Connect with us

Alto Adige

Dichiarazione congiunta: per un libero trasporto merci lungo l’asse del Brennero

Pubblicato

-

Il mercato unico europeo funziona solo se funziona il libero scambio di merci.

A questo servono le reti di collegamento trans-europee.

L’asse del Brennero è strategico per il trasporto in Europa.

Pubblicità
Pubblicità

Tuttavia, il concetto stesso di corridoi transeuropei e l’importanza strategica della libertà di circolazione di merci e prodotti in Europa vengono oggi pesantemente limitati.

Le misure contro la circolazione di mezzi pesanti come il progettato ampliamento dei divieti di transito settoriale, il “dosaggio” dei TIR in Tirolo e la prevista estensione del divieto di transito notturno anche ai Tir con motore Euro 6 penalizzano non solo l’economia della Baviera e dell’Alto Adige, ma il trasporto merci dell’intero continente.

Assoimprenditori Alto Adige e le associazioni datoriali bavaresi vbw bayme vbm si impegnano a favore di una soluzione sostenibile.

È per noi evidente che il continuo aumento del traffico attraverso le Alpi rappresenta una grande sfida, vista anche la topografia delle regioni alpine interessate.

Concordiamo anche sul fatto che la tutela dell’ambiente, del clima e della salute sono di importanza strategica in Europa.

Siamo però convinti che soluzioni unilaterali da parte di singoli Stati non siano abbastanza efficaci.

Una politica orientata all’ambiente e al clima che garantisca risultati efficienti può essere realizzata solamente in accordo con tutti i partner europei ed internazionali.

Le misure ad essa collegate non possono prescindere dal rispetto di una delle libertà fondamentali dell’Unione Europea, ovvero la libera circolazione delle merci.

Le misure devono altresì garantire una riduzione a lungo termine delle emissioni.

Il semplice spostamento del traffico, diretta conseguenza dei divieti di transito, aumenta le emissioni di sostanze nocive e le trasferisce verso i territori vicini, senza contribuire a ridurle complessivamente. Inoltre, manca al momento un’adeguata capacità di trasporto lungo la ferrovia.

Dobbiamo come prima cosa aumentare la capacità dei collegamenti ferroviari e dei relativi terminal: va realizzato al più presto l’accesso nord del tunnel di base del Brennero, devono essere migliorati i collegamenti ai terminal in Germania, Italia e Austria e ampliate le loro capacità.

Negli ultimi anni lo sviluppo tecnologico dei veicoli commerciali ha contribuito ad una notevole riduzione delle emissioni.

L’economia e le imprese della logistica forniscono quindi già oggi un contributo determinante alla riduzione della concentrazione di sostanze nocive nell’aria.

Le emissioni caleranno ulteriormente se verranno garantite condizioni – in particolare attraverso infrastrutture adeguate per il rifornimento di combustibili alternativi e la ricarica elettrica – che orientino anche il trasporto su strada verso tecnologie alternative.

Accogliamo favorevolmente i 10 punti del piano nato dall’accordo sottoscritto il 29 settembre scorso tra il ministro ai Trasporti tedesco Andreas Scheuer e il ministro ai Trasporti bavarese Hans Reichhart con il ministro ai Trasporti austriaco Andreas Reichhardt e il capitano del Tirolo Günther Platter.

Tutti i punti vanno nella giusta direzione per affrontare il problema a medio termine e i Paesi interessati, così come le regioni alpine, sono chiamati ad occuparsene il prima possibile.

A prescindere da questo, non possiamo però accettare oltre le attuali limitazioni al traffico. Facciamo appello al Tirolo, affinché non vengano messe in atto le modifiche al divieto di trasporto settoriale.

Anche riguardo agli altri numerosi divieti già in vigore in Tirolo, siamo convinti sia necessario trovare delle alternative migliori, attraverso le quali sia possibile raggiungere gli obiettivi condivisi senza per questo penalizzare l’economia.

Germania, Austria e Italia sono chiamate a collaborare per trovare e implementare soluzioni comuni.

Federico Giudiceandrea Wolfram Hatz Presidente Presidente Assoimprenditori Alto Adige vbw bayme vbm

NEWSLETTER

Archivi

  • Bonus idrico pronto, ma sito offline: le domande al via dal 2022
    Manca poco all’arrivo del Bonus idrico che permette di ricevere un rimborso di 1000 euro per chi sostituisce rubinetti di bagno e cucina. Ad oggi anche se sembra tutto pronto per l’avvio della nuova agevolazione,... The post Bonus idrico pronto, ma sito offline: le domande al via dal 2022 appeared first on Benessere Economico.
  • Il futuro corre verso un’economia circolare: nuovi modelli di rigenerazione e sviluppo
    Il futuro dell’economia, dovrà evolversi tenendo conto della missione che ormai accomuna tutti gli stati del mondo, la sostenibilità. Di fatto, per avvicinarsi verso un’economia circolare che riduca la produzione dei rifiuti, garantisca uno sviluppo... The post Il futuro corre verso un’economia circolare: nuovi modelli di rigenerazione e sviluppo appeared first on Benessere Economico.
  • Boom di adesioni per il Bonus Terme, cosa possono fare gli esclusi
    Dopo le difficoltà iniziali, il Bonus terme ha riscontrato un a grande affluenza, tanto da esaurire i fondi nel giro di poche ore. Un boom di adesioni che però ha lasciato milioni di italiani esclusi... The post Boom di adesioni per il Bonus Terme, cosa possono fare gli esclusi appeared first on Benessere Economico.
  • Ipotesi Easy tax per autonomi: un ponte tra aliquote troppo diverse tra loro
    All’interno del delicato tema sul fisco, tra le varie proposte spunta anche l’easy tax per autonomi. La proposta si inserisce nel tema dell’ampliamento della Flat Tax agli autonomi con ricavi tra 65 mila e 100... The post Ipotesi Easy tax per autonomi: un ponte tra aliquote troppo diverse tra loro appeared first on Benessere Economico.
  • Buono viaggio Taxi e Ncc: fino al 50% di sconto sul totale della corsa
    Per alcune categorie di persone, viaggiare in taxi potrebbe essere più conveniente. All’interno del Decreto Rilancio e successivamente nel Dl infrastrutture è stata inserita una particolare agevolazione che prevede viaggi in auto con conducente e... The post Buono viaggio Taxi e Ncc: fino al 50% di sconto sul totale della corsa appeared first on Benessere […]
  • Bonus Partite Iva, fino al 13 dicembre la presentazione delle domande
    Bonus Partite Iva Il bonus, messo a disposizione del Governo è un sussidio erogato a favore dei soggetti esercenti di titolari di partita Iva, soggetti esercenti di attività di impresa che hanno subito perdite a... The post Bonus Partite Iva, fino al 13 dicembre la presentazione delle domande appeared first on Benessere Economico.
  • Cambia la lotteria degli scontrini, ipotesi estrazione istantanea dal 2022
    Il programma lotteria degli scontrini che ha accompagnato molti italiani per tutto il 2021, potrebbe subire dei cambiamenti a partire dal 2022. A differenza del cashback, la lotteria degli scontrini infatti, è stata confermata anche... The post Cambia la lotteria degli scontrini, ipotesi estrazione istantanea dal 2022 appeared first on Benessere Economico.
  • P. Iva, quando arrivano i contributi fondo perduto fino a 150 mila euro
    Dopo l’ok ufficiale da parte dell’Unione Europea, i contributi a fondo perduto per le P.Iva disposti dal Decreto Sostegni Bis vengono sbloccati e arriveranno entro l’anno. I dettagli della misura Il sostegno finanziato con 4,5... The post P. Iva, quando arrivano i contributi fondo perduto fino a 150 mila euro appeared first on Benessere Economico.
  • Bonus Natale, a dicembre voucher e bonus per pensionati e categorie meno abbienti
    Con l’avvicinarsi delle festività si incomincia a parlare di Bonus Natale, una misura di sostegno al reddito introdotta dalla legge finanziaria del 2001 e rifinanziata nell’ultimo decreto legge. Si tratta quindi di un voucher, erogato... The post Bonus Natale, a dicembre voucher e bonus per pensionati e categorie meno abbienti appeared first on Benessere Economico.
  • Il ritmo dell’inflazione preoccupa, aumentano anche i prezzi del carrello della spesa
    Anche nel mese di ottobre il tasso di inflazione ha continuato a salire. In particolare, per il quarto mese consecutivo l’ISTAT ha registrato una crescita più alta di quanto previsto in precedenza. L’aumento del prezzo... The post Il ritmo dell’inflazione preoccupa, aumentano anche i prezzi del carrello della spesa appeared first on Benessere Economico.

Categorie

di tendenza