Connect with us

Pubblicità - La Voce di Bolzano

Italia ed estero

Primo incontro tra sindacati e Meloni: “No a preconcetti”. Lavoro, fisco e crisi energetica al centro

Pubblicato

-

Ieri, si è tenuto primo incontro tra sindacati e Meloni che promette lealtà, ma ne chiede a sua volta, visto questo momento difficile che l’Italia sta vivendo. In questo modo, la premier si riferisce al post covid, alla crisi sociale e internazionale e la questione energetica con gli aumenti dei costi delle materie prime dettate dalla crescente inflazione.

Il Presidente della Cgil, Landini parla di un possibile spazio di collaborazione, ma chiarisce il no secco alla flat tax, sostenendo ampiamente la lotta all’evasione fiscale.

Nelle ultime ore il Governo ha presentato anche la nota di aggiornamento al documento di economia e finanza. Si tratta di un’integrazione a quella del Governo Draghi per una manovra finanziaria che deve essere approvata entro massimo 20 giorni.

I temi in agenda solo davvero molti, a partire dalla crisi energetica a cui verranno destinati 21 miliardi in deficit per il 2023. La flat tax che nonostante le critiche dei sindacati, potrebbe essere alzata da 65 a 85 mila euro.

Altri punti che verranno toccati saranno il superbonus che potrebbe essere rivisto in modo selettivo, le pensioni e le buste paga sui cui si potrebbe intervenire in base alle risorse disponibili.

Quasi sicuramente una parte delle coperture economiche potrebbe arrivare dal reddito di cittadinanza, ma per avere certezze sarà necessario il prossimo decreto aiuti che nelle prossime ore sarà sul tavolo del Consiglio dei ministri.

Pubblicità - La Voce di Bolzano
Pubblicità - La Voce di Bolzano

NEWSLETTER

Archivi

Categorie

di tendenza