Connect with us

Bolzano

European Cooperation Day: diversi gli eventi proposti alla cittadinanza

Pubblicato

-

Oltre 50 appuntamenti transfrontalieri per quasi 180 eventi in 40 Paesi europei: sono quelli organizzati nell’ambito dei programmi europei Interreg per celebrare, il prossimo 21 settembre, l’European Cooperation Day.

Sono ben sette le iniziative organizzate fra Alto Adige, Belluno e Austria. Gli appuntamenti verranno seguiti in diretta su diversi social network e da quest’anno anche da Instagram  con l’hashtag #ECDay2018.

Oggi (15 settembre) l’appuntamento Timmel_Transit, con l’inaugurazione del Museo sul Passo Rombo, realizzato per valorizzare l’area come zona di confine e frontiera e per celebrare i 50 anni dall’apertura della strada che collega la Val Passiria alla Ötztal, e l’apertura al pubblico della tappa principale del cammino europeo E5.

Pubblicità
Pubblicità

Il 20 settembre è in programma a Dobbiaco un convegno dal titolo Forum regionale Dolomiti Live, con la partecipazione di rappresentanti dell’omonima Strategia transfrontaliera di sviluppo locale da Alto Adige, Tirolo e Provincia di Belluno, per fare il punto sullo stato di attuazione della strategia stessa.

L’evento centrale della rassegna è programmato proprio per il 21 settembre in collaborazione con l’ispettorato forestale di Vipiteno.

Si tratta di una Festa transfrontaliera degli alberi con la piantumazione di alcuni alberi nella zona della val di Fleres e la partecipazione dei bambini delle scuole della zona, come simbolo di una comunità che cresce insieme indipendentemente dai confini che la attraversano.

Nello stesso giorno è programmato il seminario sul plasma atmosferico dal titolo Tecnologia, processi e applicazioni industriali che si svolgerà a Longarone nella sede dell’Istituto italiano per la certificazione dei prodotti ottici (Certottica). Il cambiamento climatico sarà invece protagonista dell’evento L’esaurimento della Fontana Bianca del 20 e 21 settembre a Santa Gertrude in Val d’Ultimo, organizzato dall’Ufficio idrografico della Provincia in collaborazione con Eurac Research, Università di Innsbruck e Agenzia per la protezione civile dell’Alto Adige, che prevede un convegno e un’escursione sull’omonimo ghiacciaio.

Dal 13 ottobre al 10 novembre è invece programmata la serie Playing without borders, cinque appuntamenti in diverse location: Pfons nel Tirolo del Nord (13.10), Vipiteno (20.10), Gries am Brenner nel Tirolo del Nord (27.10), Colle Isarco (3.11) e Brennero (10.11).

Le manifestazioni si chiuderanno l’11 novembre con la chiusura della mostra Scesi in piazza nell’ambito del progetto Interreg Argento vivo per la creazione di un archivio digitale unico e pubblico delle fotografie d’epoca delle località di transito fra Tirolo del Nord e Alto Adige, con la collaborazione di Archivio Tirolese per la documentazione e l’arte fotografica di Lienz, della Città di Brunico, dell’Ufficio film e media della Ripartizione musei della Provincia di Bolzano.

Si tratta di quattro mostre all’aperto allestite nei quattro centri storici delle città coinvolte nel progetto aventi ad oggetto le trasformazioni urbanistiche ed estetiche delle piazze principali delle città stesse.

Bolzano

Ragazzino investito da un’auto davanti al Palasport

Pubblicato

-

Incidente questa sera intorno alle 17.30 davanti al Palasport di Bolzano, dove un ragazzino di circa 10/12 anni è stato investito da un’auto che transitava nei pressi della struttura sportiva.

Secondo una prima ricostruzione, il conducente del mezzo, una Panda, avrebbe notato il piccolo solo all’ultimo momento, passandogli con una ruota sopra un piede e rischiando di travolgerlo.

Il bambino, fortunatamente non in pericolo di vita, è stato trasportato al pronto soccorso dell’ospedale San Maurizio da un’ambulanza della Croce Bianca arrivata rapidamente sul posto.

Pubblicità
Pubblicità

Sul posto anche la polizia municipale per i rilievi del caso.

Continua a leggere

Bolzano

Frana del sedime ferroviario, Alfreider e Bessone in sopralluogo a Valdaora di Sopra

Pubblicato

-

Saranno necessarie diverse settimane di lavori per ripristinare la circolazione sulla linea ferroviaria dellaPusteria, interessata ieri (19 novembre) da una frana dell’intero sedime ferroviario all’altezza di Valdaora di Sopra. Oggi (20 novembre) il vice presidente della Giunta Daniel Alfreider e l’assessore Massimo Bessone hanno svolto un sopralluogo insieme al vice direttore dell’Ufficio Geologia della Provincia Claudio Carraro, al sindaco di Valdaora Georg Reden e al comandante dei vigili del fuoco di Valdaora di Sopra Werner Töchterle.

Le cause della frana

Secondo quanto appurato dal geologo della Provincia, lo smottamento è stato causato dalle infiltrazioni d’acqua lungo l’asse ferroviario. Ciò ha provocato la frana dell’intera scarpata. “I lavori di ripristinodureranno diverse settimane, tempo necessario per sistemare anche altri punti lungo la linea nei quali si sono verificati problemi come la caduta di blocchi sui binari: andranno realizzate nuove opere di difesa ebarriere antifrana” ha chiarito Carraro.

Pubblicità
Pubblicità

“L’intervento di ripristino prevede la ricostruzione dell’intero versante a valle della ferrovia riportando in loco il materiale franato, l’esecuzione di opere di drenaggio, la sistemazione dei binari che attualmente sono sospesi nel vuoto e la costruzione di un muro di protezione” ha aggiunto Carraro. Per gli interventi l’ente competente è RFI, che procederà in accordo con la Provincia per l’esecuzione dei lavori, alcuni dei quali andranno condotti su terreni privati.

Interventi per minimizzare i disagi

“Le condizioni in Pusteria permangono difficili. I tecnici e i collaboratori della Ripartizione Mobilità stanno cercando di riorganizzare il traffico merci nel migliore modo possibile. Oltre 2.000 persone – studenti, pendolari, anziani – utilizzano quotidianamente questa linea per raggiungere scuole, luoghi di lavoro e presidi sanitari.

Faremo di tutto per ridurre al minimo i disagi” ha sottolineato il vice presidente della Provincia Daniel Alfreider. Il collegamento ferroviario è stato attualmente sostituito da autobus sostitutivi che ogni ora collegano San Candido a Fortezza. Entro lunedì è previsto un’integrazione dell’orario in vigore.

“L’Alto Adige lavora bene in fase di prevenzione così come in fase di intervento emergenziale grazie all’eccezionale lavoro della protezione civile, dei vigili del fuoco, dell’Ufficio Geologia guidato da Volkmar Mair. Eventi come questi possono succedere, ora la priorità è lavorare in modo rapido per ripristinare al più presto il servizio sulla linea ferroviaria” ha aggiunto l’assessore provinciale Massimo Bessone.

Riapre la statale della Pusteria nei due sensi

Continuano anche i lavori per riportare alla normalità le condizioni della strada statale della val Pusteria. Dopo una serie di incontri tecnici condotti dalla Ripartizione Infrastrutture nelle ultime ore nella zona nei pressi del Kniepass a San Lorenzo di Sebato è stato realizzato un muro di stabilizzazione lungo 60 metri. “Appena avremo il parere positivo dei geologi potremo riaprire la statale a doppio senso di marcia” spiega Alfreider. La riapertura è prevista per il pomeriggio.

Continua a leggere

Bolzano

Dal 15 dicembre arriva il diretto Bolzano-Milano: sarà un Frecciarossa

Pubblicato

-

Una conquista a lungo attesa quella di un treno che da Bolzano porta direttamente a Milano.

Dopo un lungo tira e molla fatto di battaglie e petizioni dal 15 dicembre sarà infatti possibile viaggiare fino al capoluogo lombardo in circa 3 ore.

La notizia diventerà ufficiale con la presentazione degli orari invernali da parte di Trenitalia, che ha garantito una corsa di andata e una di ritorno sette giorni su sette, ma la notizia è ormai di dominio pubblico.

Pubblicità
Pubblicità

La prima corsa parte da Bolzano alle 8.45 e arriva a Milano Centrale alle 11.45 con 5 fermate intermedie, tra cui Trento (9.19) e Rovereto (9.34) proseguendo verso Verona, Peschiera e Brescia.

La corsa di ritorno parte invece alle 15.45 da Milano e arriva nel capoluogo 18.48 con le cinque fermate intermedie di Brescia, Desenzano, Verona, Rovereto (18.03) e Trento (18.17).

I biglietti saranno disponibili online già dal prossimo fine settimana.

Per l’assessore provinciale alla mobilità Daniel Alfreider, questa iniziativa porterà ad un significativo alleggerimento del traffico in A22.

Continua a leggere

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza