Connect with us

Alto Adige

Mese missionario straordinario, oltre 400 pellegrini sabato a Oies con il vescovo Muser

Pubblicato

-

Condividi questo articolo

Raccogliendo l’invito di Papa Francesco a “rinnovare l’impegno missionario della Chiesa” e in attuazione dei provvedimenti del Sinodo diocesano (2013-2015), l’Ufficio missionario di Bolzano-Bressanone organizza sabato 26 ottobre un pellegrinaggio diocesano a Millan e Oies, nel corso del quale verrà inaugurato il progetto “Oies, oasi di spiritualità missionaria”, che vuole essere una “opera-segno” di questo Mese missionario straordinario.

A fare da filo conduttore lungo l’intera giornata saranno la figura e l’attualità di s. Giuseppe Freinademetz, il verbita originario di Oies che nel 1879 lasciò la val Badia per diventare missionario in Cina.

Il programma della giornata

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Il pellegrinaggio si aprirà la mattina alle 10, nella chiesa parrocchiale di s. Freinademetz a Millan, con un momento di preghiera che sarà presieduto da Maja Clara, animatrice di celebrazioni della Parola.

Saranno i verbiti p. Sepp Hollweck e p. Franco Pavesi (provinciale) a offrire una meditazione su qual è oggi il messaggio di Giuseppe Freinademetz.

I pellegrini partiranno quindi da Millan alla volta di S. Martino in Badia, dove è previsto il pranzo.

Pubblicità - La Voce di BolzanoPubblicità - La Voce di Bolzano

S. Martino in Badia è il paese in cui P. Freinademetz è stato cappellano dopo la sua ordinazione sacerdotale (avvenuta nel 1875) e in cui ha maturato la scelta di entrare nell’ordine dei verbiti e diventare missionario.

Il gruppo si sposterà poi a S. Leonardo in Badia, dove sarà raggiunto dal vescovo Ivo Muser, impegnato in mattinata a Bolzano per la consegna del Premio Gargitter alla redazione del giornale di strada “Zebra”.

Alle 14.15 prenderà il via la Via Crucis a piedi da S. Leonardo a Oies, a cui parteciperanno anche un centinaio di fedeli della Val Badia che sabato concluderanno la “Settimana della fede”.

A proporre le meditazioni – legate anche in questo caso alla vita di p. Freinademetz – saranno i giovani della SKJ della Val Badia, guidati dal verbita p. Shenoy Varghese, responsabile diocesano per la pastorale giovanile.

Alle 16, nella chiesa del santuario di Oies, il vescovo Ivo Muser presiederà la s. messa trilingue, accompagnata dalle note del coro giovanile Kyrios.

Un pellegrinaggio “green

I fedeli che parteciperanno al pellegrinaggio di sabato raggiungeranno Millan e Oies con i pullman organizzati dall’Ufficio diocesano pellegrinaggi.

Un segno concreto, questo, di promozione della mobilità sostenibile e della salvaguardia del Creato.

Inoltre, nel rispetto dell’ambiente, durante il pranzo non verranno usate né stoviglie né posate di plastica.

Testimonianze dal mondo

Ad accompagnare i pellegrini sui pullman che partiranno da Malles, Merano, Egna, Vipiteno, San Candido e dalla Valle Aurina, ci sarà un gruppo di sacerdoti, originari di diversi Paesi africani, che stanno studiando in una delle università pontificie di Roma grazie a una borsa di studio finanziata dall’Ufficio missionario di Bolzano-Bressanone. La loro presenza e la loro testimonianza contribuirà ad arricchire la giornata, così come offrirà la possibilità ai pellegrini di sperimentare in prima persona l’universalità della Chiesa.

Gesti per raccontare il nostro “essere comunità”

Per raccontare il nostro “essere comunità”, l’Ufficio missionario ha pensato ad un gesto tanto semplice quanto ricco di significato.

I pellegrini sono stati invitati a portare con sé da casa un po’ di acqua e un po’ di terra, che – una volta giunti a Oies – verranno posti in due grandi contenitori, che saranno poi portati all’altare durante la s. messa, al momento dell’offertorio.

Al termine della celebrazione eucaristica, l’acqua sarà utilizzata per benedire i fedeli.

La terra, invece, verrà impiegata dai sacerdoti africani per piantare un pino, a ricordo del pellegrinaggio.

Le offerte che saranno raccolte durante la s. messa saranno destinate al sostegno dei progetti che l’Ufficio missionario diocesano promuove in diversi Paesi del mondo.

Oies, oasi di spiritualità missionaria

Il pellegrinaggio di sabato prossimo segnerà anche l’inizio ufficiale del progetto che punta a valorizzare Oies come “oasi di spiritualità missionaria”.

