Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Politica

Nicolini a Roma per l’ambiente: “Calpestato il referendum di Malles contro i pesticidi”

Pubblicato

-

Malles contro i pesticidi fa sentire la sua voce al Ministero.

Nella giornata di ieri (6 febbraio) l’importante causa dei venostani per il rispetto dell’ambiente e della democrazia diretta è stata portata a Roma da una delegazione guidata dal consigliere provinciale del MoVimento 5 Stelle Diego Nicolini.

Una battaglia condotta da tempo, più precisamente da settembre 2014, quando gli abitanti del piccolo grande comune altoatesino hanno votato il referendum a favore del divieto di pesticidi nelle coltivazioni, vincendolo a grande maggioranza: un’affluenza record, oltre il 69% e il 76% dei voti a favore dello stop.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Un percorso di partecipazione democratica proposta allora dal «Comitato per una Malles libera dai pesticidi», costituito nel 2013 da 74 membri di ogni estrazione della loro comunità, ma subito contrastato dalla Provincia di Bolzano.

A fianco del consigliere, sono arrivati nella capitale il sindaco di Malles, Uli Veith ed il farmacista Fragner Unterpertinger, portavoce del comitato promotore del referendum.

L’incontro è avvenuto con il ministro per i Rapporti con il Parlamento Riccardo Fraccaro ed il capo dipartimento per la democrazia diretta Spadacini.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Presenti anche il Prof. Bartolazzi, sottosegretario alla salute e gli Onorevoli Macina, Terzoni, Zolezzi e Troiano.

Al centro, proprio il mancato riconoscimento da parte della Provincia dei diritti fondamentali della democrazia diretta che hanno di fatto limitato quanto espresso da Malles tramite voto popolare.

Le ordinanze emesse dal Sindaco Ulrich Veith prevedevano infatti il divieto ad usare pesticidi ad una certa distanza dalle case, con l’obiettivo di una graduale transizione verso un’agricoltura biologica.

Nel luglio 2015, dopo varie traversie e con un nuovo Consiglio comunale finalmente il nuovo statuto veniva recepito, ma la longa manus del governo locale ha impedito l’applicazione concreta della volontà dei cittadini della Venosta: solo due settimane dopo si approvava in tutta fretta la Lex Malles, che interpretava in senso restrittivo la competenza agli enti locali in materia ambientale.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

Sono poi seguite le inchieste per i soldi spesi da parte della Corte dei Conti. Inoltre, nel 2016, su richiesta di 44 agricoltori, a maggio il Tar ha decapitato il referendum sospendendone immediatamente gli effetti.

Si anteponevano forse alla salute dei cittadini anche gli interessi economici del potentissimo Bauernbund?

Era per noi molto importante manifestare la nostra vicinanza e dare tutto il supporto ai principali attori del referendum contro i pesticidi di Malles per una serie di ragioni – ha detto Nicolini – . La prima è l’eroica presa di posizione in una battaglia con gli strumenti della democrazia, contro il centralismo della Provincia, con partecipazione e coraggio civico, utilizzandola nella più alta forma ovvero la democrazia diretta.

C’è poi la difesa della salute e dell’ambiente, contro la minaccia concreta di avvelenamento dell’aria, dei suoli e della falda acquatica. I venostani hanno in concreto “difeso il creato”, non solo con gli slogan preambolai della nuova giunta provinciale, ma con le stesse azioni dettate dall’enciclica papale Laudato sii”.

A rendere famoso globalmente il caso Malles, soprattutto nei paesi germanofoni, era stato anche il regista tedesco Alexander Schiebel con il suo film documentario Das Wunder von Mals, uscito a maggio 2018 ed è subito un grande successo, non solo in Alto Adige, ma nei cinema di tutta l’Europa germanofona.

Nei prossimi giorni seguiranno azioni di supporto concrete, in particolare stiamo valutando quanto disposto dalla direttiva recepita con legge 150/14 che quando parla di autorità locali non può altro che riferirsi ai comuni, alla Convenzione di Aarus, che in quanto recepita anche dall’Italia ed essendo un impegno internazionale obbliga anche la Provincia al coinvolgimento dei cittadini nelle scelte di politica ambientale“, conclude Nicolini. 

Nell’ambito della visita romana da parte della delegazione altoatesina del MoVimento 5 Stelle Diego Nicolini ha avuto un breve incontro anche con il vicepremier Luigi Di Maio.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Italia ed estero9 ore fa

Codici: da opportunità a incubo, la pericolosa parabola del Superbonus 110%. Attivato un servizio per assistere i cittadini in difficoltà con i lavori

Bressanone20 ore fa

“Alpen flair” a Naz Sciaves: stuprata una minorenne

Alto Adige1 giorno fa

Statale del Brennero: al via i lavori di ampliamento a Colma

Ambiente Natura1 giorno fa

San Candido: allo studio una protezione innovativa dalle inondazioni

Salute1 giorno fa

GARLIVE®, un concentrato di salute dalle olive del lago di Garda

Economia e Finanza2 giorni fa

Pensplan: oltre 280 mila posizioni presso i fondi pensione istituiti in Regione

Sport2 giorni fa

FC Südtirol, i primi appuntamenti della nuova stagione

Benessere e Salute2 giorni fa

Ondate di calore estivo: consigli per gli anziani, ma non solo

Salute2 giorni fa

Uno psicologo di base gratuito e di facile accesso

Alto Adige2 giorni fa

Oggi a Palazzo Widmann la prima riunione del progetto di ricerca avviato da Eurac Research

Alto Adige2 giorni fa

Arge Alp: Schuler alla campagna di piantumazione degli alberi

Valle Isarco2 giorni fa

Ritrovato il corpo senza vita dell’escursionista disperso a Racines: precipitato a Malga Calice a 1.500 m slm

Alto Adige2 giorni fa

Coronavirus: 25 casi positivi da PCR e 391 test antigenici positivi

Arte e Cultura2 giorni fa

Dai quadri una concreta solidarietà: con il Lions Club Bolzano Laurin e Artpilot21 la mostra collettiva a sfondo benefico

Arte e Cultura2 giorni fa

La Maschera di Bolzano: dal 2 al 14 luglio nelle piazze della città arriva «Northell»

Alto Adige4 settimane fa

Referendum sulla democrazia diretta: il no stravince con il 76% dei voti

Bolzano4 settimane fa

Tamponamento nella notte in A22: più veicoli coinvolti

Politica4 settimane fa

Referendum, Urzì: sopravvive anche la clausola di garanzia per Bolzano e Laives voluta da Fdi, sconfitta di Svp/Lega/FI

Bolzano2 settimane fa

Incendio in centro a Bolzano: rogo causato dal malfunzionamento di una lavatrice

Bolzano4 settimane fa

Appiano, incidente tra due veicoli all’uscita della Mebo: una donna incastrata tra le lamiere

Bolzano2 settimane fa

Tragico scontro frontale in A 22, muore una donna bolzanina 77 enne. Gravi il marito e un bambino di 10 anni

Alto Adige3 settimane fa

Gli ospedali dell’Alto Adige sono ora cliniche universitarie

Alto Adige2 settimane fa

Rimorchio si stacca dal camion e blocca la strada del Renon

Bolzano4 settimane fa

Drammatico incidente in A22, muore 36 enne residente a Bolzano

Alto Adige3 settimane fa

Ponte di Pentecoste: arrestati due stranieri, una denuncia e centinaia di verifiche durante i controlli del Commissariato di P.S. di Brennero

Alto Adige4 settimane fa

Auto esce di strada e finisce in una scarpata: una persona viene trasportata in ospedale

Italia ed estero4 settimane fa

Codici: dietrofront di Costa sulle regole di imbarco, ora proceda anche a risarcire i crocieristi

Merano3 settimane fa

Auto esce di strada e si ribalta su un sentiero forestale: una persona all’ospedale in gravi condizioni

Alto Adige4 settimane fa

Il Gruppo Volontarius cerca volontari per l’Emporio solidale di Piazza Mazzini a Bolzano ed a Merano

Alto Adige4 settimane fa

Coronavirus: 4 casi positivi da PCR e 45 test antigenici positivi, un decesso

Archivi

Categorie

di tendenza