Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Società

Uil Scuola: “Straordinari per la mensa? Un boccone avvelenato”

Pubblicato

-

Condividi questo articolo




Pubblicità

La decisione della giunta provinciale di riconoscere come ore straordinarie la sorveglianza in mensa dei docenti alle scuole primarie è stata accompagnata da annunci al miele da parte dell’esecutivo “Un riconoscimento giusto per gli insegnanti” le dichiarazioni degli assessori competenti Giuliano Vettorato, Philipp Achammer e Daniel Alfreider.

Peccato che i docenti non la pensino proprio così e i sindacati non esitino a definirlo un boccone avvelenato che nasconde più insidie che riconoscimenti.

Hanno travestito una situazione rischiosa in una grande e benevola concessione ma è bene sottolineare quali forti rischi e contraddizioni hanno taciuto le parole del segretario regionale della Uil Scuola Marco Pugliese.

Prima di tutto ci troviamo di fronte ad una situazione che permetterà l’ingresso delle cooperative di servizio nella sorveglianza in mensa. Organismi che, di fatto, costano meno degli insegnanti. Oltre le 24 ore (22 regolari e 2 straordinarie) la Provincia non può imporre la presenza ai docenti quindi, a fronte di possibili dinieghi, ecco che l’amministrazione avrebbe le mani libere per rivolgersi all’esterno con personale meno retribuito e meno qualificato. Che sia questo l’obiettivo vero?”.

Per quanto non subito intuibile la nuova decisione nasconderebbe, per il sindacato, anche un pericolo occupazionale.

E’ matematica – continua Pugliese – perché se elimini tutte le ore di mensa dai monti orari complessivi significa che le 22 ore obbligatorie ad insegnante saranno unicamente da considerare sulla classe con conseguente contrazione delle ore disponibili in totale. Quindi meno insegnanti”.

Alcuni docenti, tuttavia, potrebbero anche essere contenti di una nuova opportunità di guadagno. “Certo ma non è che stanno regalando nulla. Stanno semplicemente aumentando il carico orario complessivo per chi farà sia didattica sia sorveglianza in mensa. Mi pare anche ovvio che a fronte di un aumento del tempo richiesto corrisponda uno stipendio più alto”.

Il metodo, inoltre, non è piaciuto. “Una decisione calata dall’alto senza averci mai chiesto nulla nè contattato. Chiediamo immediatamente un confronto o, quantomeno, un sondaggio reale del pensiero del corpo docenti provinciale” chiede Pugliese.

Scopriranno che nessuno sta ringraziando sperticatamente per questa concessione. Anzi. Non si capisce, inoltre, perché tutto questo venga applicato solo alla scuola primaria mentre la scuola media (secondaria di primo grado) rimane sostanzialmente ignorata.

Sono molto belli i discorsi sull’importanza delle 22 ore frontali di didattica ma quando si fanno queste analisi bisognerebbe pure ricordare che in moltissime scuole del territorio non si riesce neppure a garantire le compresenze. Mancano anche insegnanti di sostegno. Non potrebbero investire questi due milioni di euro nel rafforzamento vero della didattica e di questi aspetti prioritari?”.

Pubblicità
Pubblicità

NEWSLETTER

Trentino4 ore fa

Orsi: approvato il DDL, potranno essere abbattuti fino a otto esemplari l’anno.

Alto Adige8 ore fa

Giovane sciatore 16enne perde la vita in una valanga a Plan in val Passiria

Trentino13 ore fa

Scontri alla protesta Stop Casteller: tensioni in Consiglio provinciale

Bolzano13 ore fa

Due arresti per rapina e aggressione: stranieri in possesso di droga saranno espulsi

Bolzano13 ore fa

Bolzano: sette espulsioni di stranieri e altre operazioni di contrasto alla criminalità

Politica15 ore fa

Arno Kompatscher pronto a guidare la Südtiroler Volkspartei in un momento critico

Alto Adige18 ore fa

Nuova perizia del sonno richiesta per il pizzaiolo accusato di omicidio

Bolzano18 ore fa

Furti seriali nei garage di via Alessandria, svaligiate le cantine delle palazzine Ipes

Val Pusteria18 ore fa

Ambientalisti si oppongono al progetto della nuova rotatoria a Valdaora-Anterselva

Trentino19 ore fa

Dibattito acceso a Trento sul destino degli orsi: la proposta di legge che fa discutere

Consigliati24 ore fa

Cosa mettere nel beautycase di Primavera? Tutti i consigli per una pelle idratata e glow, pronta per l’arrivo della nuova stagione!

Sport1 giorno fa

Il Bolzano conquista la prima vittoria nei quarti di finale superando il VSV per 5 a 2

Alto Adige1 giorno fa

Polizia di Stato e Corpo Forestale insieme per la sicurezza sulle piste di sci

Trentino2 giorni fa

Nuovi gravissimi insulti agli abitanti del Trentino dall’estremismo animalista

Italia ed estero2 giorni fa

Chico Forti in Italia: attesa potrebbe durare ancora settimane o più di due mesi

Bolzano3 settimane fa

Fisioterapista aggredita a Bolzano con una coltellata alla gola

Italia ed estero3 settimane fa

Orrore per una tragedia familiare: uomo uccide moglie e due figli

Alto Adige4 settimane fa

Corte d’appello di Venezia ammette definitivamente class action contro Banca Popolare dell’Alto Adige (Volksbank): le scadenze

Società3 settimane fa

Edilizia abitativa agevolata: approvato il nuovo programma di interventi

Politica4 settimane fa

Arno Kompatscher esclude il doppio ruolo di presidente e segretario della Svp

Merano4 settimane fa

Straniero dà in escandescenza: guardia giurata aggredita a bottigliate finisce in ospedale

Politica4 settimane fa

Philipp Achammer lascia la guida della Svp dopo dieci anni

Alto Adige2 settimane fa

Albert Stocker, 73 anni, è morto: sospetto attacco di un cane o di un lupo

Società4 settimane fa

Protezione Civile: allerta per i rischi dei laghi ghiacciati e il caldo anomalo

meteo4 settimane fa

In arrivo un lungo weekend di pioggia, ecco dove arriverà la neve

Politica4 settimane fa

Fondi per l’agricoltura salgono a 8 miliardi con l’annuncio di Giorgia Meloni

Laives3 settimane fa

Incidente stradale a San Giacomo: ciclista 60enne ferito gravemente

Merano4 settimane fa

La tragedia al San Rossore: il fantino Dominik Pastuszka perde la vita dopo una caduta

Trentino4 settimane fa

ISPRA: via libera all’uccisione dell’orso confidente, ecco il motivo

Alto Adige4 settimane fa

L’interminabile attesa nei corridoi della sanità altoatesina

Archivi

Categorie

più letti