Connect with us

Politica

“L’incompetenza e la spocchia”: lettera del consigliere Puglisi Ghizzi a Kompatscher sulla mala gestione dell’emergenza

Pubblicato

-

Sugli strafalcioni, gli impedimenti, la latitanza di alcuni servizi fondamentali per i cittadini in questo periodo di emergenza legato alla diffusione del contagio da Covid 19, forse non si è detto abbastanza. Riportiamo di seguito la lettera/segnalazione inviata alla notra redazione dal consigliere comunale Maurizio Puglisi Ghizzi.

La segnalazione di un possibile caso di coronavirus, il grido inascoltato non di un politico, ma di un cittadino. Anche nel momento in cui stiamo scrivendo. Senza volere aggiungere altro.

Ho letto le dichiarazioni di Arno Kompatscher sulla sua volontà di portare in tribunale chi abbia da ridire sull’ormai celebre “operazione scaldacollo”, punta di diamante della dimostrazione di inadeguatezza dei vertici della giunta provinciale che delle istituzioni sanitarie altoatesine.

Pubblicità
Pubblicità

Per favore Arno portaci me in tribunale – già ci hai provato ma senza risultato – dammi la possibilità di parlare, dimmi cosa vuoi che scriva per farlo, tralasciando le ‘estorsioni’ ai pazienti in coma e la gestione più che discutibile della sanità altoatesina – una volta eccellenza, oggi scivolata di molto nella classifica nazionale (fonte Sole 24ore).

Scriverò sulla gestione quotidiana di questa emergenza.

Domenica 15 marzo inizio ad avere febbre a 38 e vari dolori alle ossa, mi metto a letto e vi rimango fino al 26 marzo sempre con febbre. Non mangio, bevo ma non riesco a muovermi dal letto.

Ovviamente il lunedi mattina chiamo il mio medico il quale si sincera che non abbia problemi respiratori e/o bruciore agli occhi e ricevendo assicurazione da me, mi ordina di tenere sotto controllo la febbre con della Tachipirina.

Le giornate (chiuso in casa con due figli) passano, non cosi febbre e dolori. Dopo una settimana la febbre sale arrivando a 39 ed a questo punto il medico, con cui ero in contatto, provvede alla segnalazione del caso ed alla richiesta di un tampone.

Ovviamente subentra la preoccupazione per i figli con me in casa, il pensiero con chi fossi entrato in contatto, non riesco a mangiare e la febbre è costante con piccole interruzioni dovute alla tachipirina. Preoccupazione che inizia a pesare sui miei figli ‘ma – ho pensato – domani faranno il tampone e vedremo’.

Il giorno dopo nessuna chiamata, visita o notizia dal “centro provinciale per il coronavirus” (nome di fantasia visto che nessuno capisce a chi e chi debba rispondere al medico il quale resta in contatto con noi e ripete la segnalazione).

Segnalazione che, evidentemente, si deve essere persa nelle scatole dei scaldacollo… Chiamo il numero messo a disposizione dalla Provincia e risponde un’impiegata che non sa dire altro che lei non sa a chi sono fatte le segnalazioni, che posso inviare una mail all’indirizzo sul sito e “state in casa e non andate in ospedale”.

Anche il mio medico non sa che dire. Venissero con il tampone, si potrebbe capire cosa fare. E cosi arrivo a giovedi scorso (nel frattempo ho la conferma di essere entrato in contatto con una persona ricoverata per Covid 19 due settimane fa circa) e, per fortuna la febbre non si presenta più (12/13 giorni comunque non sono pochi) e, seppur debole, mi alzo e riprendo una vita “normale”…

E la segnalazione? E il tampone? Niente, nessuno si è fatto vivo e voglio vedere se lo faranno la prossima settimana.

Ora caro Arno, assessore Widmann, ing. Zerzer cosa dovrei pensare, cosa dovrei dire? Che la gestione dell’emergenza è al top, che per fortuna in Alto Adige ci avete fornito gli scaldacollo per la favolosa cifra di 700mila euro sottratti alla sanità vera che ne ha bisogno? Che siete il modello dell’efficenza teutonica nella gestione dell’emergenza sanitaria?

Se invece di migliorare, la situazione fosse trascesa? Se durate la notte non fossi riuscito a respirare ? Erano 14 giorni di febbre e dolori, forse una “visita” ci poteva stare.

Purtroppo per l’ennesima volta ho avuto prova della vostra inadeguatezza. Mi auguro con tutto il cuore che finisca al piu presto e spero veniate chiamati a chiudere i conti“.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

  • Coronavirus: Paziente Virtuale evita i test sugli animali
    Grazie alle diverse ricerche ed ai numerosi studi dell’Università di Catania, si rafforza il filo della comunicazione tra il clinico e il laboratorio, dando vita al progetto del Paziente Virtuale. Un progetto completamente italiano che potrebbe finalmente evitare la sperimentazione animale, necessaria per testare farmaci e vaccini anche contro il più recente Coronavirus. Infatti, per […]
  • Sconti e voli gratis ai viaggiatori se bambini piangono o disturbano in aereo, l’idea di una compagnia aerea americana
    Sembra incredibile, ma il binomio aereo – neonato, si posiziona tra i primi posti come motivo di fastidio e disturbo per molti viaggiatori, portando una compagnia area alla decisione di far volare gratis i passeggeri che si trovavano a viaggiare con bambini piangenti a bordo. Ad ovviare questo il problema è JetBlue Airways la compagnia aerea […]
  • Russia registra il primo vaccino al mondo contro il coronavirus
    Dopo mesi di test e di attesa è la Russia a battere tutti e registrare Sputnik il primo vaccino al mondo contro il Coronavirus. Sputnik, il vaccino sviluppato dall’Istituto Gamaleya di Mosca ha ricevuto il via libera dal Ministero della Sanità russo. Citando i media russi, Putin avrebbe rivelato che anche alla figlia è stata […]
  • Piccoli sottomarini privati, il nuovo sogno degli esploratori
    Dalle tranquille avventure sulla superficie dell’acqua all’eccitante esplorazione delle profondità dei fondali marini a bordo dell’ultimo e più sensazionale giocattolo marino: il sottomarino personale. Leggero da trasportare in macchina e comodo da tenere nei garage dei superyatch, il nuovo trend subacqueo prenderà il posto dei numerosi sport d’avventura fin’ora sperimentati. Costruito per esplorare i fondali […]
  • Prima lo adotti poi raccogli i suoi frutti, a Milano nasce la Food Forest, la foresta edibile
    Oltre 2.000 tra piante, ortaggi, piante officinali, alberi, arbusti da frutto e da legno ospitati nel cuore dell’immensa città metropolitana di Milano, con l’obbiettivo di ristabilire il rapporto primitivo tra l’uomo e i prodotti che Madre Natura gentilmente offre. Questo, starà alla base della nuova Food Forest, la foresta edibile  che in autunno prenderà vita all’interno […]
  • Ponte Tibetano e Cascate di Saent: che bella la Val di Rabbi!
    Costruito nel 2016 sopra il torrente Ragaiolo in Val di Rabbi, il ponte tibetano è ormai diventato una tappa fissa per tutti coloro che amano la montagna e la Val di Rabbi. Costruito in ferro e con una pavimentazione di grate di ferro, il ponte tibetano è adatto a grandi e piccini grazie anche alle […]
  • Si allunga la lista delle preziose aree naturali del Pianeta: l’Unesco aggiunge altri 15 Geoparchi da tutelare
    Riconosciuto a livello internazionale come un territorio che possiede un patrimonio geologico particolare e una strategia di sviluppo sostenibile, il Geoparco deve comprendere un certo numero di siti geologici di particolare importanza in termini di rarità, qualità scientifica e rilevanza estetica o valore educativo per essere definito tale. In particolare, si tratta di aree in […]
  • Samsung lancia l’idea: Prevenire gli incidenti grazie ad un camion attrezzato con schermi LCD
    Visibilità azzerata, traffico intenso, grandi mezzi e sorpassi azzardati sono tutti problemi autostradali che potrebbero trovare soluzione grazie ad un “camion trasparente” con grandi schermi LCD: Un‘ idea tanto semplice quanto potenzialmente utile che potrebbe facilitare le manovre di sorpasso dei grandi mezzi riducendo i rischi di incidenti. L’idea è stata presentata da Samsung con […]
  • Trentino Wild Park: il parco avventura più grande d’Italia
    Affrontare situazioni che non appartengono alla vita normale percorrendo una realtà diversa da quella urbana, attraversando ponti tibetani, liane e guardando il bosco tra le chiome degli alberi, sono la base di un intrigante situazione, lontana dalla vita cittadina ma alternativa ad un classico tour. La possibilità di vivere forti emozioni e sentirsi veramente immerso […]
  • Perserverance, la missione Nasa in cerca di vita su Marte
    Fa parte della natura umana esplorare, conoscere e spingersi sempre oltre i limiti terrestri, fino a Marte ad esempio, diventata ormai una delle migliori alternative alla Terra. Trovare tracce di una vita passata o presente sul pianeta rosso, raccogliendo campioni di suolo e studiando la superficie di Marte. Questo è il motivo che ha spinto […]

Categorie

di tendenza