Connect with us

Arte e Cultura

«Future is calling» con Elena Agosti. Impulsi vivi al coworking. Drin per la selezione delle tre idee finaliste.

Pubblicato

-

Il futuro chiama. E lo fa presentando storie d’innovazione in luoghi innovativi.

Come il nuovo coworking Drin, inaugurato in Corso Italia a Bolzano.

Uno spazio pensato per giovani che si vogliono mettere alla prova con idee e progetti immaginati – anche – per riconnettere il territorio e aumentarne il valore culturale e sociale.

Pubblicità
Pubblicità

Esattamente come fanno i partecipanti alla quarta edizione di Impulsi Vivi, il percorso dell’Ufficio Politiche Giovanili della Ripartizione Cultura Italiana della Provincia Autonoma di Bolzano realizzato da Irecoop Alto Adige – Südtirol, pronti a presentare i propri progetti al pubblico.

Lo faranno lunedì 9 dicembre 2019, a partire dalle ore 18, proprio a Drin, in una serata dal titolo «Future is calling», che decreterà i tre progetti migliori selezionati per la seconda fase del percorso.

Tre le idee in cerca di realizzazione che saranno scelte fra le cinque finaliste:

  • Pop up recording Studios
  • Rock your coffee. Comunicazione rock a colazione
  • Creating digital culture network
  • Aperflix
  • Educazione civica e Global Citizenship

«Se si parla di lavoro e cultura, Impulsi Vivi è un’ottima opportunità per i giovani imprenditori del territorio – spiega Giuliano Vettorato, assessore all’Istruzione e cultura italiana della Provincia Autonoma di Bolzano -. Quest’anno, creando un legame con le associazioni culturali altoatesine, si aggiunge anche il tema del fare rete: un elemento essenziale per la crescita del territorio».

ELENA AGOSTI: COME PROGETTARE LA CULTURA

Ma sarà anche un’occasione per parlare di come si progetta la cultura con un’ospite d’eccezione: Elena Agosti, promotore culturale e conservatore del Museo Civico della Ceramica di Nove.

Da sempre appassionata di arte e artigianato, la sua formazione si concentra sulla storia e l’evoluzione delle tecniche dei mestieri d’arte e il loro legame con i territori di appartenenza.

Collabora con musei ed enti per l’allestimento di mostre e la pubblicazione di cataloghi. Nel 2017 diventa conservatore del Museo Civico della Ceramica di Nove, dopo una lunga collaborazione con il Comune e il comitato organizzatore dell’annuale Festa della ceramica “Portoni Aperti”.

Sempre nel 2017 vince la prima borsa di ricerca della Fondazione Università Ca’ Foscari di Venezia, focalizzando la sua attenzione sulla promozione della manifattura veneta attraverso l’arte contemporanea e le nuove tecnologie e la valorizzazione dell’heritage e dei musei d’impresa.

Assieme a lei ci saranno sul palco Luca Bizzarri, Direttore reggente Ufficio Politiche Giovanili Provincia di Bolzano, Teresa Pedretti, Direttore di Irecoop Alto Adige Südtirol e Pietro Trentini, Project manager di LDV20.

IMPULSI VIVI, IL PERCORSO

Dedicato agli under 40, Impulsi Vivi ha visto negli scorsi anni crescere e prendere forma decine di idee in ambito culturale.

Progetti diventati realtà e che ora innervano (non solo) il territorio altoatesino.

La quarta edizione è partita con una novità: la voglia di allargare il proprio target, coinvolgendo anche professionisti impegnati nel campo del project management.

Il tutto in stretta connessione con associazioni e realtà consolidate del territorio affinché diventino parte integrante del percorso di formazione e mentoring, mantenendo lo stesso obiettivo finale: fornire strumenti concreti e consulenza specialistica per sviluppare idee in ambito culturale e creativo.

Scienza e Cultura

Cellule staminali: verità e fake news il 21 gennaio al Museo di Scienze di Bolzano

Pubblicato

-

Cosa sono le cellule staminali? Come si possono utilizzare per fini terapeutici? E quali sono invece le false cure? Lo spiega la neurobiologa Simona Casarosa in una conferenza in programma al Museo di Scienze Naturali dell’Alto Adige.

Simona Casarosa dirige il Laboratorio di sviluppo e rigenerazione neurale del CIBIO – Centro di biologia integrata di Trento, struttura di eccellenza nell’area delle biotecnologie per la salute umana.

Martedì 21 gennaio, alle ore 18, sarà al Museo di scienze naturali di Bolzano per illustrare le ricerche più avanzate nel campo delle cellule staminali, chiarendo quali siano le loro possibili applicazioni in campo sanitario e quali invece false cure e speranze, promosse da abili strategie di comunicazione.

La conferenza, dal titolo “Fatti e misfatti in biologia: cellule staminali. Il potere della comunicazione”, è a ingresso libero ed è riconosciuta come corso di aggiornamento per personale insegnante.

Info: Museo di Scienze Naturali dell’Alto Adige, via Bottai 1, Bolzano, tel. 0471 412964, web www.museonatura.it

Continua a leggere

Arte e Cultura

“Nascosti tra le foglie”: Nerozzi a Bolzano per la presentazione del suo libro sui karen

Pubblicato

-

Mercoledì 15 gennaio alle ore 21:00 presso lo spazio sociale Rockaforte di via Cesare Battisti VIII, si terrà la conferenza di presentazione del libro “Nascosti tra le foglie”, edito da Altaforte Edizioni.

Per l’occasione sarà presente l’autore, Franco Nerozzi.

Un romanzo autobiografico capace di unire la spiritualità dell’autore alla solidarietà verso la minoranza karen, da sempre impegno e battaglia di Nerozzi in Birmania – queste le dichiarazioni in nota di Giulia Pilloni, referente di Solid Onlus, associazione da anni impegnata nella giungla birmana al fianco del popolo karen – un libro che ripercorre la storia di un gruppo di avventurieri che decidono di abbracciare la causa di un popolo guerriero mai arresosi ai soprusi del regime militare birmano.

Pubblicità
Pubblicità

Un popolo in lotta da quasi 70 anni, simbolo di quanto possa essere ancora forte e significativo l’attaccamento alle proprie tradizioni e alla propria spiritualità”.

La storia di un intervento diretto, quello di Nerozzi, che ha visto la realizzazione di villaggi, scuole e cliniche, pozzi e coltivazioni di caffè – conclude la nota – contro una visione egoistica di chi vede solo nell’arricchimento personale e nella conquista del potere il senso della propria esistenza. Un romanzo che vede la vita attraverso la guerra e la scoperta della propria interiorità attraverso la lotta”.

 

Continua a leggere

Scienza e Cultura

Museo di scienze: un gruppo per imparare ad osservare e monitorare la fauna

Pubblicato

-

Un gruppo di lavoro per imparare, e sperimentare sul campo, le tecniche di osservazione e monitoraggio della fauna selvatica, aperto a tutti gli interessati con conoscenze di base di zoologia o ecologia. Lo propone il Museo di Scienze Naturali dell’Alto Adige.

Le attività del gruppo alterneranno incontri formativi e conferenze sulla biologia delle specie selvatiche, progetti e regole di monitoring.

Le prime attività saranno dedicate alla lontra, animale riapparso in Alto Adige nel 2008 e la cui espansione suscita notevole interesse. I lavori si svolgeranno in italiano o tedesco, all’occorrenza con traduzione ad hoc. I dati rilevati durante i monitoraggi saranno inseriti nelle banche dati del museo e degli altri uffici competenti.

Un primo incontro, a partecipazione libera, è fissato per giovedì 16 gennaio alle ore 18 al Museo di Scienze Naturali dell’Alto Adige, via Bottai 1, Bolzano. Le uscite di monitoraggio saranno effettuate in gruppi ristretti, in modo da poter seguire adeguatamente i partecipanti. 

Ulteriori dettagli e date saranno forniti non appena formato il gruppo. 

Per informazioni e iscrizioni è possibile contattare il tecnico faunistico Davide Righetti (dave.righetti@gmail.com) oppure Giulia Rasola (giulia.rasola@museonatura.it) o Johanna Platzgummer (johanna.platzgummer@museonatura.it) della sezione didattica del museo. 

Continua a leggere

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza