Connect with us

Tra cronaca e storia

Ponte Talvera, il simbolo di una città moderna

Pubblicato

-


Il 1900 è stato per molti motivi un anno importante e pieno di grandi eventi che cambiarono profondamente la società. Il Italia venne assassinato Re Umberto, a Parigi venne aperta al pubblico la Metropolitana e si tenne la 2 Olimpiade, in Germania prese quota il primo dirigibile della storia.

Alcuni degli eventi sopra elencati vennero da molti visti come tappe importanti verso la creazione di una società più “moderna”. Anche Bolzano, seppur in misura minore, partecipò a suo modo: nello stesso anno infatti, sotto la guida dell’allora Sindaco di Bolzano Julius Perathoner venne costruito il nuovo e moderno ponte di ferro sul fiume Talvera.

Prima del ponte di ferro potevamo trovare una vecchia struttura in legno, larga si e no 5 metri, fatta di travi che quando si bagnavano sotto la pioggia diventavano scivolose e rendevano pericoloso il camminarci sopra.

Il nuovo ponte di ferro non soltanto era più largo e ovviamente più robusto, ma anche illuminato elettricamente, e nel 1909 vennero anche aggiunti i binari per il tram che collegavano la stazione dei treni con l’allora indipendente Comune di Gries. Il ponte venne ultimato e il 3 novembre vennero effettuate le prove di carico: venne sparso sul tracciato uno spesso manto di sabbia, e alla fine si decise che l’abbassamento del ponte rientrava entro le misure di tolleranza. Ultimate le prove, sopraggiunsero le autorità, tra cui il Sindaco Perathoner, che disse: “Quando le diligenze della Thurn und Taxis portavano la posta da Bolzano a trento due volte durante la settimana, allora la vecchia struttura in legno lunga 140 metri e larga 5 poteva bastare. Ma ora non è più così”.

Fin da subito il ponte suscitò grande apprezzamento da parte dei cittadini, e visto che allora il traffico meccanizzato era praticamente inesistente si trasformò subito in un “Wintercorso”.

Con l’avvento del fascismo e l’ampliamento della città verso ovest divenne il “ponte tra la città “gotica-tedesca” e quella “razionalista-italiana”.

Negli anni ’80 rischiò di essere abbattuto ed eliminato a causa del tempo che lo aveva danneggiato, ma grazie ad un comitato per la conservazione si decise infine di restaurarlo, e ancora oggi lo possiamo trovare lì.

NEWSLETTER

Alto Adige1 settimana fa

Indennità per i pendolari, in corso la revisione del sistema

Sport4 settimane fa

Foxes all’ultimo match casalingo del 2021: al Palaonda arriva l’Innsbruck

Alto Adige4 settimane fa

Bolzano, i problemi cardiaci gli impediscono di lavorare. Crowdfunding per Giancarlo

Politica3 settimane fa

Il comandante degli Alpini da Kompatscher: Protezione civile e Covid

Società4 settimane fa

Messa di Natale, Muser: “Un Natale per ritrovare il senso di comunità”

Alto Adige3 settimane fa

Incidente con due macchine coinvolte in Valle Isarco: intervengono i vigili del fuoco

Sport3 settimane fa

I Foxes perdono a Villach: il VSV si impone per 4 a 3 all’overtime

Alto Adige3 settimane fa

Labers: cede il freno a mano e la macchina precipita. Salvo il cagnolino rimasto intrappolato all’interno

Bolzano4 settimane fa

Minaccia i passanti con forbici e martello: straniero bloccato in centro a Bolzano

Alto Adige4 settimane fa

Val Badia: auto cade in un fossato. Vigili del fuoco in intervento

Alto Adige3 settimane fa

Coronavirus: oggi 3 gennaio 39 casi positivi da PCR e 404 test antigenici, un decesso

Merano3 settimane fa

Il conducente sbanda e distrugge l’automobile all’uscita di Postal

Merano4 settimane fa

Esce di strada sulla provinciale fra Marlengo e Cermes: intervengono i vigili del fuoco

Alto Adige4 settimane fa

Alto Adige, arrivano i kit per gli autotest degli alunni durante le vacanze di Natale

Bolzano2 settimane fa

Coronavirus: 1.361 contagi e un decesso nelle ultime 24 ore in Alto Adige

Unico&Bello

La miniera di diamanti aperta al pubblico: l’incredibile esperienza di scavare e tentare la fortuna

Un’esperienza indimenticabile, ricca e fruttuosa: sono le caratteristiche principali della “Creater of Diamonds”, l’unica miniera di diamanti al mondo aperta al pubblico. Si tratta di un…

Orient Express la Dolce Vita: in Italia un nuovo modo di vivere il Paese

A breve in Italia arriverà un nuovo modo di vivere e conoscere il Paese, in carrozze di lusso ispirate al design degli anni ‘60/’70. L’Italia si…

Vaia Cube e Vaia Focus: nuova vita agli alberi abbattuti da Vaia

Sono numerose le aziende ed i privati che hanno deciso, negli ultimi anni, di donare nuova vita e dignità ai 42 milioni di alberi abbattuti dalla…

2050: come ci arriviamo? Mobilità sostenibile, più pulita, più veloce, più sicura e per tutti

Dal 22 dicembre 2021 al MUSE – Museo delle Scienze di Trento, la mostra “2050: COME CI ARRIVIAMO? Mobilità sostenibile, più pulita, più veloce, più sicura…

L’Altopiano Tibetano e Nepal in due splendide mostre fotografiche virtuali

L’Altopiano Tibetano noto per alcuni dei pascoli più grandi al mondo, non consente lo sviluppo di una vera e propria attività agricola. Anche per questo le…

Il 2022 ribattezzato “l’anno dei weekend lunghi”: quali giorni approfittare per una gita fuori porta

Per gli amanti dei viaggi e delle gite fuori porta, il 2022 è stato ribattezzato come “ l’anno dei weekend lunghi”. Infatti, nei prossimi 12 mesi…

Alpe Cimbra: il drago nato da Vaia è già un #must da vedere

La Tempesta Vaia che ha colpito il nord Italia e l’arco alpino alla fine del 2018 ha lasciato senza ombra di dubbio enormi cicatrici su tutto…

Archivi

Categorie

Benessere Economico

RSS Error: A feed could not be found at `https://www.benessereconomico.it/feed`; the status code is `200` and content-type is `text/html`

di tendenza