Una iniziativa che l’Ufficio missionario diocesano ha concepito in sinodalità con gli altri “volti” della pastorale diocesana.

Diverse le iniziative inserite nel progetto. In futuro, ad esempio, Oies ospiterà, per periodi di 10 giorni – due settimane, missionari e missionarie ritornati in diocesi dai luoghi di missione o di missionari che si trovano in Alto Adige per un periodo di vacanza.

Durante la loro permanenza a Oies, in collaborazione con i padri verbiti, saranno a disposizione per testimonianze, incontri con gruppi, colloqui personali e confessioni.

Clicca qui per il PROGRAMMMA  completo.

NEWSLETTER

Alto Adige11 ore fa

Concluso il corso d’aggiornamento tecnico-professionale per il personale delle squadre di Soccorso Alpino e del RIM di Laives

Trentino11 ore fa

Oswald Mederle è il nuovo Presidente del Museo della Guerra di Rovereto

Eventi21 ore fa

Il 25 maggio ricorre la Giornata Internazionale per i Minori Scomparsi. La polizia partecipa alle iniziative dedicate

Sport22 ore fa

Il Campionato italiano arrampicata giovanili a Bressanone e Brunico

Bolzano23 ore fa

Poliziotto e guardia giurata aggrediti e feriti. Arrestato operaio bresciano con l’ausilio dello spray urticante

Alto Adige23 ore fa

Operazione interforze straordinaria di contrasto all’immigrazione clandestina nelle zone di confine

Merano2 giorni fa

Terzo Green Team Meeting nel percorso dell’Azienda di Soggiorno di Merano per conseguire il “Marchio di sostenibilità Alto Adige”

Alto Adige2 giorni fa

È nato l’Osservatorio Economico UIL-SGK per l’Alto Adige: una nuova risorsa per il monitoraggio del mercato del lavoro

Alto Adige2 giorni fa

Bacini di accumulo: prima discuterne, poi pianificare

Trentino2 giorni fa

Sabato 25 al Palanaunia di Fondo serata sulla donazione organi e concerto bandistico

Trentino2 giorni fa

Maurizio Landini nel pomeriggio a Trento per promuovere il referendum sul lavoro

Trentino2 giorni fa

Ragazza trentina trovata morta a Roma

Bolzano2 giorni fa

Ancora aggressioni e minacce in pronto soccorso. Denunciati due stranieri ed evitato il peggio

Eventi2 giorni fa

Isadora Duncan ed Eleonora Duse, martedì 28 maggio al Teatro Rainerum di Bolzano

Alto Adige3 giorni fa

Operazione “crepuscolo”: sgominata associazione a delinquere operativa su 4 piazze di spaccio a Bolzano

Oltradige e Bassa Atesina3 settimane fa

Crea caos sull’autobus e poi al Pronto Soccorso, dove sferra una testata al vigilantes. Arrestato dai Carabinieri

Sport3 settimane fa

Podio alla prima stagionale per Manuela Gostner nel Ferrari Challenge Europe

Eventi3 settimane fa

Promosso a pieni voti l’inverno: Movimënt si prepara a un’estate di novità

Eventi3 settimane fa

Decimo anniversario della campagna di sensibilizzazione MutterNacht 2024. Sabato 11 maggio la giornata d’azione

Bolzano2 settimane fa

Aggressione a un medico al pronto soccorso: nigeriano con precedenti penali denunciato

Trentino3 settimane fa

La sfida lanciata dal modello cooperativo all’industria discografica. Se ne parla al Festival dell’Economia di Trento

Oltradige e Bassa Atesina3 settimane fa

Crede di trovarsi di fronte ad un’occasione imperdibile, ma è tutta una truffa

Consigliati3 settimane fa

Scommesse sportive con deposito minimo basso

Italia ed estero4 settimane fa

Travolto da una valanga sul Cevedale: 26enne perde la vita davanti al fratello e agli amici

Bolzano4 settimane fa

Aggressione in discoteca: giovane percosso e contuso. Scattano gli accertamenti di pubblica sicurezza

Alto Adige4 settimane fa

Proseguono a raffica arresti, denunce e tre decreti di espulsione anche in un 25 aprile “tranquillo”

Alto Adige2 giorni fa

È nato l’Osservatorio Economico UIL-SGK per l’Alto Adige: una nuova risorsa per il monitoraggio del mercato del lavoro

Arte e Cultura6 giorni fa

Tirolo: un paese diventato località turistica. Se ne parla in un libro

Alto Adige3 settimane fa

Giustizia riparativa: Kofler: «uno strumento efficace per la nostra comunità»

Alto Adige6 giorni fa

Due “pendolari” dello spaccio arrestati al Brennero e riportati subito in Austria

Archivi

Categorie

più letti