Connect with us

Sport

Due campioni dello sci alpino in mountain bike. Il 13 luglio Moelg e Heel alla Dolomiti Superbike

Pubblicato

-

Il 13 luglio la Südtirol Dolomiti Superbike festeggerà la 25.a edizione, sempre con la Val Pusteria e Villabassa protagoniste lungo i percorsi di 60 km e 1.785 metri di dislivello (ore 8.45) e di 113 km e 3.357 metri di dislivello (ore 7.30).

Se il contest di Formula Bici è il più partecipato e amato d’Italia per quanto riguarda le ruote grasse, il merito non è solo dei tanti campioni che l’affollano, ma anche e soprattutto dei corridori della domenica (sabato in questo caso…), e degli atleti provenienti da altri sport.

Tra di essi due sciatori alpini, Werner Heel, da poco ritiratosi ed ora reduce da un corso allenatori di sci alpino sullo Stelvio (“Ora noto cose che prima mi sfuggivano”), e Manfred Moelgg, argento mondiale e con una Coppa del Mondo di slalom speciale all’attivo. I due abitano vicini e probabilmente si ‘passeranno a prendere’ per recarsi a Villabassa.

Werner, come mai in gara?

L’ultima volta che partecipai era il 2011, ora non pratico più sport ad alti livelli e posso andare di più in bici. L’invito è arrivato dal responsabile degli organizzatori Kurt Ploner, che è un carissimo amico, ma sicuramente ho deciso di far parte di questa grande festa per la mia passione per le due ruote”.

Cosa ti piace della Südtirol Dolomiti Superbike e come spieghi quest’afflusso di appassionati?

Le gare dolomitiche sono uno spettacolo come ambiente e natura – prosegue Heel – non hai molta possibilità di guardarti attorno durante la gara ma tanti partecipanti arrivano prima e si godono il paesaggio. Nel pre-gara c’è sempre tensione nervosa, come nello sci”.

Differenze tra le due discipline?

Quando sei abituato a competere, anche quando smetti c’è sempre questo tipo di adrenalina. La differenza è che nella mountain bike vedi negli occhi i tuoi “avversari” mentre nello sci sei contro te stesso e il cronometro”.

E come avversario avrai il tuo ex collega Moelgg.

Così possiamo fare macchina unica! Manfred va fortissimo in bici ma in discesa dovrà stare attento, lì potrei batterlo”.

Chi arriva davanti?

Certamente lui”.

A proposito di Manfred Moelgg, la passione dell’altoatesino per la bicicletta è risaputa.

Pedalo molto volentieri a prescindere dall’allenamento in funzione per lo sci – dice Moelgg – . Riesco a staccare molto bene, faccio i miei giri, ci sono belle sfide e quando la gamba va è meglio, in bici puoi fare tanto. Mi diverto, abbiamo un gruppo di amatori con cui si pedala spesso”.

E nel gruppo c’è anche Werner? Ha detto che in discesa ti stacca…Sì, forse… diciamo che solo lì va forte”.

Gareggerai nel suo stesso percorso?

Sì, perché per via di allenamenti in palestra non riesco a fare il lungo, proverò ad andare abbastanza veloce, di solito finisco nei primi 40”.

Come valuti il percorso?

Il dislivello è importante ma non è una gara troppo tecnica e riserva percorsi molto belli con panorami incredibili, per questo piace agli amatori, e i sentieri sono larghi”.

Come procede il tuo allenamento?

Sono appena tornato dopo tante settimane di atletica, il prossimo sarà Passo dello Stelvio per quattro giorni, mentre il 20 agosto parto per l’Argentina, tre settimane a fare preparazione su pista, nella Terra del Fuoco da 13 anni e ci vado sempre molto volentieri”.

Un pronostico sulla tua Südtirol Dolomiti Superbike?

Oggi ho lavorato di gambe, vediamo in che condizioni ci si presenta, proverò a spingere al massimo i miei 80 kg, voglio esagerare, arrivare tra i top 30 sarebbe un gran risultato”.

Davanti o dietro Heel?

Troppo facile, certamente davanti, è per quello che si pedala, c’è mio fratello che è anche il mio skiman e altri amici da battere. Chi perde paga!”.

Sport

Olimpiadi 2026, disegno di legge per la partecipazione dell’Alto Adige

Pubblicato

-

L’Alto Adige entra formalmente nel percorso che porterà all’organizzazione e allo svolgimento delle Olimpiadi invernali 2026“.

Lo ha annunciato oggi (22 ottobre) il presidente Arno Kompatscher al termine della seduta della Giunta provinciale nel corso della quale è stato approvato il disegno di legge che fissa la partecipazione della Provincia di Bolzano al Comitato organizzatore di Giochi Olimpici e Paralimpici Milano Cortina 2026 e all’Agenzia di progettazione olimpica.

In concreto, la Giunta propone di stanziare un totale di 950.000 euro: di questi, 500.000 rappresentano la quota di adesione alle Olimpiadi invernali 2026, mentre per garantire il funzionamento degli organismi che cureranno l’organizzazione dei Giochi saranno messi a disposizione 150.000 euro l’anno per il triennio 2020-2022. Come noto, l’Alto Adige sarà per la prima volta sede di alcune prove delle Olimpiadi grazie ad Anterselva, località prescelta per ospitare il biathlon.

Come funziona la governance olimpica 

Il ddl approvato dalla Giunta, e che a fine novembre arriverà in Consiglio provinciale, assicura “d’intesa con gli altri enti partecipanti, il supporto necessario per l’organizzazione e lo svolgimento dei Giochi secondo quanto definito dal dossier di candidatura e dalla Carta olimpica“.

La “macchina” di Milano Cortina 2026 prevede un organo di supervisione e coordinamento, denominato Consiglio olimpico, composto da 8 persone in rappresentanza di CIO, CONI, Comitato paralimpico, città, regioni e province.

La parte operativa sarà affidata al Comitato organizzatore, il soggetto giuridico strutturato sotto forma di Fondazione incaricato di sovraintendere alle operazioni di organizzazione delle Olimpiadi 2026. Al suo interno opereranno un Consiglio di amministrazione, di cui farà parte la Provincia di Bolzano, e un comitato di gestione “ristretto” guidato dal direttore generale (CEO).

L’Agenzia di progettazione olimpica, composta da Cda e comitato di gestione (Provincia presente in entrambe le strutture), sarà incaricata di realizzare le opere e gli interventi pubblici a livello non solo di sedi di gara, ma anche di mobilità. Il terzo pilastro della governance olimpica sarà invece rappresentato dal Forum per la sostenibilità e l’eredità, che si occuperà dell’impatto sui territori della “Legacy” olimpica.

Continua a leggere

Sport

FC Südtirol: sul palcoscenico di Cesena mercoledì 23 ottobre, carichi e motivati 

Pubblicato

-

Sesto match esterno per l’FC Südtirol nell’undicesima giornata d’andata del campionato di serie C, girone B.

Nel turno infrasettimanale di mercoledì 23 ottobre (calcio d’inizio alle ore 18.30), i biancorossi sono ospitano di un’altra “nobile” del torneo, il Cesena, sul terreno dell’Orogel Stadium – Dino Manuzzi.

In trasferta la formazione di Stefano Vecchi ha raccolto 10 dei 19 punti che vanta in classifica (3 vittorie: a Pesaro, Fano e in casa dell’Arzignano, il pareggio a Rimini e la sconfitta sul campo della Feralpisalò), che valgono il quinto posto dopo il decimo turno.

Il Cesena, tredicesimo con 11 punti, in casa ha colto due vittorie (Triestina e Imolese), un pareggio (Piacenza) e due sconfitte (Pesaro e Sambenedettese). Il Südtirol proviene dal successo per 3-0 conseguito sabato scorso al “Druso” contro il Gubbio con reti di Mazzocchi e doppietta di Casiraghi, mentre i bianconeri romagnoli hanno impattato 1-1 a Rimini. 

Assente ancora Giordano Trovade, infortunato e Marco Crocchianti, convalescente dopo l’infortunio alla spalla destra. Torna a disposizione Kristian Grbic. La lista dei convocati verrà pubblicata sui nostri profili social (Instagram e Facebook) nel pomeriggio oggi.

I PRECEDENTI

Non ci sono precedenti in campionato tra le due squadre. In amichevole estiva il 29 luglio 2010 il Cesena di Ficcadenti si impose 2-1 rimontando negli ultimi 5’ la rete di Pfistcher al 13’ della ripresa. Era il Cesena di Antonioli, Schelotto, Nagatomo, Parolo, Giaccherini ecc… 

L’ARBITRO

A dirigere la gara tra Cesena e Südtirol è stato designato il Signor Giuseppe Emanuele Repace di Perugia, coadiuvato da Fabio Pappagallo di Molfetta e Lucia Abruzzese di Foggia.

IL PROGRAMMA

Serie C Girone B – 11. Giornata (23.10.2019)

18:30 Cesena-Südtirol

18:30 Gubbio-Imolese

18:30 Virtus Verona-Ravenna

20:45 Arzignano Valchiampo-L.R. Vicenza

20:45 Feralpisalò-Piacenza

20:45 Padova-Sambenedettese

20:45 Reggio Audace-Rimini

20:45 AJ Fano-Vis Pesaro

20:45 Carpi-Modena

20:45 Fermana-Triestina

 

Continua a leggere

Sport

Nuoto, il bolzanino Stefano Ballo apre la stagione con due vittorie

Pubblicato

-

Due vittorie per Stefano Ballo in esordio di stagione: il nuotatore bolzanino cresciuto tra le file della Bolzano Nuoto ha conquistato due primi posti all‘8^ Trofeo Internazionale Nuoto Riccione, andato in scena allo stadio del nuoto dell’omonima cittadina romagnola il 19 e il 20 ottobre.

L’atleta, che da quest’anno si allena a Caserta sotto l’egida di Andrea Sabino, ha vinto sia i 200 stile libero con il tempo di 1.45.66 (personal best) sia i 400 stile libero, chiusi in 3.46.3 con il ritorno in 1.51.

È sempre bello gareggiare con i miei compagni di squadra e di fatiche – ha commentato Ballo, che agli ultimi Mondiali è arrivato quarto con la staffetta 4×200 stile libero – . Le prossime gare saranno degli step di avvicinamento al nostro obiettivo più grande, quello di agosto 2020, per cui continuiamo a lavorare“.

Continua a leggere

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza