Connect with us

Alto Adige

Meno sprechi, più valore aggiunto per tutti

Pubblicato

-

Ogni cittadino dell’Alto Adige ogni anno butta nel bidone della spazzatura in media 27,5 chilogrammi di cibo, in Italia circa 500 grammi procapite finiscono ogni settimana nell’immondizia.

Si tratta soprattutto di frutta e verdura, ma anche cibi cotti e preparati in casa, oltre a pane e prodotti da forno. Per ridurre ulteriormente lo spreco alimentare in Alto Adige in futuro, la Provincia lancia una campagna di informazione e sensibilizzazione.

“Statisticamente, ogni cibo prodotto da settembre in poi finisce nella spazzatura. Allo stesso tempo, 1 miliardo di persone nel mondo non ha cibo a sufficienza. Questo va cambiato, e vogliamo ripartire a livello locale ed a piccoli passi”, ha sottolineato l’assessora alle politiche sociali, Waltraud Deeg, la quale ha aggiunto “stiamo così continuando il percorso che abbiamo iniziato nel 2018 con la nostra stessa legge provinciale”.

Pubblicità
Pubblicità

L’assessora ha presentato ieri (9 settembre) l’iniziativa insieme a Christian Bacci  dei Cacciatori di briciole dell’Associazione Volontarius, Luca Merlino, del Banco Alimentare e la direttrice dell’Ufficio per la tutela dei minori e l’inclusione, Petra Frei, presso l’Istituto per la nutrizione e l’economia domestica di Aslago, diretto da Gudrun Ladurner,

Cacciatori di briciole in azione

La campagna è supportata dal tavolo di coordinamento istituito nel 2018, dai rappresentanti dell’amministrazione provinciale (affari sociali, salute, agricoltura, economia, agenzia per l’ambiente) e dell’Associazione dei Comuni, nonché da rappresentanti delle Associazioni di volontariato FoodNet del settore. Aderiscono inoltre le Associazioni imprenditoriali (hds, HGV, lvh, Confesercenti).

Il nostro lavoro consiste nell’aiutare le famiglie a uscire da situazioni difficili fornendo cibo e altri beni di uso quotidiano“, ha riferito il vicepresidente del Banco Alimentare, che in Alto Adige è attivo sia nelle aree urbane che periferiche e raccoglie 700 tonnellate di cibo all’anno in Alto Adige. I Cacciatori di briciole (Bröseljäger) sono attivi ogni giorno per raccogliere i generi alimentari messi a disposizione da numerosi negozi del capoluogo.

Mentre la cuoca Martina Gögele dimostrava la preparazione di un piatto con gli alimenti messi a disposizione dai “Cacciatori di briciole”, Christian Bacci ha illustrato nel dettaglio l’attività che viene svolta quotidianamente dai cosiddetti “briciolari”. “I nostri 160 volontari – ha raccontatosono ogni giorno in attività per salvare il cibo dalla spazzatura. Questo viene quindi fornito alle famiglie in difficoltà utilizzando un apposito sistema a punti”.

Evitare lo spreco alimentare non significa solo risparmiare cibo commestibile, ma anche risparmiare risorse preziose. Un alto livello di spreco significa alta domanda e, allo stesso tempo, scarsità di risorse. “Il riciclaggio completo degli alimenti è una parte importante della sostenibilità sociale”, ha affermato con convinzione l’assessora Deeg.

Sulla strada giusta

Siamo già sulla strada giusta, nel 2020 è stato buttato via circa il 12% in meno di cibo rispetto agli anni precedenti. L’obiettivo della Provincia è quello di continuare a sostenere questo processo ed a questo scopo è stato redatto un piccolo e pratico ricettario con l’aiuto delle scuole professionali del settore alimentare.

Ogni giorno ciascuno di noi può dare il suo contributo privilegiando cibi locali, regionali e stagionali. Così facendo, stiamo cambiando il nostro comportamento di consumo, ma allo stesso tempo stiamo creando un valore aggiunto sostenibile per il nostro ambiente, per noi stessi e per le generazioni future”, ha sottolineato Deeg.

