

Politica10 ore fa

Basta sussidi a chi delinque, mozione di Galateo in Provincia

Bolzano12 ore fa

Legalità, delinquenza e bullismo: i carabinieri di Bolzano incontrano gli alunni delle medie

Alto Adige13 ore fa

Stagione invernale 2022/23: avviato il servizio di vigilanza e soccorso sulle piste da sci

Arte e Cultura13 ore fa

Strike 2022, vince l’influencer dei contadini Meike Hollnaicher

Sport14 ore fa

Foxes sconfitti a Salisburgo. I Red Bulls la spuntano per 3 a 1

Italia ed estero14 ore fa

Dopo le proteste, la polizia morale iraniana potrebbe essere abolita, ma non ci sono conferme

Sport14 ore fa

Il Frosinone raggiunge l’FCS all’ultimo secondo

Italia ed estero14 ore fa

Polemiche sull’uso del Pos a 60 euro, Meloni fa un passo indietro: “La soglia è indicativa può essere più bassa”

Alto Adige15 ore fa

Kompatscher annuncia la ricandidatura per le provinciali del 2023: “Proseguire sulla strada intrapresa”

Merano15 ore fa

Merano, auto sbanda e finisce in mezzo al frutteto: illeso il conducente

Bressanone1 giorno fa

Completato il risanamento degli accessi ai masi

Bressanone1 giorno fa

Bressanone: nuovi orari di autobus e treni a partire dall’11 dicembre

Bolzano2 settimane fa

Tragico incidente a Bolzano: donna muore investita da un camion

Ambiente Natura3 settimane fa

Zone a rischio: due terzi dei Comuni dotati di un piano valido

Bolzano3 settimane fa

Bolzano: sanzionate due discoteche per irregolarità

Bolzano2 settimane fa

Ennesimo incidente grave in piazza Mazzini: Fratelli d’Italia aveva già segnalato la pericolosità dell’incrocio

Alto Adige1 settimana fa

Il Servizio strade è pronto per le imminenti nevicate

Alto Adige4 settimane fa

Escursioniste incontrano un branco di lupi in Val d’Ultimo: li allontana solo l’arrivo dell’elicottero

Bressanone2 settimane fa

Bressanone: 229 tonnellate di indumenti usati all’anno sono troppe per indumenti di qualità

Alto Adige1 settimana fa

La Provincia cerca ispettori amministrativi, domande entro il 20 dicembre

Bolzano2 settimane fa

Maxi operazione antidroga della Squadra Mobile: 25 arresti -IL VIDEO

Bolzano7 giorni fa

Inquinamento, dal 1 gennaio 2023 a Bolzano scattano i divieti anche per i diesel Euro 3

Bolzano1 giorno fa

Bolzano: arrestato sul treno un giovane per furto aggravato

Bolzano5 giorni fa

Bolzano, individuato il ladro di abiti firmati grazie alle telecamere: espulso un tunisino irregolare

Alto Adige5 giorni fa

Bonus bollette: domande dal 1° dicembre 2022 sino al 31 marzo 2023

Politica2 settimane fa

Violenza tra minori, revocare gli alloggi sociali in conseguenza di reati che destano allarme sociale, mozione di Galateo (FdI) in Provincia

Valle Isarco2 settimane fa

Il bis dell’Ibis a Vipiteno

Archivi

Categorie

di tendenza