Connect with us

Politica

Pesticidi e zone di tutela dell’acqua potabile, chiesto un tavolo tecnico dal M5S

Pubblicato

-

Con Delibera del 12 marzo 2019 n. 142 la Giunta Provinciale, all’unanimità, aveva autorizzato l’impiego di pesticidi molto pericolosi per la salute umana e per l’ambiente nelle aree di tutela delle acque potabili.

Cittadini e associazioni cercano da allora di capire come reperire informazioni sulla bontà della nostra acqua: si chiedono se le misure predisposte dalla Provincia siano sufficienti a rilevare l’eventuale presenza di queste sostanze nell’acqua potabile e che conseguenze possa avere la decisione della Giunta di autorizzare queste sostanze per la salute della propria famiglia – afferma il Consigliere provinciale M5S Diego Nicolini – . Noi ci siamo subito messi in moto per cercare di capire come e se vengano effettuati sufficienti controlli su queste aree e se siano state rilevate sostanze pericolose nell’acqua potabile“.

La risposta a una nostra interrogazione (n. 264/19-XVI) ci giunge a sei mesi da quella delibera. Dalla risposta emerge che lo stato di salute delle nostre acque potabili è affidato più che altro al controllo presso i rivenditori e i distributori di prodotti fitosanitari e a quello dei registri che gli agricoltori dovrebbero compilare ogni qual volta utilizzassero uno di questi prodotti pericolosi”.

Pubblicità
Pubblicità

Ciò significa che ci si impegna più in un tipo di controllo formale piuttosto che in un controllo capillare delle aree e nel monitoraggio chimico-analitico delle fonti di acqua potabile potenzialmente interessate.

Continua Nicolini: “Si pensi ad esempio che su tutta Bolzano le analisi per la ricerca dei residui di fitosanitari nelle acque potabili si limitano a 25 campionamenti all’anno nelle zone interessate, a cui si aggiungono circa 10 campionamenti sulla falda acquifera.

Dalla risposta alla nostra interrogazione emerge anche che non ci si sta occupando di controllare l’effetto sinergico delle diverse sostanze nocive permesse nelle aree di tutela dell’acqua potabile – il famoso effetto cocktail-, ma nemmeno la presenza nell’acqua di metaboliti e di sottoprodotti che derivano dalla biodegradazione dei fitofarmaci“.

Dare risposta all’interrogazione dei pentastellati ha richiesto il coinvolgimento di differenti ripartizioni e numerosi uffici dell’Amministrazione provinciale. Quello che si è reso evidente è che la tutela delle acque è questione interdipartimentale e si perde in un groviglio burocratico di cui non è facile vedere l’inizio e la fine. Manca quindi completamente un organismo deputato al coordinamento di tutti gli uffici che si occupano di controllo e vigilanza sui trattamenti fitosanitari e di tutela dell’acqua potabile.

Perchè la salute delle nostre acque potabili sia efficacemente monitorata e perché i cittadini possano avere costante riscontro sul suo stato, abbiamo presentato una mozione con la quale chiediamo l’istituzione di un Tavolo Tecnico di Coordinamento permanente, con la funzione di analizzarne in modo rigoroso le politiche di tutela delle acque potabili e i loro risultati, ma anche di formulare le proposte di aggiornamento ed integrazione degli standard in materia di prodotti e trattamenti fitosanitari permessi, secondo le più recenti scoperte in campo scientifico e sanitario.

Il TTC dovrà essere composto da un rappresentante per ogni ufficio coinvolto e dai rappresentanti delle associazioni, coinvolgendo così la società civile. Il Tavolo sarà coordinato dalla Agenzia provinciale per l’ambiente e la tutela del clima“.

Già durante la presentazione del Piano d’Azione Nazionale (PAN) per l’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari si era parlato della necessità per le Regioni e le Province Autonome di Trento e Bolzano di istituire un organismo di coordinamento come primissima misura.

Questo è senza dubbio un primo passo necessario e urgente per risolvere in maniera concreta questo problema. L’agricoltura ha un ruolo molto importante nel nostro territorio, ma è necessario tutelare innanzitutto la salute di tutti i cittadini e stimolare gli agricoltori ad un uso responsabile dei pesticidi e alla conversione più rapida possibile a metodi più sostenibili.

Quanto prima sarà attivo il Tavolo di coordinamento, tanto prima si potranno definire e rimuovere tutti quegli ostacoli organizzativi, giuridici, scientifici e operativi che impediscono che l’acqua potabile, e quindi la salute dei cittadini e degli ecosistemi, siano meglio protetti dai danni che queste sostanze possono causare, anche dopo anni” conclude il Consigliere Nicolini.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

  • Vestiti digitali: l’abito che compri, indossi ma non esiste
    Dietro al glamour e allo scintillio dei vestiti nuovi, appena usciti dai negozi, il mondo della moda si ritrova in una fase epocale di cambiamento trainata dalla trasformazione dei comportamenti di acquisto dei prodotti, dalle diverse esigenze dei consumatori e soprattutto dalla forte rivoluzione digitale. In ambito fashion infatti, i cambiamenti più significativi riguardano la […]
  • Gelato alla frutta o gelato alle creme? Questo è il dilemma
    Che estate sarebbe senza gelato? Colorato, fresco, gustoso e perfetto per una merenda golosa o per una serata davanti al ventilatore, il gelato è un must della bella stagione. I gusti ormai sono infiniti, si va dal dolce al salato, dal classico gelato al gelato fritto… insomma, ce n’è per tutti i palati! Ma è […]
  • Da aerei e droni, “bombe di semi” contro la deforestazione in Thailandia
    La fame di risorse naturali che portano alla riconversione di zone naturali in coltivazioni e zone urbane è un fenomeno storico, noto fin dalle origini antiche ma mai così sviluppato come nelle proporzioni attuali. La deforestazione infatti, è considerata uno dei più grandi mali della società moderna che, oltre ad aggravare una vasta gamma di […]
  • Isole Borromee: le tre incredibili ‘perle’ del lago Maggiore
    Incastonato tra i rilievi collinari e montuosi delle terre svizzere e quelle italiane, nelle regioni di Lombardia e Piemonte si aprono le meravigliose acque del Lago Maggiore, rese spettacolari dai tratti di costa punteggiata di castelli, ville monumentali e circondate dai rigogliosi e coloratissimi giardini. Dal favoloso clima, alle bellezze architettoniche, alla ricca eredità archeologica, […]
  • Eco Bonus 110% esteso anche alle seconde case
    Nonostante il tanto desiderato Super Eco Bonus del 110 %, il pacchetto di incentivi fiscali relativi alle detrazioni per le riqualificazioni energetiche e misure antisismiche sia entrato ufficialmente in vigore dal mese di luglio 2020, si pensa già ad un allargamento della platea per la super detrazione. È stata presentata infatti, una riformulazione di un […]
  • Ghiaccioli fatti in casa: mille gusti di golosità!
    Quando arriva l’estate nei nostri congelatori non mancano mai alcune scatole di ghiaccioli. Golosi, gustosi, colorati e adatti a tutti i gusti: i ghiaccioli possono essere l’ingrediente perfetto per una merenda tra amici, fresca e rigorosamente instagrammabile. Ma è davvero così complicato prepararli? Gli ingredienti per preparare i ghiaccioli sono davvero semplici e pochi: i […]
  • Garda See Charter: tra l’arte del navigare e un’avventura sportiva
    Venti che soffiano costanti e regolari, onde perfette e mai eccessivamente abbondanti, acqua celeste e leggermente illuminata dai caldi raggi del sole che rendono il clima mite tutto l’anno: queste sono solo alcune delle condizioni ideali per un’esperienza in barca a vela sulle acque del Lago di Garda. Quello del Lago di Garda, tra il […]
  • “Vivi internet, al meglio”: la piattaforma di Google per aiutare gli adulti a guidare i ragazzi sul web
    Dalla sua nascita l’immenso mondo del web ha concretizzato le necessità in facili possibilità ma con la sua inarrestabile evoluzione sta offrendo, sopratutto al pubblico più giovane, altrettante insidie e minacce. Secondo una ricerca commissionata da Google, nonostante l’85% degli insegnanti italiani intervistati non abbia i mezzi sufficienti per affrontare questo tipo di problematiche, il […]
  • Sacro Bosco di Bomarzo: un luogo tra sogno e realtà
    Non tutti sanno che nel cuore della Tuscia Laziale, in provincia di Viterbo, si trova un bosco dove immaginazione e paure prendono forma: il Sacro Bosco di Bomarzo, noto ai più come Parco dei Mostri di Bomarzo. In letteratura e nell’arte, il bosco è spesso visto come metafora di caos, turbamento, inquietudine, vita, perdita della […]
  • Arredare green: la scelta di vivere sostenibile
    La connessione fondamentale tra essere umano e natura trova forte legame e accordo con un incredibile risultato in molti settori: dall’abbigliamento, alla arte culinaria fino all’arredamento di spazi interni ed esterni. Per gli appassionati di aree verdi e naturali, la nuova tendenza che guarda al futuro del design è uno sguardo verso Madre Natura, composto […]

Categorie

di tendenza