Le informazioni sull’argomento ed il ricettario sono disponibili sul sito www.iosprecomeno.it ed in diversi Comuni altoatesini sono stati allestiti cestini per la spazzatura di grandi dimensioni per sensibilizzare sull’argomento.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

  • RIPARTE L’ECONOMIA MA MANCA IL PERSONALE!
    Le soluzione di YWN – la rete nazionale delle imprese Il mondo del lavoro è oggi tormentato da una miriade di problemi ulteriormente aggravati dalla pandemia che ci accompagna ormai da quasi due anni. La... The post RIPARTE L’ECONOMIA MA MANCA IL PERSONALE! appeared first on Benessere Economico.
  • IL TEAM BUILDING AZIENDALE MOTORE DELLA RIPARTENZA
    La motivazione del personale strategia centrale nel business plan della ripresa. Condividere sorrisi, esperienze, riflessioni per consolidare lo spirito di squadra e la voglia di normalità negli ambienti di lavoro diventa oggi la leva principale... The post IL TEAM BUILDING AZIENDALE MOTORE DELLA RIPARTENZA appeared first on Benessere Economico.
  • Caro bollette, tutti gli aiuti approvati per contare gli aumenti
    Dal 1 ottobre, come annunciato, sono scattati gli aumenti in bolletta per gas ed elettricità rispettivamente del 14,4% e del 29,8% per la famiglia tipo. Per contenere l’emergenza, il Governo ha stanziato oltre 3 miliardi... The post Caro bollette, tutti gli aiuti approvati per contare gli aumenti appeared first on Benessere Economico.
  • Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero
    Il Ministero ha pubblicato le linee guida per accedere ai ristori riservati agli operatori del turismo. L’obiettivo del Ministero è quello di informare i potenziali beneficiari al fine di produrre la documentazione necessaria per fare... The post Al via i ristori per il turismo: pubblicate le procedure sul sito del Ministero appeared first on Benessere […]
  • Fondo impresa donna: tutti i dettagli per accedere ai finanziamenti agevolati ed ai contributi a fondo perduto
    Da pochi giorni è stato firmato il decreto per sbloccare gli aiuti del Fondo impresa donna. Fondo impresa donna, cos’è Il decreto firmato dal Mise, rende completamente operativo il Fondo Impresa Donna che sblocca una... The post Fondo impresa donna: tutti i dettagli per accedere ai finanziamenti agevolati ed ai contributi a fondo perduto appeared […]
  • Le mance dovrebbero essere tassate, la sentenza della Cassazione
    Una recente sentenza della Cassazione cambia in una parte dei redditi dei lavoratori dipendenti, inserendo la possibilità di tassare le mance. Perchè le mance si possono tassare Infatti, secondo la sentenza 26512, il pagamento delle... The post Le mance dovrebbero essere tassate, la sentenza della Cassazione appeared first on Benessere Economico.
  • Dal condono delle cartelle, alla rottamazione quater: alcune novità in arrivo nella prossima riforma fiscale
    Attesa nella prossime settimana, la riforma fiscale in arrivo comprenderà diverse operazioni, come lo stop selettivo a nuove cartelle, la rottamazione quater e le notifiche dilazionate. Notifiche cartelle esattoriali All’interno del decreto sarà probabilmente inserita... The post Dal condono delle cartelle, alla rottamazione quater: alcune novità in arrivo nella prossima riforma fiscale appeared first on […]
  • Bonus antiplastica, fino a 5 mila euro per gli esercenti che vendono prodotti sfusi o alla spina
    Il recente decreto attuativo conosciuto con il nome di bonus antiplastica è stato istituito allo scopo di ridurre la produzione di rifiuti e contenere gli effetti del cambiamento climatico. Bonus antiplastica, cos’è Il bonus nato... The post Bonus antiplastica, fino a 5 mila euro per gli esercenti che vendono prodotti sfusi o alla spina appeared […]
  • Ritornano gli ecobonus, al via gli incentivi per l’acquisto di auto usate: come funziona
    Da qualche giorno sono ripartiti gli ecobonus promossi dal Ministero dello Sviluppo Economico, per l’acquisto di auto a ridotte emissioni. L’ecobonus, sotto forma di contributi viene reinserito non per sostenere il mercato delle auto, ma... The post Ritornano gli ecobonus, al via gli incentivi per l’acquisto di auto usate: come funziona appeared first on Benessere […]
  • Default Evergrande, cos’è e cosa si rischia a livello internazionale
    La preoccupazione per il possibile default del colosso cinese Evergrande è sempre più tangibile, visto che l’azienda non è riuscita a pagare in tempo le cedole dei suoi investitori. Perchè Evergrande è importante La crisi... The post Default Evergrande, cos’è e cosa si rischia a livello internazionale appeared first on Benessere Economico.

Categorie

di tendenza