Connect with us

Politica

No a sfratto area giochi Talvera, Trigolo: “Tutelare il gestore e salvare luogo caro ai cittadini”

Pubblicato

-

Un punto di riferimento importante per intere generazioni di Bolzanini, quasi un luogo del cuore che a breve verrà sgomberato per il mancato rinnovo della concessione annuale per l’occupazione del suolo pubblico.

Parliamo dell’area divertimenti ai Prati del Talvera, ceduta dalla Provincia al Comune di Bolzano con la specifica che la stessa debba essere sgomberata: via dunque i tappeti elastici e il trenino per i bambini entro il prossimo 31 dicembre.

Una decisione improvvisa che ha scatenato le proteste dei cittadini anche per lo sfratto comunicato ai gestori dell’attività, che da ben 30 anni si occupano dell’area giochi.

Dopo la raccolta di firme aperta dai resposabili della struttura per evitare lo sgombero e la chiusura, i consiglieri comunali di CasaPound Trigolo, Puglisi Ghizzi e Bonazza intervengono ora con una interpellanza affinché venga trovata una soluzione consona che permetta al gestore, ovvero la famiglia di Enrico Fergemberger e ai cittadini che da generazioni utilizzano l’area, di poter continuare ad usufruirne.

L’area costituisce non solo un centro per l’attività ludica caro da decenni ai bolzanini ma anche un importante punto di incontro e di socializzazione per tutta la comunità. Una nuova iniziativa che permetta la permanenza dell’attività deve essere messa in atto prima della scadenza del 31 dicembre, data in cui potrebbe avvernire lo sgombero coatto del Comune con oneri a carico del gestore, se non effettuato prima“, hanno ribadito i consiglieri.

L’interpellanza, con primo firmatario Sandro Trigolo, è stata presentata il 14 ottobre e richiederà una risposta da parte dell’amministrazione comunale entro 15 giorni.

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza