Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Bolzano

La Giunta comunale di Bolzano approva proposte per il risparmio energetico

Pubblicato

-

La Giunta comunale di Bolzano riunitasi ieri pomeriggio in municipio ha approvato una serie di proposte per il risparmio energetico del Comune capoluogo.

Nel corso dell’ultimo anno i prezzi dei vettori energetici (gas ed energia elettrica) sono aumentati, come noto, in maniera considerevole per via della ripresa economica post pandemia e per le speculazioni finanziarie a seguito della guerra in Ucraina.

Per quanto riguarda in particolare i consumi energetici, nel corso degli ultimi due anni anche il Comune di Bolzano ha registrato un notevole aumento del consumo di gas in alcune delle proprie strutture, sia edifici per uffici, che scuole. Fattori che hanno comportato un importante incremento della spesa corrente.

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Posto che a livello comunitario, nazionale e provinciale sono state individuate delle misure per ridurre il fabbisogno energetico, la Giunta, dopo un confronto all’interno dell’amministrazione comunale, ha deciso in primo luogo di adottare quelle misure previste a livello nazionale e provinciale, inoltre una serie di ulteriori provvedimenti di carattere comunale. In dettaglio sono state individuate le seguenti misure che potranno essere adottate in tempi molto rapidi.

Misure nazionali – Accensione degli impianti di riscaldamento dal 23 ottobre (anziché 15 ottobre) e spegnimento in data 8 aprile (anziché 15 aprile); riduzione di un’ora giornaliera di riscaldamento, con possibilità di ulteriore riduzione di un’altra ora nelle palestre scolastiche, ove  tecnicamente possibile; riduzione di un grado di temperatura, con possibilità di ulteriore riduzione di un altro grado nelle palestre scolastiche, ove tecnicamente possibile. Intervento analogo previsto anche per gli edifici e le sedi comunali.

Misure provinciali  – Ottimizzazione tecnologica dell’illuminazione pubblica e degli impianti tecnologici della mobilità; spegnimento (anche anticipato) dell’illuminazione esterna di edifici pubblici, opere d’arte, ponti, infrastrutture.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Misure comunali  – Sospensione erogazione acqua calda dai bagni degli edifici per uffici e abbassamento della temperatura nelle scuole elementari e medie (escluse mense e docce per operai); riduzione di due gradi della temperatura dell’acqua in tutti gli impianti natatori; spostamento dei matrimoni e delle altre manifestazioni del sabato, dall’ala vecchia della sede municipale, all’Antico Municipio con riduzione a 100 Euro della tariffa per i matrimoni sia per la mattina, che per il pomeriggio; spegnimento / riduzione del riscaldamento nelle scuole materne tra Natale e Capodanno, concentrando le pulizie nella prima settimana di gennaio; riduzione della temperatura di mandata degli impianti di riscaldamento degli edifici pubblici per il fine settimana, già a partire dalle ore 13:00 del venerdì;  negli impianti sportivi comunali/palestre scolastiche comunali, per l’attività extrascolastica, divieto di uso delle docce per il post allenamento, sia in quelli gestiti direttamente dal Comune, che esternalizzati (escluse dalla misura le partite ufficiali di campionato); manifestazioni con patrocinio dell’amministrazione comunale: esclusione della fornitura gratuita di energia elettrica a partire dal 1° gennaio 2023; luminarie natalizie sia nel centro cittadino, che nei vari quartieri: riduzione dell’oggetto del contratto d’appalto del 20%; istituzione di due gruppi di addetti dell’amministrazione comunale,  che negli edifici scolastici (scuole elementari, scuole medie), negli impianti sportivi e nelle altre strutture individuate verificheranno le riduzioni dei consumi energetici e per riscaldamento.

La Giunta comunale si è inoltre riservata di decidere in un secondo momento altri interventi qualora le misure che si andranno ad adottare non dovessero produrre la riduzione dei consumi energetici auspicata.  La stima di larga massima del risparmio energetico atteso è compresa tra il 5% ed il 10%.

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza