Connect with us

Musica

«La voce dell’anima»: il Teatro di S. Giacomo sedotto dalla lirica

Pubblicato

-

Foto Stefano Odorizzi

Una serata magica. L’ha vissuta la folta platea che nei giorni scorsi, al Teatro di San Giacomo di Laives, ha assistito al récital musicale «La voce dell’anima», di e con il soprano bolzanino di valenza transeuropea Martina Bortolotti, accompagnata dal virtuoso del violino Günther Sanin – primo violino di spalla dell’Orchestra Arena di Verona, anch’egli di origine altoatesina – e, al pianoforte, dal ricercato clavicembalista-pianista veneziano Paolo Prevedello.

Concepito per l’occasione, lo spettacolo ha vinto più di una scommessa: portare la musica lirica a un pubblico anche di impronta generalista, inframmezzare al programma classico anche altri generi musicali, creare un’atmosfera da teatro-salotto, a dispetto dell’imponenza della sala. E, di pari passo, far apparire affollato un palcoscenico popolato “solo” da tre artisti. Ma che artisti! Un cast d’eccezione, e che non ha tradito le aspettative.

Il concerto, coordinato organizzativamente e presentato da Mara Da Roit, che fra un’interpretazione musicale e l’altra ha dispensato spigolature e pillole di conoscenza sulle opere e gli autori proposti, rientrava nel calendario di iniziative 2020 del Centro culturale San Giacomo, associazione dimostratasi anche stavolta perspicace nel comprendere a monte la preziosità del progetto.

Pubblicità
Pubblicità

A dare il “la” alla musica è stata un’aria piena, coinvolgente e capace di mettere subito in luce tutte le doti canore del soprano: ‘Heia in den Bergen’, tratta dalla notissima operetta di Kálmán ‘La Principessa della Czarda’.

Accompagnata dai due musicisti, Martina Bortolotti ha poi proseguito con forza espressiva, pathos e precisione tecnica la serie prevista delle arie, tratte da ‘Le Nozze di Figaro’ di Mozart, ‘Il paese del sorriso’ di Lehár, ‘Rinaldo’ di Händel, ‘Rusalka’ di Dvorák, eccetera.

Una scelta tematica che focalizzava l’attenzione sulle figure di eroine – ora romantiche, ora infelici, ora sognatrici, ora pesino un po’ malvagie – e sui moti dell’animo.

Il tutto è stato alternato a pezzi intepretati dai soli Günther Sanin e Paolo Prevedello: due musicisti prodighi di virtuosismi. Fra le pregevoli esecuzioni per violino e pianoforte: la ‘Danza Ungherese n. 5’ di Brahms, la toccante ‘Méditation’ di Massenet, la vibrante ‘Czardas Nova’ di cui il professor Sanin è anche co-autore.

Prima del richiestissimo ‘bis’, ha chiuso in ulteriore crescendo la serata un’interpretazione collettiva a ritmo di valzer: quella cioè del sensuale ‘Bacio’ di Arditi. E poiché il pubblico non era ancora sazio, Bortolotti, Sanin e Prevedello lo hanno deliziato con un ultimo dono: l’aria ‘Meine Lippen, sie küssen so heiß’, dalla ‘Giuditta’ di Lehár.

Meritano infine di essere elogiati a pieno titolo i raffinati quadri del pittore Amadeus Werner Bortolotti: che, visualizzati su schermo in un susseguirsi armonico, hanno saputo dare un ulteriore contributo in stile alla serata. Arte sull’arte, a propria volta fonte di un caleidoscopio di emozioni.

Tutti gratificati e soddisfatti, al termine: pubblico, artisti, organizzatori. Proporre generi non esattamente di massa può comportare delle incognite; il farlo però con il requisito della qualità evidentemente paga. «La voce dell’anima» lo ha dimostrato.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

  • Il Curriculum del futuro è anonimo: la Finlandia è la prima a sperimentarlo
    Per evitare discriminazioni di razza, sesso o età, in Finlandia stanno spopolando le selezioni anonime per chi è alla ricerca di lavoro. Una novità importante per gli uffici del Comune di Helsinki, che dalla scorsa primavera stanno sperimentando un processo di selezione del personale totalmente anonimo. La fase di analisi dei curriculum avviene senza che […]
  • Path, l’universo sotterraneo di Toronto
    Quando il cielo cede velocemente il passo alle perfette geometrie della selva di grattacieli del centro, dominati dalla Canadian National Tower si apre la città di Toronto in Canada, con i suoi grandi villaggi residenziali, i suggestivi quartieri periferici e le enormi strade che corrono verso il cuore della metropoli. Nonostante si mostri davvero affascinante, […]
  • Il primo cuore artificiale ottiene marchio CE: ora può essere venduto in tutta Europa
    La tutela della salute è una sfida che coinvolge medici, scienziati ed ingegneri, insieme impegnati da secoli per rendere sempre più concreta la possibilità di trovare soluzioni in grado di compensare le scarse disponibilità dei donatori e aiutare la vita delle persone che soffrono di particolari patologie. Negli ultimi anni la ricerca ha reso questa […]
  • Liberare l’agricoltura dai vincoli climatici con intelligenza artificiale e serre verticali
    L’inarrestabile evoluzione dell’intelligenza artificiale allarga si suoi già immensi confini coprendo anche l’importante mondo dell’agricoltura, puntando ad una vera rivoluzione agricola. L’esperimento di respiro europeo porta l’intelligenza artificiale nella conduzione di serre verticali che aiutano a rendere la produttività 400 volte superiore rispetto a quella tradizionale di colture orizzontali. Sfruttando l’intelligenza artificiale, con l’aiuto di applicazioni […]
  • Cereria Ronca: il posto dove alta qualità e rispetto per l’ambiente si incontrano
    Da oltre 160 anni, le candele della Cereria Ronca danno un tocco di luce e calore agli spazi dei propri clienti: cilindri, sfere, tortiglioni adatte ad ogni occasione vengono create ad hoc per illuminare e profumare l’ambiente. Dal 1855, infatti, Cereria Ronca produce e vende candele made in Italy a marchio, personalizzate o per conto di […]
  • Locherber Milano e l’arte della profumazione di ambiente
    Candele, diffusori, intense fragranze ed eccellenza sono i pilastri di Locherber Milano, brand creato dopo tre generazioni di sviluppo di prodotti cosmetici e grazie al connubio tra precisione svizzera e passione Italiana. L’azienda, gestita autonomamente grazie alla conduzione familiare, permette di mantenere un ethos invariato ed una propria libertà creativa. Le fragranze esclusive di Locherber Milano […]
  • Thun: l’atelier creativo simbolo di Bolzano e dell’Alto Adige
    La storia di THUN ha inizio nel 1950 con la nascita del primo Angelo di Bolzano, la dolce figura ceramica che Lene Thun modellò guardando i figli che dormivano. Oggi l’Angelo è universalmente riconosciuto come simbolo dell’Alto Adige e della città di Bolzano, ed è presente in moltissime case italiane ma non solo. Negli anni […]
  • “ Kalabria Coast to Coast”: un cammino di 55 km per vivere la vera essenza della Calabria
    La Calabria è la regione dove mare e montagna sono così vicini da poter essere vissuti nella stessa giornata: caratteristica unica e particolare che ha spinto la nascita di “Kalabria Coast to Coast”, un percorso naturalistico di 55 km da assaporare a passo lento tra filari di vite, distese di ulivi, boschi e piccoli caratteristici […]
  • Treni con cupole in vetro: l’esperienza di lusso per diventare i veri protagonisti del viaggio
    Se è vero che l’aereo rimane il mezzo di trasporto preferito da chi deve fare viaggi lunghi, è altrettanto evidente che i viaggiatori hanno riscoperto i numerosi vantaggi del trasporto su rotaia. Entrando nel cuore di ogni città, costeggiando i litorali e attraversando vallate e montagne, il treno ha la capacità di resuscitare il vero […]
  • L’affascinante piacere del tè porta il nome di Peter’s TeaHouse
    Peter’s TeaHouse, il primo negozio specializzato nella vendita di tè, nasce nel 1994 a Bolzano. “Immersi nell’atmosfera della tradizione, si riesce a respirare il fascino della cultura orientale, che si fonde con la contemporaneità. Perché il tè è soprattutto questo: cultura e ospitalità.” Peter’s TeaHouse, parte del noto franchising e del colosso Pompadour (a sua […]

Categorie

di tendenza