Connect with us

Alto Adige

Polizze auto: possibili aumenti fino al 40 per cento in provincia di Bolzano

Pubblicato

-

La prospettata manovra di bilancio del governo, che uniformerebbe il costo delle assicurazioni automobilistiche su tutto il territorio nazionale, ha scatenato le ire dei senatori Svp.

Il governo punterebbe a introdurre più equità nel pagamento delle tariffe Rc auto ma la decisione, che porterebbe a una riduzione dei costi nel sud Italia, potrebbe risultare penalizzante per l’Alto Adige con aumenti fino al 40 per cento.

In una nota diffusa ieri i senatori della Volkspartei Dieter Steger, Meinhard Durnwalder e Julia Unterberger dichiarano che, se la misura fosse confermata, per la provincia di Bolzano sarebbe un salasso.

Pubblicità
Pubblicità

L’introduzione della nuova norma equivarrebbe infatti ad una vera e propria tassa.

“Una misura fortemente iniqua – commentano i senatori – perché le differenze di costo tra i territori sono connesse al numero di incidenti, all’incidenza dei raggiri ai danni delle compagnie di assicurazione  e al numero delle cause opportunistiche.

L’Alto Adige, come confermano le statistiche, è un territorio virtuoso per il basso numero di sinistri e di comportamenti fraudolenti”.

Per Walther Andreaus, direttore del Centro Ricerca e Tutela Consumatori e Utenti, la riduzione dei prezzi proposta dalla manovra governativa può essere un bene, a patto che questa non venga introdotta a scapito degli automobilisti più virtuosi.

In base ai primi calcoli effettuati da diverse compagnie di assicurazione le province italiane più colpite dai rincari, oltre a Bolzano con +40 per cento, sono Aosta (+35 per cento), Vicenza (+28 per cento) e Trento (+25 per cento).

 

 

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza