Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Tra cronaca e storia

Due tirolesi in Giappone ed in Etiopia

Pubblicato

-

La storia tirolese è ricca di personaggi che, più o meno conosciuti, furono partecipi (anche da protagonisti) di eventi importanti o vicini a personalità di spicco delle varie epoche.

Il primo,  Hermann Roesler, non nacque in Alto Adige ma vi visse gli ultimi anni della sua vita. Il secondo invece si chiamava Otto Begus, nacque a Bolzano.

Hermann Roesler nacque nel 1834, a Lauf an der Pegnitz, in Germania. insegnò per 17 anni all’università di Rostock, e la sua fama di costituzionalista si sparse in tutto il mondo, tant’è che nel 1878 fu contattato dall’Ambasciata giapponese, che in quel periodo si stava aprendo alla civiltà occidentale. Tra le varie riforme portate avanti dall’allora Imperatore Mutsushito ci fu anche una riforma costituzionale, e così si decise di prendere spunto dagli Stati Europei più avanzati.

Visto che la figura dell’imperatore era sacra ed intoccabile gli unici Stati da cui si poteva prendere spunto erano Prussia e Austria, e così la scelta ricadde sul professor Roesler, che si trasferì in Giappone, dove lavorò assiduamente. Vista la situazione, Roesler lavorò vicino all’Imperatore per trasformare il Giappone in una monarchia costituzionale, contribuendo in particolare allo sviluppo di un sistema di leggi commerciali avanzato. 

Dopo 15 anni di assiduo lavoro, si trasferì a Bolzano, prendendo alloggio alla residenza Compil, ove morì nel 1894, all’età di 59 anni. Le sue spoglie furono dapprima sepolte nel vvecchio comitero della città, e nel 1931 vennero traslate ad Oltrisarco. Sulla lapide troviamo in latino un testo biblico :“Beati coloro che piangono; beati coloro che soffrono per la giustizia, perché loro è il Regno dei Cieli”.

Per quanto riguarda Otto Begus, nacque a Bolzano nel 1899, ed era figlio di un commerciante locale. Partì giovanissimo per il fronte italiano durante la Grande Guerra, dove venne catturato. Iniziò ad odiare profondamente L’Italia e tutto ciò che era italiano, e divenne preda del nazionalismo hitleriano.

Dopo varie vicissitudini, dove girò la Germania e l’Austria, approdò in Etiopia nel 1936, alla corte del negus Hailè Selassiè, ovvero il Re dei re d’Etiopia, con l’obiettivo di addestrare il corpo d’élite dell’Imperatore.

All’epoca era in corso la conquista d’Etiopia da parte del Regno d’Italia, e Otto prese parte all’importante battaglia del lago Ascianghi, dove le forze abissine si trovarono davanti le truppe del Generale Badoglio. L’esercito del Negus venne annientato, e otto dovette scappare e tornare in europa, precisamente a Salisburgo. L’Austria ormai era stata annessa alla Germania nazista, e Otto si arruolò tra le fila dell’esercito hitleriano, diventando un pezzo grosso della Gestapo.

Da allora visse una vita movimentata, girando per tutta l’Europa con incarichi di Intelligence. Nel 1943 partecipò anche alla liberazione di Mussolini sul Gran Sasso, ed al crollo del Reich venne catturato a Verona nel 1945, e condannato a 3 anni di carcere nel 1948.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Italia ed estero13 ore fa

Lampedusa, sei sbarchi in poche ore. Altri 130 i migranti arrivati sull’isola

Bolzano14 ore fa

Inaugurato in Passaggio Walther uno spazio temporaneo dedicato al Senatore Friedl Volgger nel 25° anniversario della sua morte

Arte e Cultura15 ore fa

Il saluto della Città di Bolzano a Ottavia Piccolo

Alto Adige15 ore fa

Ortopedico altoatesino nel consiglio direttivo della Società internazionale del ginocchio

Italia ed estero15 ore fa

Morta a 32 anni dopo il vaccino Astrazeneca: risarcimento di 77 mila euro alla famiglia

Laives15 ore fa

Distribuzione nuove tessere rifiuti a Laives, in previsione del cambio di sistema di conferimento in via Marconi e via Kennedy

Sport16 ore fa

Brixen-Virtus Bolzano: finisce 2-1 nell’ultima di campionato

Sport16 ore fa

Dustin Gazley torna a Bolzano: il 33enne ancora a caccia di punti in biancorosso

Alto Adige16 ore fa

Carabinieri e Municipale controllano i passi: multato un centauro su tre

Società16 ore fa

16 maggio 2002: venti anni fa l’omicidio di don Luis Lintner in Brasile

Alto Adige16 ore fa

Il vescovo Muser alla Festa degli Schützen: “Impegno nel progetto di pace”

Vita & Famiglia17 ore fa

Omotransfobia, Pro Vita Famiglia: “L’emergenza è fake news, no all’indottrinamento nelle scuole”

Italia ed estero17 ore fa

McDonald’s lascia definitivamente la Russia: in vendita le 850 attività chiuse a marzo

Alto Adige17 ore fa

Mobilità, il treno dell’Alto Adige premiato a Parigi. Alfreider: «Impegno per una mobilità pulita e intelligente»

Alto Adige17 ore fa

Coronavirus: 3 casi positivi da PCR e 75 test antigenici positivi

Bolzano2 settimane fa

Bolzano, alla fermata dell’autobus trovato il corpo senza vita di un 60enne

Alto Adige2 settimane fa

Coronavirus: 8 casi positivi da PCR e 124 test antigenici positivi

Bolzano4 settimane fa

Bolzano, auto esce di strada e finisce nel giardino di una casa

Alto Adige2 settimane fa

Coronavirus: 45 casi positivi da PCR e 496 test antigenici positivi

Bolzano4 settimane fa

Rissa davanti all’Interspar di Bolzano sud – IL VIDEO. Urzì: “Ennesimo degrado”

Benessere e Salute2 settimane fa

Come avviene un richiamo di prodotti alimentari? Mangiare, bere ed altre delizie: lo sapevate che…?

Bolzano4 settimane fa

Incendio sopra Bolzano: le fiamme partite dal Virgolo

Bolzano4 settimane fa

Giro ciclistico “Tour of the Alps” a Bolzano: i divieti di mercoledì 20 aprile

Musica3 settimane fa

Bolzano Festival Bozen 2022 «Musica senza confini»

Sport4 settimane fa

Stadio Druso a Bolzano: aperta la nuova tribuna Zanvettor

Politica4 settimane fa

Doppia cittadinanza e grazia agli ex terroristi. Sven Knoll “importante la vicinanza del parlamento austriaco”

Sport2 settimane fa

Biglietti FC Südtirol – Modena. Le modalità di acquisto dei ticket per gara-3 della Supercoppa di Serie C 2022

Val Pusteria4 settimane fa

Era scomparsa a Valdaora: trovata dopo tre mesi la salma di Marianne Sagmeister

Italia ed estero3 settimane fa

Stop al canone RAI in bolletta. Cosa cambia dal 2023?

Bolzano4 settimane fa

Ipertrofia Prostatica Benigna: a Bolzano i nuovi trattamenti non chirurgici

Archivi

Categorie

di tendenza