Connect with us

Scienza e Cultura

“Kaluoka’hina – la barriera incantata”: première questa domenica al Planetarium

Pubblicato

-

Una barriera in pericolo, un segreto sulla Luna, due pesciolini e l’avventura della loro vita: è questo il contenuto di “Kaluoka’hina – la barriera incantata“.

Il Planetarium Alto Adige mostrerà per la prima volta il nuovo film d’animazione questa domenica. In occasione della première, la paleontologa Evelyn Kustatscher parlerà della barriera corallina altoatesina – le Dolomiti.

L’appuntamento è per domenica 24 novembre alle ore 11:00 in lingua italiana e alle ore 10:00 in lingua tedesca.

Nell’immensa profondità degli oceani esistono dei segreti incredibili. In questo film d’animazione sono poteri magici a proteggere questo luogo particolare mai sfiorato dalla mano dell’uomo. I variopinti abitanti di Kaluoka’hina sono sempre vissuti in pace, ma il loro mondo sta per essere sconvolto dall’eruzione di un vulcano.

Salvare i loro amici sarà una missione quasi impossibile per Jake, il pesce sega, e per il suo compagno di avventure Shorty. Jake e Short hanno a disposizione un unico indizio, un’antica leggenda che parla di sfiorare la Luna. Ma come possono dei pesci arrivare a toccare il nostro satellite naturale? “Kaluoka’hina – la barriera incantata” è perfetto per bambini a partire dai sei anni.

Le Dolomiti – la barriera corallina altoatesina

Anche in Alto Adige esisteva una barriera corallina: proprio lì, dove oggi si innalzano le Dolomiti, 250 milioni di anni fa si sentiva lo sciabordio delle onde di un mare tropicale. Barriere di alghe, spugne e coralli sono la base geologica delle attuali Dolomiti, da 10 anni Patrimonio Mondiale UNESCO.

In occasione della première nel Planetarium Alto Adige, la paleontologa Evelyn Kustatscher del Museo di Scienze Naturali Alto Adige accompagnerà bambini ed adulti in un viaggio nel passato, alla scoperta dei segreti della barriera corallina altoatesina.

20191121_Kaluokahina PLAKAT

Sotto, la paleontologa Evelyn Kustatscher

Scienza e Cultura

Grande estinzione di massa: chi sopravvisse? Conferenza al Museo di scienze di Bolzano

Pubblicato

-

La storia della vita sulla Terra è segnata da numerose estinzioni di massa. L’evento più importante e drastico è avvenuto circa 252 milioni di anni fa, nel periodo di tempo che segna il confine tra il Permiano e il Triassico.

Durante questa estinzione di massa scomparvero il 90 per cento delle specie marine e il 70 per cento delle specie animali che popolavano la terraferma.

Studi recenti del Museo di Scienze Naturali dell’Alto Adige hanno dimostrato che le piante vennero toccate in misura molto minore dall’estinzione.

Qual è la ragione del loro successo? Lo spiega Evelyn Kustatscher nella conferenza dal titolo “Le Dolomiti e la più grande estinzione di massa” in programma giovedì 5 dicembre 2019, alle ore 18, al Museo di Scienze a Bolzano.

Specializzata in paleobotanica, la Kustatscher è paleontologa al museo, insegna alla Ludwig-Maximilians-Universität di Monaco di Baviera e dal 2016 è a capo di un progetto Euregio che studia l’estinzione di massa nelle rocce dolomitiche.

In lingua italiana. Ingresso libero. Info: Museo di Scienze Naturali dell’Alto Adige, via Bottai 1, Bolzano, tel. 0471 412964, web www.museonatura.it

Continua a leggere

Scienza e Cultura

Magia delle barriere coralline al Museo di Scienze: 240 milioni di anni fa l’Alto Adige era “tropicale”

Pubblicato

-

Che cosa hanno in comune le Dolomiti e la fantastica barriera corallina di Kaluoka’hina?

Molto più di quello che sembrerebbe a un primo sguardo, come ha spiegato la paleontologa del Museo di Scienze Naturali Alto Adige Evelyn Kustatscher in occasione della première del nuovo film d’animazione “Kaluoka’hina – La barriera incantata” al Planetarium Alto Adige.

Circa 80 bambini e adulti hanno seguito la première del film d’animazione sulle avventure del pesce sega Jake e il suo compagno Shorty. Jake e Shorty hanno il compito di preservare per il futuro la loro bellissima casa. Grazie agli occhiali 3D i visitatori si sono potuti tuffare in un mondo colorato nelle profondità degli oceani.

Uno sguardo alle barriere coralline: le Dolomiti

Evelyn Kustatscher in occasione della première ha spiegato, che la storia di Jake e Shorty avrebbe potuto svolgersi anche in Alto Adige. Proprio dove oggi si innalzano le Dolomiti, 240 milioni di anni fa si poteva ascoltare lo sciabordio delle onde di un caldo mare tropicale.

Quali pesci popolavano queste acque? E quali altri animali si potevano osservare? E perché le Dolomiti erano ancora sott’acqua? Questi erano solo alcune delle domande dei bambini a cui Kustatscher ha risposto.

È stato sorprendente scoprire quanti bambini conoscessero Pangea, il nome del super-continente che caratterizzava la Terra di 240 milioni di anni fa“, ha detto con molta soddisfazione la ricercatrice.

Il film d’animazione “Kaluoka’hina – La barriera incantata” è ora entrato a far parte del programma del Planetarium Alto Adige per essere proiettato regolarmente.

Il calendario attuale è disponibile al sito www.planetarium.bz.it. Gruppi e scolaresche hanno la possibilità di prenotare una proiezione con un’introduzione sulla storia della barriera corallina delle Dolomiti.

 

Continua a leggere

Scienza e Cultura

Grandi carnivori nelle Alpi: linci, lupi e orsi al Museo di scienze di Bolzano

Pubblicato

-

I progetti LIFE dedicati ai grandi carnivori nelle Alpi e le problematiche ad essi legati. Ne parlerà il 3 dicembre alle 18 al Museo di Scienze Naturali dell’Alto Adige Clara Tattoni, dell’Università di Trento.

In primo piano l’esempio della lince in Slovenia, ma anche altre esperienze con lupi, orsi e ancora linci e i relativi studi.

Clara Tattoni, esperta in gestione e protezione della biodiversità, ha condotto ricerche sui mammiferi selvatici in Italia e all’estero e collabora attualmente con l’Università di Trento.

Partendo dall’esempio del progetto LIFELynx di reintroduzione della lince in Slovenia, illustrerà obiettivi e criticità ad essi legati, una su tutte la necessità di coordinamenti su grande scala per connettere e monitorare animali che si spostano anche per centinaia di chilometri.

Sarà inoltre proiettato il film realizzato nell’ambito di LIFELynx e forniti spunti su altre esperienze e pratiche con orsi, lupi e ancora linci.

Dal 1992, anno della sua introduzione, il Programma LIFE (L’Instrument Financier pour l’Environnement) ha consentito all’Unione Europea di finanziare oltre 4.500 progetti di tutela dell’ambiente e del clima. L’ingresso alla conferenza è libero.

Ingresso libero.

Continua a leggere

NEWSLETTER

Archivi

  • Gioielli Mastro 7: la perfetta unione tra arte e bellezza
    I gioielli rappresentano da sempre il regalo più gradito sia dalle donne che dagli uomini. Mastro 7 è una oreficeria di Trento che dal 1970 realizza preziose opere d’arte perfette per rendere uniche e indimenticabili le occasioni importanti. Il nome di questa piccola azienda a conduzione famigliare si riferisce a Settimo Tamanini, in arte “Mastro […]
  • “Climate Change Calendar 2020”, Un calendario per capire e vedere un mondo che sta cambiando
    Venti afosi, glaciazioni improvvise e tempeste tropicali comunicano chiaramente che il nostro mondo si sta velocemente e irrimediabilmente trasformando. Questa fase di cambiamento, è stata meravigliosamente riassunta e interpretata in 12 scatti ispirati ed interamente dedicati ai cambiamenti climatici. Immagini originali e suggestive, una per ogni mese, nate per essere le protagoniste assolute del calendario: […]
  • Moda Green: dai jeans biodegradabili alle piume riciclate
    L’industria della moda negli ultimi anni si sta affacciando sempre di più al mondo dell’ecosostenibilità. Il settore dell’abbigliamento, secondo i recenti dati statistici, sfrutta il 20% delle risorse idriche mondiali ed è causa di elevate emissioni di anidride carbonica. Per contrastare il grande impatto ambientale, i grandi marchi di moda (e non solo) stanno adottando […]
  • Cantina Sociale di Trento, dove la tradizione si fonde con l’innovazione
    Il Trentino è una regione famosa in tutto il mondo per i suoi vini di altissima qualità. Il clima, la natura e le materie prime genuine donate dal territorio permettono di coltivare e produrre vini apprezzati anche dai palati più sopraffini. Il luogo simbolo di questa eccellente proposta enogastronomica trentina è la Cantina Sociale di […]
  • Visita dei cinque sensi alla Distilleria Marzadro: un’esperienza enogastronomica indimenticabile
    Il Trentino è una regione famosa per il suo turismo enogastronomico unico al mondo. Tra i prodotti tipici del territorio occupano un posto speciale nel cuore dei trentini e dei turisti, i distillati. A tal proposito, l’antica Distilleria Marzadro, presente in Trentino dal 1949, propone ai propri visitatori la visita dei “Cinque sensi”, un tour […]
  • Le proprietà benefiche dei fiori
    I fiori sono perfetti per adornare gli ambienti di casa, le loro essenze vengono spesso utilizzate nei prodotti di cosmetica e rappresentano un regalo molto apprezzato, soprattutto dalle donne. Forse però, non tutti sanno che i fiori presentano importanti proprietà benefiche per l’organismo. Qui di seguito, andremo ad elencare alcuni fiori in grado di apportare […]
  • Antica Birreria Pedavena: l’arte della birra artigianale
    Dal 1921 l’Antica Birreria Pedavena è il punto di ritrovo preferito degli amanti della birra in Trentino. Si tratta di un locale grande e accogliente situato nel centro di Trento, caratterizzato da un’ampia proposta di birre artigianali di alta qualità accompagnate da pietanze ricercate e deliziose. L’Antica Birreria Pedavena è un luogo perfetto per organizzare […]
  • Genuino, buono e profumato: il burro Dalla Torre
    Il burro è l’alimento base per preparare tante tipologie di ricette, dolci e salate. Ma è buono anche da gustare crudo, soprattutto se spalmato su una fetta biscottata con la marmellata. Il burro italiano è un prodotto che tutto il mondo ci invidia, per il suo gusto unico e naturalmente buono. Il Trentino è la […]

Categorie

di tendenza