Connect with us

Italia ed estero

Italia in vendita: dopo Esino e Lario.. le isole

Pubblicato

-

Dopo i beni comunali messi in vendita tramite asta online dal sindaco di Esino Lario, ecco le isole acquistabili a prezzi fissi che non sono poi nemmeno particolarmente esosi. Evidentemente l’Italia non riesce a mantenere le proprie periferie e i comuni di riferimento sono costretti a provare a vendere i beni più commerciabili.

Si tratta delle isole più piccole, per lo più incolte e disabitate, spesso già privatizzate, alle quali non manca un piccolo porto e offerte a prezzo di saldo. Per visionare le proposte, è sufficiente collegarsi a alcuni siti come vladi-private-islands.de oppure privateisladsonline.com e se ne trovano per tutti i gusti e portafogli.

Di fronte a Grado con 3 milioni di euro si può acquistare l’isola Ravaiarina che ha due peculiarità: ideale per la ristorazione e come punto di partenza per le escursioni in Croazia.

Nella Laguna veneziana, ma con un prezzo d’acquisto da concordare , l’Isola del Forte ex insediamento militare napoleonico a mezz’ora dalla terra ferma. Scendiamo in Sicilia e con 17 milioni è a disposizione l’Isola di Santa Maria che si trova di fronte a Trapani e Marsala: 11 ettari di vegetazione mediterranea e oliveti, una casa abitabile in stile belle epoque e attigua una cappella del XVI secolo. Tra l’Elba e Piombino, l’Isola di Cerboli: un paradiso di rocce immerse nella vegetazione e in acque cristalline ideale per le immersioni a soli 4 milioni di euro.

Per gli amanti della storia anche se ben poco è rimasto, è a disposizione l’Isolotto di Santo Stefano che ospitò la prigione di Sandro Pertini. A trattativa riservata, solo per chi è realmente interessato, l’Isola di Marinella in Sardegna: 5 ettari con residenza principale, seconda ville e abitazioni a completamento: un potenziale villaggio turistico riservato a pochi super ricchi del pianeta. A 3 milioni di euro, l’Isola delle Femmine, mentre l’Isola delle Sirene che si trova di fronte a Taormina è già stata venduta.

La siracusana Isola di Capo Passero da potenziale riserva naturale integrata, rischia di trasformarsi in un resort. Non manca nemmeno il crowdfunding promosso dall’associazione “ Poveglia per tutti “ che ha raccolto 500mila euro per la concessione e riqualificazione dell’Isola.

Pubblicità
Pubblicità
Continua a leggere

Italia ed estero

Austria: una mamma e le sue due gemelle morte di fame a Vienna

Pubblicato

-

A Vienna una donna di 45 anni e le sue gemelle 18enni sono morte di fame.

La terribile scoperta dei corpi senza vita è avvenuto lo scorso martedì dalla polizia austriaca all’interno di un appartamento in un condominio nel distretto Floridsdorf.

Il terribile esito dell’esame autoptico ha svelato una realtà dunque agghiacciante. “L’esame tossicologico non ha rivelato tracce di avvelenamento“, hanno precisato gli inquirenti che da subito hanno escluso che si potesse trattare di omicidio.

La morte delle tre donne risale tra fine marzo e inizio aprile.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Italia ed estero

In Germania da oggi si potrà sparare ai lupi per difesa

Pubblicato

-

Un disegno di legge del ministro dell’Ambiente tedesco Svenja Schulze (SPD) prevede che da oggi in Germania si potrà sparare ai lupi. Sarà inoltre vietato nutrire e attirare i predatori alpini.

Il testo ora dovrà passare dal Parlamento dove verranno inseriti dei limiti ma non prevede comunque al momento alcuna sanzione per chi sparerà ai lupi per difendere la propria vita.

L’approvazione del ddl è avvenuta in seguito ad una serie di pericolosi attacchi, in aumento soprattutto verso gli uomini,

Questo provvedimento – ha infatti spiegato il ministro dell’Agricoltura Klöcknerè stato necessario in considerazione del “rapido aumento della popolazione dei lupi anche di allevamento, il cui numero va tenuto sotto stretto controllo“.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Italia ed estero

Malesia: un sondaggio su Instagram decide per il suicidio di una 16enne

Pubblicato

-

Aveva lanciato un sondaggio su Instagram in base al quale gli utenti avrebbero dovuto decidere per la sua vita o per la sua morte: è stato così che una 16enne della Malesia si è tolta la vita dopo che ben il 69 per cento dei votanti le ha suggerito di ammazzarsi.

Un assurdo fatto di cronaca accaduto a Kuching e all’interno del social network da dove la ragazzina ha lanciato il messaggio: “Molto importante, aiutatemi a scegliere tra D/L“, ha scritto, usando le iniziali delle parole “morte” e “vita” in inglese (death e life).

E ora la polemica incalza assieme all’inchiesta che si occuperà di evitare ulteriori abusi sui social media in futuro.

Un caso simile questo, a quello dell’adolescente britannica Molly Russell, morta suicida nel 2017 a 14 anni dopo aver assistito a scene di autolesionismo e suicidio sempre su Instagram.

Già a febbraio il social network “giovane” era corso ai ripari vietando quindi le pubblicazioni che promuovono automutilazioni o esempi di soggetti che si tolgono la vita.

L’avvocato della famiglia dell’adolescente malese ha comunque spiegato che gli utenti che hanno votato in favore della morte potrebbero essere accusati di istigazione al suicidio.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza