Connect with us

Scienza e Cultura

Grandi carnivori nelle Alpi: linci, lupi e orsi al Museo di scienze di Bolzano

Pubblicato

-

I progetti LIFE dedicati ai grandi carnivori nelle Alpi e le problematiche ad essi legati. Ne parlerà il 3 dicembre alle 18 al Museo di Scienze Naturali dell’Alto Adige Clara Tattoni, dell’Università di Trento.

In primo piano l’esempio della lince in Slovenia, ma anche altre esperienze con lupi, orsi e ancora linci e i relativi studi.

Clara Tattoni, esperta in gestione e protezione della biodiversità, ha condotto ricerche sui mammiferi selvatici in Italia e all’estero e collabora attualmente con l’Università di Trento.

Partendo dall’esempio del progetto LIFELynx di reintroduzione della lince in Slovenia, illustrerà obiettivi e criticità ad essi legati, una su tutte la necessità di coordinamenti su grande scala per connettere e monitorare animali che si spostano anche per centinaia di chilometri.

Sarà inoltre proiettato il film realizzato nell’ambito di LIFELynx e forniti spunti su altre esperienze e pratiche con orsi, lupi e ancora linci.

Dal 1992, anno della sua introduzione, il Programma LIFE (L’Instrument Financier pour l’Environnement) ha consentito all’Unione Europea di finanziare oltre 4.500 progetti di tutela dell’ambiente e del clima. L’ingresso alla conferenza è libero.

Ingresso libero.

Scienza e Cultura

L’orso in letargo: un pomeriggio al Museum Ladin

Pubblicato

-

Ogni giovedì fino agli inizi di marzo al Museum Ladin l’orso preistorico Ursus ladinicus sarà il tema di una visita guidata ed un laboratorio per bambine e bambini.

La serie dal titolo „Un orso in letargo“ prevede una visita al museo ed un laboratorio creativo per bambine e bambini dai cinque ai dodici anni e si terrà alla sede del museo di San Cassiano in Val Badia ogni giovedì a partire da questa settimana e fino al 5 marzo compreso dalle ore 17 alle ore 18.

Informazioni e prenotazione obbligatoria presso l’Ufficio Turistico San Cassiano al numero telefonico 0471 849422 (fino alle ore 12), il numero dei posti è limitato.

Il museo è dedicato all’orso preistorico delle caverne di 40.000 anni fa e alla geologia delle Dolomiti. Numerosi reperti originali – ossa, denti, crani – e installazioni video illustrano gli aspetti dell’Ursus ladinicus e il suo habitat.

Nel piano interrato si trova la ricostruzione della grotta delle Conturines, luogo di ritrovamento dell’Ursus ladinicus, con una ricostruzione dell’orso delle caverne in letargo e dell’orso bruno M12 (Mico).

Continua a leggere

Scienza e Cultura

Cancro io ti boccio. Le scuole altoatesine con Airc

Pubblicato

-

Avvicinare e sensibilizzare bambini, adolescenti e giovani sull’importanza della Ricerca scientifica per battere malattie che mietono ancora troppe vittime e che purtroppo toccano da vicino tutte le famiglie e, ahimè, persino le nostre classi”, con questo impegno Nicoletta Minnei, ex sovrintendente scolastico di Bolzano, tesse da mesi una rete tra insegnanti, alunni e famiglie che, a fianco di AIRC, la Fondazione italiana per la Ricerca sul cancro, e il suo Comitato Veneto e Trentino Alto Adige che ogni anno destina 6.284.000 Euro in progetti e borse di studio per i ricercatori impegnati nelle università e ospedali della regione.

Oltre al finanziamento quinquennale 2019-2023 con cui AIRC, in partnership con Gran Bretagna e Spagna, partecipa al progetto Accelerator Award che sostiene per 13 milioni di euro la ricerca internazionale in cui l’Italia è presente proprio con un team del CIBIO di Trento.

Il primo appuntamento 2020 con la Ricerca sarà la tradizionale campagna nazionale “Le Arance della Salute” che, il 25 e 26 gennaio, porterà nelle piazze di Bolzano, Merano e Bressanone i volontari AIRC che distribuiranno le arance in reticelle da 2,5 kg, e vasetti di marmellata e miele all’arancia.

Importante prologo della campagna nazionale, giunta ormai alla sua 30esima edizione, sarà, anche in Trentino Alto Adige, l’iniziativa promossa con le scuole. Dopo il workshop nazionale promosso il 28 marzo scorso a Trento da AIRC Scuola, al quale hanno aderito insegnanti, educatori e dirigenti scolastici, e grazie anche al lavoro di rete di questi mesi, parteciperanno all’iniziativa “Cancro Io ti boccio!” l’Istituto Comprensivo Bolzano 5 con la Primaria Manlio Longon, la Primaria San Giovanni Bosco e l’Istituto comprensivo Merano 2.

Il progetto educativoproposto da AIRC spiega appunto la professoressa Minnei – ci dà innanzitutto l’occasione di portare in classe argomenti scientifici e materiali idonei all’approfondimento di un tema così importante anche per la scuola, ovvero la ricerca, lo studio e la cura dei tumori. Quindi diventa per noi il migliore filo conduttore per parlare di solidarietà, sensibilizzazione e impegno per l’altro. Dunque avvicinando anche i ragazzi all’associazionismo e offrendo loro l’occasione per partecipare a un impegno anche corale come lo è quello di una campagna a livello nazionale”.

Dunque venerdì 24 gennaio, gli alunni che, hanno già avuto modo di parlare in classe della malattia e della ricerca scientifica con i propri insegnanti, o incontrando i giovani ricercatori sostenuti da AIRC in regione, si attiveranno per diffondere la sensibilizzazione e contribuire alla raccolta fondi con una vendita di 600 reti di arance destinata alle famiglie e al personale scolastico.

Continua a leggere

Scienza e Cultura

Cellule staminali: verità e fake news il 21 gennaio al Museo di Scienze di Bolzano

Pubblicato

-

Cosa sono le cellule staminali? Come si possono utilizzare per fini terapeutici? E quali sono invece le false cure? Lo spiega la neurobiologa Simona Casarosa in una conferenza in programma al Museo di Scienze Naturali dell’Alto Adige.

Simona Casarosa dirige il Laboratorio di sviluppo e rigenerazione neurale del CIBIO – Centro di biologia integrata di Trento, struttura di eccellenza nell’area delle biotecnologie per la salute umana.

Martedì 21 gennaio, alle ore 18, sarà al Museo di scienze naturali di Bolzano per illustrare le ricerche più avanzate nel campo delle cellule staminali, chiarendo quali siano le loro possibili applicazioni in campo sanitario e quali invece false cure e speranze, promosse da abili strategie di comunicazione.

La conferenza, dal titolo “Fatti e misfatti in biologia: cellule staminali. Il potere della comunicazione”, è a ingresso libero ed è riconosciuta come corso di aggiornamento per personale insegnante.

Info: Museo di Scienze Naturali dell’Alto Adige, via Bottai 1, Bolzano, tel. 0471 412964, web www.museonatura.it

Continua a leggere

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza