Connect with us

Società

Presepi a scuola, Uil risponde a Vettorato: “Ognuno decida in autonomia”

Pubblicato

-

L’autonomia scolastica è un valore importante e va difeso anche di fronte a questi appelli politici. Al di là di condividere o meno nel merito”.

Il sindacato della Uil Scuola, per bocca del suo segretario regionale Marco Pugliese, interviene sulla richiesta inviata dall’assessore provinciale alla scuola Giuliano Vettorato di inserire un presepe in ogni istituto e in ogni classe.

Nel pomeriggio di ieri (5 dicembre) Vettorato, con una nota diffusa alla stampa aveva infatti dichiarato: “Invito tutti i dirigenti degli istituti in lingua italiana della provincia di Bolzano ad allestire all’interno delle scuole e delle classi il presepe, valorizzando questo simbolo della tradizione locale, o anche, semplicemente, a colorare le stanze e i locali di luci e simboli che trasmettano gioia e possano riscaldare, ancor di più, i cuori dei nostri ragazzi.

Pubblicità
Pubblicità

Si tratterà, voglio porlo fin subito in evidenza, di una scelta personale, che non vuole e non sarà certamente imposta dalla Provincia e dal sottoscritto. Il mio è un appello accorato, restando fermamente convinto che il Natale e le sue tradizioni siano un simbolo della nostra società, sul quale riflettere e che esprime valori profondi ed universali come la gioia, la fratellanza e l’unione, in cui tutti noi possiamo ritrovarci“.

Questo aspetto ricade nella legge sull’autonomia scolastica quindi non c’è nemmeno tanto da discutere. Chi vuole avere un presepe in classe lo farà e chi non vuole, al contrario, farà a meno. Nel concreto non cambia nulla sulla libertà che i singoli istituti hanno”, la risposta del sindacato.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza