Connect with us

Bolzano

Klimahouse Future Hub, dai moduli green alle pareti smart per le abitazioni del domani: il meglio dell’innovazione sostenibile a Bolzano

Pubblicato

-

Dai moduli green interamente realizzati in legno alle pareti smart alle quali collegare il proprio smartphone, passando per i tetti rivoluzionari che contengono al loro interno tutte le funzionalità che servono per la sopravvivenza della casa. Ma anche applicazioni per noleggiare i macchinari da lavoro o corpi abitativi ad emissioni zero.

Queste alcune delle idee delle startup che popoleranno il Future Hub di Klimahouse 2020, fiera internazionale per l’efficienza energetica e il risanamento in edilizia, che si terrà dal 22 al 25 gennaio 2020 a Fiera Bolzano.

Con un obiettivo preciso: pensare ad un futuro sostenibile e migliore per tutti. Vero e proprio villaggio dell’innovazione, il Future Hub sarà posto nel cuore della fiera e punterà i riflettori sulle più importanti novità nel settore delle green technologies, del risparmio energetico, della sostenibilità, delle costruzioni, dell’energia e dei servizi It (Information Technology) e IoT (Internet of Things) applicati al sistema casa. Proposte concrete, legate da un unico fil rouge, quello della sostenibilità, che porteranno all’interno di Future Hub startup, imprese, centri di ricerca e imprenditori.

Pubblicità
Pubblicità

Lo spazio innovativo è ormai una radicata realtà della fiera Klimahouse e si arricchisce quest’anno con un’esposizione di almeno 30 prodotti che racconteranno novità e trend futuri.

«Klimahouse si conferma come manifestazione punto di riferimento nel campo dell’efficienza energetica e dell’innovazione. In quest’ottica riuniamo le migliori startup europee per dare la possibilità agli espositori e visitatori di entrare in contatto con quanto di più innovativo offre il mercato – spiega Thomas Mur, direttore di Fiera Bolzano -. In un momento storico come questo è fondamentale sensibilizzare le persone sul tema dell’edilizia sostenibile. Le nuove soluzioni che animeranno il Future Hub rappresentano tasselli per la costruzione di un futuro migliore».

Future Hub: dal Klimahouse Startup Award al Trend Showroom

Al centro di Future Hub il nucleo fondante del villaggio dell’innovazione: Klimahouse Startup Award, con le giovani aziende – italiane e internazionali – che concorreranno per contendersi un premio sempre più ambito. Un riconoscimento che certifica la bontà di un prodotto, dedicato a tutte le startup operanti negli ambiti green technologies, risparmio energetico, sostenibilità, costruzioni, energia e servizi It (Information Technology) e IoT (Internet of Things).

Il premio verrà consegnato venerdì 24 gennaio al NOI Techpark, il polo dell’innovazione di Bolzano, partner ufficiale del Future Hub. I vincitori porteranno a casa uno stand gratuito per Klimahouse 2021 del valore di oltre 1.800 euro.

«Il settore dell’efficienza energetica è costantemente impegnato a perfezionare e migliorare l’esperienza di chi vive nelle “case del futuro”, con focus sui criteri di sostenibilità e di efficienza, e per questo risulta fondamentale approcciare le nuove tecnologie che il mercato offre – spiega Hubert Hofer, direttore servizi di NOI Techpark -. Siamo orgogliosi di poter ospitare la finale nel nostro parco tecnologico, cuore pulsante dell’innovazione sul nostro territorio».

Per l’edizione 2020 ci sarà anche un’altra categoria: startup e aziende non in gara ma comunque presenti per presentare i loro prodotti a una platea ampia e qualificata. Non l’unica novità: Trend Showroom è il nome dell’esposizione in cui prodotti fisici innovativi – avanguardia della sostenibilità – si potranno toccare con mano.

E per capire quali sono le strade da percorrere durante la Fiera sarà presentato il Klimahouse Future Report, una pubblicazione che analizza i punti di sviluppo del settore, i trend più significativi fissando al tempo stesso i risultati già raggiunti.

Le startup

Tetti intelligenti, pareti smart e moduli green: questo e molto altro tra le 15 startup in gara per il Klimahouse Startup Award. Sarà presente, ad esempio, la bolzanina Mas Roof, azienda incubata al NOI Techpark di Bolzano, creatrice del primo tetto multifunzionale: una copertura che non ha solamente una parte attiva, regolata dai pannelli fotovoltaici sulla superficie, ma anche una passiva. Questa può contenere tutti gli impianti indispensabili per il corretto funzionamento dell’abitazione, dal serbatoio dell’acqua fino al sistema di deumidificazione. Con questo prodotto si punta ad eliminare la ridondanza industriale, facilitare il montaggio in tempi veloci e abbattere i costi di installazione.

Graffiti 4 Smart City è invece una startup ad alto tasso innovativo che ha creato dei veri e propri mosaici da muro smart e installabili, ad esempio, negli hotspot della città. Il prodotto è composto da sottili e rivoluzionarie tessere da muro inseribili nelle pareti e collegabili direttamente al proprio smartphone sfruttando la tecnologia 5G, che permettono di accedere ad una serie di servizi.

La tecnologia è stata usata anche a Matera, capitale europea della cultura 2019, dove 11 muri cittadini sono stati decorati con mosaici in resina biobased, 100% biodegradabili nella loro componente vegetale.

Presente in Fiera anche Bio Building Block, azienda impegnata nel campo delle green technologies che ha ideato dei moduli brevettati innovativi, prefabbricati in legno o materiale composito, ideali per realizzare pareti, strutture portanti o interi edifici in maniera rapida ed economica, senza dover ricorrere ai metodi tradizionali. La startup garantisce realizzazioni edili ecocompatibili con elevato coefficiente di isolamento, sia termico che acustico.

Arriva invece dall’Olanda la startup Wansdronk Architektuur che ha dato vita al progetto “Emporium”, che unisce un innovativo concetto edilizio per costruzioni a energia-zero (o a energia solare) con un utilizzo economico di energia e materiali.

Il progetto è in grado di conferire a corpi edilizi abitativi diverse facilitazioni climatiche: mediante l’ausilio di un deposito di acqua calda ad esempio – unitamente ad appositi contenitori – si provvede alla fornitura della stessa e al riscaldamento degli ambienti. Ugualmente, un deposito di acqua fredda, unito ad alcuni contenitori, provvede invece alla refrigerazione degli ambienti e del frigorifero. La sua realizzazione in termini economici viene sottolineata da emissioni-zero, biodiversità, sicurezza, salute e comfort.

Le altre startup in gara sono Accademia della Bioarchitettura, Eneren, FBP-Future is a Better Place, Glass to Power, Immobilgreen, Kasan, l’austriaca Meo Energy, Paleadomus, Radicsol, Rentmas e Wood Control.

Bolzano

Addio Carlo “Charlie” Penner: morto a Bolzano il cantante degli Afterwork

Pubblicato

-

E’ venuto a mancare nella giornata di ieri, dopo aver a lungo combattuto contro la malattia, il musicista bolzanino Carlo “Charlie” Penner.

Classe 1962, dipendente dell’Azienda sanitaria, Charlie aveva una grande passione per la musica che lo ha reso negli anni un personaggio conosciutissimo in città: con il gruppo degli Afterwork, di cui era il cantante, portava avanti un’intensa attività.

L’arma vincente di questo gruppo sta nelle diverse estrazioni musicali dei suoi cinque membri. I nostri strumenti si intrecciano in un sound inclassificabile, nel quale nulla è scontato e ogni cover proposta, seppur riconoscibile, diventa un pezzo inedito“, aveva dichiarato alla stampa locale anni fa.

Pubblicità
Pubblicità

Noto anche per il suo impegno alla Polisportiva Piani, Penner era malato di cancro al pancreas. Tempo fa aveva segnalato pubblicamente il disagio da lui affrontato ogni giorno per limitare gli ostacoli posti dalla burocrazia.

Nonostante la malattia che lo sottoponeva a terapie salvavita come la chemioterapia infatti, Carlo doveva lavorare e per le certificazioni del caso era costretto a lunghe ‘peregrinazioni’ tra diversi uffici.

Oggi Bolzano lo ricorda con affetto. “Sarai sempre lui palco con noi” si legge tra i tantissimi messaggi postati sul suo profilo Facebook.


Continua a leggere

Bolzano

La Polizia Municipale festeggia S.Sebastiano, patrono dei vigili urbani

Pubblicato

-

Quest’anno la cerimonia religiosa per il patrono della Polizia Municipale, S. Sebastiano, sarà celebrata anche alla presenza delle autorità cittadine, nella chiesa del Santissimo Rosario a Oltrisarco in via Claudia Augusta, lunedì 20 gennaio alle ore 11.00.

La cittadinanza è invitata a partecipare.

Pubblicità
Pubblicità

Continua a leggere

Bolzano

Risanamenti e ristrutturazioni: Licia Colò “forma” le PMI

Pubblicato

-

Risanamenti e ristrutturazioni: solo un business per le piccole e micro imprese o anche una nuova cultura dell’abitare e del fare impresa?”. È il titolo dell’evento organizzato da CNA Nordest, con la partecipazione della Confederazione Nazionale Artigianato per la quale sarà presente il presidente nazionale, Daniele Vaccarino, che si terrà venerdì 24 gennaio, a partire dalle ore 10 ,30 , nella Sala Sciliar del MEC (Centro Congressi della Fiera di Bolzano) in occasione di Klimahouse 2020.

La moderazione sarà curata da Licia Colò, noto volto televisivo, da sempre impegnata sulle tematiche della crescita green e della sostenibilità. Si tratta della seconda presenza consecutiva di CNA nazionale e CNA Nordest alla Klimahouse.

Già a gennaio 2019, le tre confederazioni di Trentino Alto Adige, Veneto e Friuli Venezia Giulia avevano organizzato un evento sulla promozione della filiera green tra le micro, piccole e medie imprese dell’artigianato, sviluppando un programma formativo in tutto il Triveneto con la possibilità di esportare la best practice a livello nazionale grazie all a Confederazione nazionale e alla collaborazione con Fiera Bolzano e Agenzia CasaClima di Bolzano.

Pubblicità
Pubblicità

Quest’anno il focus è spostato su un evento formativo per artigiani e piccoli imprenditori del Triveneto, ma anche per tutti gli interessati presenti in Fiera, affinché il know how del fare impresa possa coniugarsi al meglio con la nuova cultura dell’abitare , a partire dal singolo appartamento, per coinvolgere interi edifici da costruire o risanare, quartieri e centri urbani nel loro complesso.

L’artigiano – spiega Claudio Corrarati, presidente di CNA Trentino Alto Adige e portavoce di CNA Nordest – non dovrà solo eseguire lavori a regola d’arte, ma dovrà diventare consulente per proporre soluzioni che consentano di abitare bene in un contesto ecosostenibile. Affinché il concetto “ costruire bene per vivere bene ” diventi patrimonio delle micro, piccole e medi e imprese, che devono diventare protagoniste assolute della sostenibilità, abbiamo invitato Licia Colò, nei panni di presentatrice , moderatrice , curatrice delle interviste ai relatori del convegno ed essa stessa promotrice del vivere sostenibile . Proprio lei, che ha dedicato la sua carriera televisiva alla tutela dell’ambiente e allo sviluppo sostenibile, porterà alle imprese quel messaggio di cambiamento culturale e di mentalità che CNA vuole diffondere a livello nazionale”.

Il programma prevede, alle ore 10,30 l’introduzione dei Presidenti di Cna Trentino Alto Adige ( Claudio Corrarati ), Cna Veneto ( Alessandro Conte ), e Cna Friuli Venezia Giulia ( Nello Coppeto ), che illustreranno i progressi fatti nella sinergia interregionale sullo sviluppo dell’edilizia, dell’impiantistica e dei serramenti green.

Il primo relatore sarà l’ing. Ulrich Santa , direttore dell’Agenzia Casaclima , che parlerà su “Scenari presenti e futuri del modello CasaClima: dall’appartamento, alle città e al territorio”.

Seguirà la relazione dell’arch. Gianni Sarti (Energy manager di CNA Trentino Alto Adige ) sul tema “La riqualificazione delle micro, piccole e medie imprese artigiane nell’ottica della Green economy. La forza delle reti d’impresa. Il concetto dell’abitare bene“. Dopo toccherà all’ing. Francesco Marinelli , presidente di Ecoaction Veneto sul tema “Le potenzialità della rigenerazione urbana e il ruolo delle imprese. Un esempio virtuoso: la città di Pistoia”.

Le conclusioni saranno affidate al presidente nazionale CNA, Daniele Vaccarino , che traccerà , intervistato da Licia Colò, un quadro politico, normativo e fiscale sugli incentivi per le ristrutturazioni (la parziale abolizione dell’articolo 10 del decreto Crescita), sulle proposte a livello nazionale per incentivare l’ edilizia ecosostenibile e sul l’impegno della Confederazione per diffondere in tutta Italia il modello CasaClima.

Programma evento CNA Nordest Klimahouse 2020

Venerdì 24 gennaio 2020
Ore 10 – 13 Sala Sciliar del MEC (Centro Congressi Fiera) Risanamenti e ristrutturazioni: solo un business per le piccole e micro imprese o anche una nuova cultura dell’abitare e del fare impresa? Moderazione e interviste di Licia Colò.

Ore 10.00 – 10.30 Registrazione
Ore 10.30 Introduzione dei Presidenti di Cna Trentino Alto Adige ( Claudio Corrarati ), Cna Veneto ( Alessandro Conte ) e Cna Friuli Venezia Giulia ( Nello Coppeto )
Ore 10.45 Ing. Ulrich Santa (Direttore dell’Agenzia Casaclima) : “Scenari presenti e futuri del modello CasaClima: dall’appartamento, alle città e al territorio
Ore 11.10 Arch. Gianni Sarti (Energy manager) : “La riqualificazione delle micro, piccole e medie imprese artigiane nell’ottica della Green economy. La forza delle reti d’impresa. Il concetto dell’abitare bene
Ore 11.35 Ing. Francesco Marinelli (Presidente di Ecoaction) : “Le potenzialità della rigenerazione urbana e il ruolo delle imprese. Un esempio virtuoso: la città di Pistoia
Ore 12.00 Dibattito con il pubblico e gli imprenditori in sala
Ore 12.15 Conclusioni del presidente nazionale CNA, Daniele Vaccarino
Ore 12.45 Conclusione dell’evento

Continua a leggere

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza