Connect with us

Politica

Finanziamento tram, M5S: “120 milioni non bastano. Snobbato il progetto italo-francese”

Pubblicato

-

Il problema del finanziamento complessivo della nuova linea del tram che molto sta facendo discutere a Bolzano viene ridiscusso dal MoVimento 5 Stelle altoatesino, che in una nota riporta la spiegazione delle molteplici ragioni per le quali l’importo di spesa dichiarato dal Comune non sarebbe sufficiente.

Non solo. Il progetto italo-francese per la realizzazione della nuova infrastruttura, tecnicamente completo e con costi definiti ma snobbato dall’amministrazione comunale, avrebbe permesso il reale miglioramento della mobilità nel capoluogo.

Un brutto pasticcio del “fai da te” dunque, che non convince la cittadinanza e si preannuncia come “un fallimento per il progetto di mobilità per la nostra città“.

Pubblicità
Pubblicità

Scrivono gli esponenti pentastellati:

“40 milioni dallo Stato, 40 milioni dal Comune e 40 milioni dalla Provincia per un totale di 120 milioni. Facile, vero? Mica tanto. Ecco perché:

– 120 milioni non bastano. La cifra è fortemente sottostimata, potendo arrivare a oltre 200 milioni (mancano i costi del rimessaggio, delle officine, del materiale rotabile, degli espropri) e non è detto che lo Stato sborsi una cifra maggiore

– Il progetto del tram è ancora in fase di studio e deve essere completato nei suoi aspetti tecnici, di finanziamento e nei costi di gestione. E deve essere consegnato, completo, entro dicembre 2019 al MIT (Ministero infrastrutture e trasporti). Si farà in tempo?

– Il progetto del tram fa parte del PUMS, che deve ancora essere approvato dal Consiglio Comunale e deve poi essere consegnato al MIT entro il 2019. Anche qui, si farà in tempo?

– Qualora l’iter di studio per il tram ed il PUMS arrivassero a buon fine ed in tempo utile, non è detto che i finanziamenti del ministero arrivino a Bolzano, potendo essere dirottati verso progetti migliori di altre città più capaci della nostra.

E arriviamo al Sindaco Caramaschi, che mette le mani avanti affermando che se lo Stato non finanzia il progetto del tram, non se ne fa nulla ed il progetto rimarrà sepolto in un cassetto.

Una specie di ‘excusatio non petita’ per il fallimento annunciato del suo progetto di mobilità per la nostra città. Ma intanto avrà speso inutilmente soldi pubblici per un progetto non convincente, compresi quelli di un referendum al quale si arriva senza coinvolgimento della città, senza informazioni adeguate e senza contraddittorio.

E ora facciamo un passo indietro: vi ricordate del progetto di due linee tranviarie + l’ecopass per le auto, presentato da una società italo francese, leader mondiale nel settore?

Era un progetto tecnicamente completo, con costi definiti anche per la gestione. Insomma era un “pacchetto già confezionato” presentato con finanza di progetto (project financing), cioè con finanziamento in gran parte a carico del privato.

Bene, questa è proprio una modalità di investimento prevista dal MIT per l’accesso alle risorse per il trasporto rapido di massa. Ed è una modalità che viene scelta dal ministero in maniera prioritaria – così ci risulta – perché non grava in maniera pesante sulle finanze pubbliche statali e locali.

Ma il Sindaco e la Provincia non lo hanno proprio preso in considerazione e hanno detto di no.  Si fa tutto in casa. Come sempre siamo i più bravi.

Rimane l’evidenza che il traffico e l’inquinamento sono il problema di Bolzano e non ci sono all’orizzonte delle soluzioni concrete e coraggiose“.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

  • Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero
    Il Ministero ha pubblicato le linee guida per accedere ai ristori riservati agli operatori del turismo. L’obiettivo del Ministero è quello di informare i potenziali beneficiari al fine di produrre la documentazione necessaria per fare... The post Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero appeared first on Benessere […]
  • Fondo impresa donna: tutti i dettagli per accedere ai finanziamenti agevolati ed ai contributi a fondo perduto
    Da pochi giorni è stato firmato il decreto per sbloccare gli aiuti del Fondo impresa donna. Fondo impresa donna, cos’è Il decreto firmato dal Mise, rende completamente operativo il Fondo Impresa Donna che sblocca una... The post Fondo impresa donna: tutti i dettagli per accedere ai finanziamenti agevolati ed ai contributi a fondo perduto appeared […]
  • Le mance dovrebbero essere tassate, la sentenza della Cassazione
    Una recente sentenza della Cassazione cambia in una parte dei redditi dei lavoratori dipendenti, inserendo la possibilità di tassare le mance. Perchè le mance si possono tassare Infatti, secondo la sentenza 26512, il pagamento delle... The post Le mance dovrebbero essere tassate, la sentenza della Cassazione appeared first on Benessere Economico.
  • Dal condono delle cartelle, alla rottamazione quater: alcune novità in arrivo nella prossima riforma fiscale
    Attesa nella prossime settimana, la riforma fiscale in arrivo comprenderà diverse operazioni, come lo stop selettivo a nuove cartelle, la rottamazione quater e le notifiche dilazionate. Notifiche cartelle esattoriali All’interno del decreto sarà probabilmente inserita... The post Dal condono delle cartelle, alla rottamazione quater: alcune novità in arrivo nella prossima riforma fiscale appeared first on […]
  • Bonus antiplastica, fino a 5 mila euro per gli esercenti che vendono prodotti sfusi o alla spina
    Il recente decreto attuativo conosciuto con il nome di bonus antiplastica è stato istituito allo scopo di ridurre la produzione di rifiuti e contenere gli effetti del cambiamento climatico. Bonus antiplastica, cos’è Il bonus nato... The post Bonus antiplastica, fino a 5 mila euro per gli esercenti che vendono prodotti sfusi o alla spina appeared […]
  • Ritornano gli ecobonus, al via gli incentivi per l’acquisto di auto usate: come funziona
    Da qualche giorno sono ripartiti gli ecobonus promossi dal Ministero dello Sviluppo Economico, per l’acquisto di auto a ridotte emissioni. L’ecobonus, sotto forma di contributi viene reinserito non per sostenere il mercato delle auto, ma... The post Ritornano gli ecobonus, al via gli incentivi per l’acquisto di auto usate: come funziona appeared first on Benessere […]
  • Default Evergrande, cos’è e cosa si rischia a livello internazionale
    La preoccupazione per il possibile default del colosso cinese Evergrande è sempre più tangibile, visto che l’azienda non è riuscita a pagare in tempo le cedole dei suoi investitori. Perchè Evergrande è importante La crisi... The post Default Evergrande, cos’è e cosa si rischia a livello internazionale appeared first on Benessere Economico.
  • Bando Brevetti +: l’agevolazione fino a 140 mila euro per il sostegno e la valorizzazione dei brevetti
    A partire dal 28 settembre sarà possibile accedere al fondo pari a 23 milioni di euro per il nuovo bando a sostegno della valorizzazione economica dei brevetti. Brevetti + La dotazione messa a disposizione dal... The post Bando Brevetti +: l’agevolazione fino a 140 mila euro per il sostegno e la valorizzazione dei brevetti appeared […]
  • Gobeyond 2021, un contest per le startup innovative con premi fino a 40 mila euro e non solo: tutti i dettagli
    Incoraggiare lo sviluppo di nuove idee imprenditoriali italiane è diventato importato tanto da spingere il Gruppo Sisal e CVC Capital Partners a creare l’iniziativa GoBeyond 2021 dedicata alle startup. GoBeyond2021 e gli obiettivi L’obiettivo del... The post Gobeyond 2021, un contest per le startup innovative con premi fino a 40 mila euro e non solo: […]
  • Dalla fast fashion alla slow fashion : il futuro della filiera della moda
    La filiera dell’abbigliamento e la qualità manifatturiera in Italia, trascina con sé una spirale virtuosa di ricadute ed immagini positive per l’intera economia del nostro Paese. La trasformazione delle filiera Negli ultimi anni il settore... The post Dalla fast fashion alla slow fashion : il futuro della filiera della moda appeared first on Benessere Economico.

Categorie

di tendenza